In tempi di crisi e di ristrettezze economiche, la ricerca del risparmio è una costante per qualsiasi cittadino. Non fa eccezione l'assicurazione auto, da sempre cruccio per gli italiani che, con le assicurazioni, non hanno proprio un buon rapporto. Il problema è che, andando a caccia del risparmio a tutti i costi, si rischia di imbattersi in truffe colossali che mettono l'ignaro consumatore in situazioni decisamente pericolose. 

Secondo quanto è emerso da un convegno svoltosi a Torino, a cura dello SNA (Sindacato Nazionale Agenti Assicurazione), uno dei problemi fondamentali risiederebbe nella "scarsa" regolamentazione delle polizze online. Ovvero, come riporta il sito sicurauto.it:

"Nell'ambito della RC auto gli agenti di assicurazione non hanno dubbi: le polizze online andrebbero vietate o quanto meno regolamentate con più attenzione".

Probabilmente una visione troppo semplicistica e di parte (non disinteressata, ovviamente), però è un punto dal quale partire per fare qualche riflessione. 

A cominciare dall'attendibilità dei siti che propongono prodotti assicurativi legali alla RC auto, come ricorda il sito comune.torino.it:

"Sempre più di frequente capita di imbattersi in truffe assicurative. Chiunque voglia assicurare la propria autovettura per la Responsabilitò Civile verso terzi utilizzando uno degli innumerevoli siti internet che il web propone, deve prestare molta attenzione a non cadere vittima di una truffa".

Cerchiamo di capire quali sono i comportamenti da evitare, i dettagli da attenzionare e i piccoli accorgimenti che possono esserci utili al fine di non incorrere in truffe o raggiri.

Polizza auto troppo conveniente? Come scegliere

Sono molti i fattori da prendere in considerazione quando si deve sottoscrivere una polizza assicurativa per la propria auto. Il prezzo è solo una delle discriminanti: è importante, ma non è l'unico fattore da porre sotto la lente d'ingrandimento prima di prendere una decisione definitiva.

Di sicuro, però, è l'elemento che balza immediatamente agli occhi e, il cui confronto, tra polizze online o acquistate in agenzia, spesso porta a differenze notevoli. Come ricorda il sito paginegialle.it:

"Un punto a favore delle assicurazioni online è il prezzo, chiaramente si tratta di compagnie che hanno meno spese vive rispetto q euelle che hanno uffici fisici quindi è davvero possibile risparmiare. C'è da dire però che investono più denaro in pubblicità, per farsi conoscere, ma sono in grado comunque di mantenere prezzi medi più bassi rispetto alla concorrenza fisica".

La domanda semmai è: quanto conta, per ognuno di noi, l'interazione fisica con una persona del mestiere che sappia consigliarci, aiutarci, spiegarci tutte le clausole che ogni polizza racchiude in sè? La presenza fisica di una persona all'interno di un locale, ci infonde maggiore sicurezza? Quanto valutiamo utile e/o fondamentale questo aspetto? Quanto siamo disposti a pagare per sentirci più tranquilli? 

Per chi se la cava bene con computer, la polizza online può essere conveniente: anche molto. Come evidenzia il sito smanapp.com:

"La soluzione migliore per chi si muove con disinvoltura al computer, a nostro parere, è l'assicurazione online, scegliendo però necessariamente una compagnia affidabile, radicata, esperta e presente da molti anni, con ottime e numerose recensioni in rete".

Meglio la polizza on line o in agenzia?

Tornando a bomba, viene quindi da chiedersi se sia meglio stipulare una polizza online oppure rivolgersi alla classica agenzia assicurativa. Diciamo che non c'è una risposta univoca: ognuno di noi, fatte le proprie valutazioni e ponderati tutti gli elementi, deciderà sulla base di ciò che ritiene meglio per sè, analizzati i pro e i contro che le due soluzioni offrono.

Come già evidenziato in precedenza, spesso le polizze online sono più economiche, ma non è così in senso generale. Mediamente le classi di merito migliori e gli attestati di rischio senza sinistri (ovvero intonsi) consentono di trovare prezzi più vantaggiosi. Un buon suggerimento può essere quello di utilizzare i comparatori di prezzi che, a fronte di un unico inserimento dei dati utili, estrapolano tutte le possibili opzioni assicurative.

L'agenzia assicurativa, di norma, ha comunque scontistiche e convenzioni ad hoc, per riuscire a praticare prezzi concorrenziali. La presenza di una persona che ci spiega le varie clausole, limitazioni, scoperti e franchigie, nonchè l'aiuto che ci può essere fornito in caso di sinistro, possono essere dettagli che fanno propendere per la sottoscrizione di una polizza in modo tradizionale.

Bisogna però evidenziare come, anche le compagnie online e gli stessi comparatori di polizza, abbiano ormai, quasi tutti, la presenza di call center con i quali interloquire anche in sede di sottoscrizione della polizza. Certo, nel momento in cui si fa un preventivo, occorre inserire esattamente i dati (e, si norma, è un qualcosa che fa il cliente in autonomia). Rivolgendosi all'agenzia assicurativa, è l'impiegato/a di turno a sobbarcarsi l'onere della preventivazione in completezza ed esattezza di dati.

Confrontare i costi

Il primo parametro che si prende come riferimento è sicuramente il costo, ovvero il premio di polizza. Giova però ricordare che il prezzo è solamente uno degli aspetti di una polizza assicurativa. Occorre verificare le eventuali limitazioni gli scoperti, le franchigie, le esclusioni, i massimali.

