La polizza RCA è l’assicurazione obbligatoria imposta per legge che tutti gli veicoli che circolano su strada devono avere. Sappiamo che è una polizza che protegge il conducente del veicolo per tutti i danni che in modo involontario, si possono causare a seguito di un sinistro, tanto a cose che a terzi soggetti.

Tuttavia questo tipo di assicurazione se è vero che offre una copertura base valida per tutti, è anche vero che prende in considerazione tipicamente eventi che riguardano solo la circolazione del veicolo su strada, escludendo completamente la protezione sia del conducente che dei danni che lo stesso veicolo del conducente può subire a seguito di un sinistro.

Questi eventi possono derivare direttamente da fatti che riguardano in modo più stringente la circolazione stradale, altri invece che poco hanno a che fare con la circolazione su strada, come ad esempio tutti i danni che possono essere causati dagli agenti atmosferici o da persone che non riguardano affatto la guida del mezzo.

Ecco perché in tutte queste eventualità la solo polizza RCA, è ovviamente, una copertura insufficiente e pertanto deve essere necessariamente integrata costituendo una polizza auto rischi diversi dove, oltre alla copertura base, siano ricomprese tutta una serie di garanzie aggiuntive che ci possano proteggere in queste situazioni particolari.

Stiamo parlando infatti di situazioni che non necessariamente sono attribuibili ad uno stile di guida pericoloso o a terzi guidatori, ma che possono derivare proprio da fattori che non possiamo prevedere e le cui conseguenze possono essere foriere di non pochi problemi.

Quello che faremo in questo articolo è proprio descrivere queste polizze auto rischi diversi, ossi quelle garanzie accessorie che si possono aggiungere al contratto RCA base, per costituire una polizza che possa davvero offrire una protezione completa a 360 gradi.

Assicurazione auto: quali garanzie accessorie

Sono 5 le polizze aggiuntive che descriveremo e nello specifico l’assicurazione:

- furto e incendio;

-eventi atmosferici;

-atti vandalici;

-infortuni al conducente;

-cristalli.

Ricordiamo che sono tutte garanzie accessorie di tipo facoltativo il cui inserimento nel contratto, è lasciato alla libera discrezionalità dell’assicurato.

Ne deriva pertanto, che il grado di personalizzazione del prodotto assicurazione auto è massimo, proprio perché ogni soggetto può arrivare a comporre il proprio prodotto con le garanzie che ritiene più necessarie a soddisfare le proprie esigenze di copertura.

Ricordiamo inoltre, che se alcune di queste garanzie accessorie possono essere offerte dalla compagnia anche in modo gratuito, per la maggior parte di queste viene richiesto il pagamento di un sovrappremio il cui effetto finale, è quello di aumentare il premio definitivo del contratto.

Pertanto nella scelta bisogna sempre cercare di bilanciare in modo opportunamente adeguato, il bisogno di copertura con quello di pagare un premio che risulti di fatto, adeguato alle nostre tasche.

Per approfondire l'argomento consigliamo la visione del seguente video tratto dal canale Daniele Murgia - YouTube.

Assicurazione auto: polizza furto e incendio

La prima garanzia accessoria alla quale ci riferiamo e la polizza furto incendio. Tra le garanzie aggiuntive sicuramente, è anche quella più nota alla maggior parte delle persone e va a coprire ogni possibile danno relativo agli eventi furto ed incendio subiti dal proprio veicolo.

Si può trattare di danni sia totali che parziali, diretti o indiretti non fa differenza, così come non fa differenza ai fini della risarcibilità degli stessi, il fatto che l’auto sia ferma piuttosto che in circolazione.

Tale polizza copre anche tutti i danni che possano derivare da scoppi o esplosioni.

Il costo di una copertura di questo tipo è direttamente correlato al valore del mezzo che si vuole assicurare, conseguentemente, è preferibilmente scelta da persone che stanno acquistando un nuovo veicolo o comunque un veicolo di categoria superiore.

Ma in generale, è una polizza che viene scelta da tutti coloro che volessero tutelarsi da comportamenti di questo tipo, nessuno escluso, anche quando ad esempio, non possono contare di un box o di un garage per poter parcheggiare il loro veicolo o si trovino in quartieri che purtroppo abbiano un tasso di microcriminalità elevato.

Assicurazione auto: polizza eventi atmosferici

Il secondo tipo di garanzia accessoria che esaminiamo è la polizza eventi atmosferici.

Anche questa è una garanzia accessoria non obbligatoria che, una volta inserita nel contratto, va a fornire la copertura del veicolo per tutta una serie di danni che allo stesso possono essere causati da eventi atmosferici come grandine, bufere di neve, frane, trombe d’aria e coì via.

Questi sono solo alcuni degli eventi atmosferici per i quali si può avere il risarcimento dei danni che possono colpire il nostro veicolo. Danni che ancora una volta possono essere per il nostro veicolo solo parziali oppure possono essere totali.

Ovvio che per quanto riguarda il valore del risarcimento, l’importo massimo di questo risarcimento dipenderà sempre dal valore del massimale stabilito all’interno del contratto assicurativo, e se il danno ha poi completamente distrutto il veicolo, comunque il valore del risarcimento sarà direttamente collegato al valore commerciale del mezzo stesso.

Per poter ottenere questo tipo di risarcimento non basta che ci sia l’evidenza del danno che l’evento atmosferico abbia causato al veicolo.

Infatti il proprietario del mezzo che voglia ottenere il risarcimento di questi danni, deve presentare una regolare denuncia ai Vigili del Fuoco, Forze dell’Ordine o Protezione Civile, e questi devono attestare la calamità naturale che ha causato i danni al mezzo.