Insomma, prima di scegliere a quale compagnia assicurativa rivolgersi, è bene prestare la dovuta attenzione a tutti i dettagli. Focalizzarsi solamente sul premio finale, è decisamente riduttivo e potrebbe rivelarsi un pericoloso boomerang.

Per esempio: importantissimo è verificare quale sia il massimale di RC auto assicurato in polizza. Il consiglio è quello di optare sempre per un massimale più elevato, sia per danni a persone che per danni a cose. Perchè, se il massimale assicurato non dovesse essere capiente a sufficienza, sarebbe l'assicurato a dover intervenire personalmente, con le proprie disponibilità economiche. Quindi, è sempre meglio tutelarsi, perchè le brutte sorprese sono dietro l'angolo.

Guida esclusiva, guida esperta (quali limiti di età?) sono alcune tra le clausole alle quali fare attenzione, perchè, se da una parte generano uno sconto sul premio finale, dall'altra possono comportare costi non preventivati, in caso di sinitro con torto (con mezzo guidato da persona che non rientra nel range d'età o di clausola).

Un altro particolare al quale fare attenzione è la rivalsa e, la presenza in polizza, della rinuncia alla rivalsa da parte della Compagnia assicurativa o, per meglio dire, la rivalsa limitata ad un importo minimo nel caso in cui alla guida vi sia una persona sotto effetto di sostanze stupefacenti o etiliche e causi un sinistro con torto.

Occhio anche alle franchigie e agli scoperti sulle garanzie accessorie (eventi naturali, atti vandalici, incendio e furto), nonchè alle limitazioni sulla garanzia "cristalli".

Attenti ai siti truffa

Può capitare, alle volte, specie per le persone meno esperte col pc, di finire su cosiddetti siti truffa, ovvero quelli che si prendono i soldi rilasciando falsi certificati assicurativi.

Se si vogliono fare comparazioni e preventivi, può essere buona norma rivolgersi ai comparatori online che, a fronte di un unico inserimento dei dati, paventano tutte le possibili soluzioni per la vostra auto.

Se invece di fanno ricerche non mirate, se il browser fornisce siti di compagnie assicurative particolarmente vantaggiose, è sempre un buon comportamento andare sul sito dell'IVASS e verificare l'esistenza di tali compagnie e l'autorizzazione ad emettere polizze sul territorio italiano.

Mai lasciarsi condizionare dalla fretta o da un prezzo finale che sembra particolarmente allettante senza aver fatto le dovute verifiche del caso. Perchè, piangere dopo, non ha poi senso. Come si suol dire, "uomo avvisato, mezzo salvato".

Fate attenzione anche ai vari banner pubblicitari che spesso compaiono mentre si effettuano ricerche su internet. I malintenzionati e quelli che hanno intenzioni fraudolente, sono molto bravi ad attirare il cliente verso i loro siti truffaldini.

Quindi, occhi aperti e nervi saldi. Sempre.

Polizza auto troppo conveniente? Come chiarire dubbi e perplessità

Un campanello d'allarme dovrebbe risuonare nel momento in cui vi viene proposta la sottoscrizione di una polizza ad un costo decisamente troppo basso rispetto alla media, se non addirittura ridicolo. 

Perchè se è vero che il mercato delle assicurazioni è per certi versi, diventato il "mercato delle patate", è altrettanto vero che c'è un limite a tutto e, il troppo, stroppia. 

Richieste di documenti da inviare ad improbabili indirizzi mail oppure pratiche fin troppo semplici, sono altri elementi che devono mettere la cosiddetta pulce nell'orecchio. Qualunque compagnia, che sia tradizionale, che sia online, richiede sempre e comunque la documentazione completa, ovvero i documenti del proprietario, libretto dell'auto fronte e retro, etc.

Diffidare sempre e comunque della troppa semplicità e velocità nelle procedure. Come già evidenziato in precedenza, è meglio, nel caso si abbiano dubbi, fare delle ricerche, sia tramite il sito istituzionale dell'Ivass, sia tramite motori di ricerca, per verificare che non vi siano in atto (o non vi siano state) truffe e/o raggiri.

Ovviamente, anche nel caso in cui si entri in contatto con un intermediario, è sempre bene (se non conosciuto o segnalato da persone raccomandabili) verificare l'abilitazione dello stesso all'esercizio dell'attività assicurativa consultando il registro degli intermediari (sempre sul sito IVASS).

Cosa fa scattare l'allarme

Oltre a quanto già indicato in precedenza, ci sono altri fattori che devono fare scattare l'allarme.

Innanzitutto, la richiesta di pagamenti tramite improbabili siti di trasferimento di denaro, deve accendere una luce non rossa, ma proprio viola, sul fatto che, al 99,9% qualcuno stia cercando di truffarvi.

I pagamenti infatti, devono essere effettuati tramite mezzi tracciabili e a favore del soggetto che è abilitato allo svolgimento dell'attività di intermediazione assicurativa. Quindi, allo stesso modo, bonifici e/o assegni a favore di generiche persone fisiche, devono farvi venire il sospetto e la voglia di andare a verificare se sia tutto in regola.

Anche per ciò che concerne il pagamento in contanti (secondo i limiti previsti dalla normativa vigente), può avvenire in tutta sicurezza se effettuato presso una agenzia asicurativa o un intermediario abilitato. Se non sappiamo esattamente con chi abbiamo a che fare, ovvero chi ci troviamo di fronte, è sempre meglio fargli capire che preferiamo pagare in altri modi. Se si tratta di una truffa, la persona cercherà mille scuse per farvi desistere, oppure se la darà a gambe levate.

Quindi, state sempre con gli occhi bene aperti e ricordate che, a questo mondo, nessuno regala niente.