Di base questa garanzia accessoria è scelta dai soggetti che di fatto sanno di abitare in particolari aree geografiche soggette a particolari eventi climatici per cui vogliono prevedere eventuali conseguenze dannose proprio al verificarsi di queste calamità naturali.

Molte volte in effetti, sono poi le stesse compagnie di assicurazione che offrono polizze specifiche di questo tipo tarate in base agli eventi atmosferici che potrebbero più frequentemente colpire quel determinato territori di riferimento.

Assicurazione auto: polizza atti vandalici

Un’altra garanzia accessoria che descriviamo, è la garanzia accessoria atti vandalici.  Questa polizza va a coprire tutti danni che possono derivare al nostro veicolo proprio da atti vandalici o da episodi di teppismo compiuti da singoli individui o da gruppi di persone.

Rientrano tra questi danni ad esempio le sportellate, oppure le fiancate delle auto che vengono rigate con delle chiavi, e altri episodi di questo tipo.

Anche in questa eventualità al fine di poter ottenere il risarcimento da parte della compagnia, è necessaria una preventiva denuncia fatta contro ignoti alla Polizia o ai Carabinieri.

Anche per questa polizza il risarcimento avviene nel limite massimo definito dal massimale, ma in tale eventualità bisogna fare molta attenzione a che non ci siano nel contratto eventuali clausole di limitazione come le franchigie, o se ci siano, di controllarne con molta attenzione il valore delle stesse.

Ricordiamo che a differenza del massimale, la franchigia infatti, rappresenta l’importo del danno minimo che rimane a carico dell’assicurato, questo vuol dire che se il danno non supera la soglia minima della franchigia, la compagnia non intervien in alcun modo con nessun tipo di risarcimento.

Ovvio che questo tipo di polizza è preferita da tutto coloro che purtroppo, si trovano in condizioni per cui possano verificarsi queste situazioni a seguito di azioni altrui, volontarie o involontarie.

Si pensi ad esempio a situazioni di convivenza in condomino dove si possono creare eventuali litigi o situazioni rancorose che possono sfociare in atteggiamenti di questo tipo, ma anche a situazioni che possono semplicemente verificarsi per strada oppure nel bel mezzo di eventi o manifestazioni.

Ovvio che poi come una polizza incendio e furto, anche la polizza atti vandalici sarebbe da preferire quando si acquista un’auto nuova o comunque un’auto di categoria superiore per mettersi sempre al riparo dalle conseguenze spiacevoli che eventi di questo tipo comportano.

Assicurazione auto: polizza infortuni al conducente

Il quarto tipo di garanzia accessoria è la polizza infortuni al conducente.

Ricordiamo che la copertura RCA obbligatoria va a risarcire tutti i danni che un sinistro può causare in modo involontario a terze persone o a cose altrui, nulla però va a risarcire se il danno lo ha subito anche il conducente del veicolo che ha provocato il sinistro stesso.

In questo senso viene in aiuto la garanzia accessoria infortunio al conducente il cui scopo è quello di andare a risarcire tutti i danni che subisca il conducente del veicolo a seguito di un sinistro per colpa che si possa attribuire sia al conducente stesso oppure all’altro guidatore.

Questa polizza è di fatto importante proprio per evitare quel vuoto di copertura che lascia la copertura RC auto obbligatoria. Perché se è vero che con questa terzi o cose danneggiate a seguito di un sinistro, hanno pieno risarcimento dalla compagnia, è alla fine il conducente del veicolo stesso che rimane totalmente privo di copertura se in questo stesso incidente subisce un danno.

Per proteggersi in tutte queste eventualità dunque, diviene fondamentale la stipula di una garanzia accessoria infortuni al conducente che va a coprire diverse conseguenze che possono verificarsi al conducente a seguito di un sinistro.

Queste possono essere solamente il sostenimento di spese mediche, ma da un incidente stradale possono derivare conseguente anche più gravi come l’invalidità o la morte che con questa garanzia accessoria trovano sempre adeguato risarcimento.

Ovvio che il risarcimento avviene sempre nei limiti del massimale stabiliti all’interno della polizza e questa volta anche nei limiti dei massimali stabiliti per singolo tipo di infortuni o danno riportato a seguito di un determinato infortunio.

Bisogna dire che non c’è una specifica tipologia di automobilisti che deve preferire questo tipo di polizza, ma in generale è consigliabile aggiungere questa garanzia a chi ogni giorno percorre tanti km in macchina (di solito oltre i 40 km), proprio perché potrebbero essere maggiormente esposti a situazioni di rischio.

Assicurazione auto: polizza cristalli

Infine l’ultimo tipo di polizza che esaminiamo, è la garanzia accessoria polizza cristalli. Come si vede è una forma di tutela che è completamente sganciata dal guida del mezzo la quale offre, sempre pagando un premio, il rimborso di tutte le spese che l’automobilista dovrebbe sostenere per sostituire:

-cristalli del lunotto posteriore;

- vetri laterali, ivi compreso il parabrezza.

Mai come nelle altre garanzie accessorie che abbiamo visto, il rimborso in questa polizza è collegato a stringenti condizioni e limiti, pertanto quando si va a stipulare questa polizza è buona norma dare un’attenta lettura di tutte le condizioni inserite all’interno del contratto per vedere se effettivamente, sono contemplate all’interno dello stesso gli eventi per i quali si ha effettivo bisogno di copertura.

Una cosa importante da tenere a mente è che molte volte, una copertura di questo tipo, può essere già compresa nella polizza incendio e furto, quindi anche in questo caso prima di stipularne una ex novo, bisogna verificare sempre di non avere magari già la protezione che andiamo cercando.

È una copertura la cui convenienza va soprattutto a favore di quei soggetti che ogni giorno coprono grande distanza in termini di km percorsi oppure percorrono molto spesso terreni accidentati e dissestati che potrebbero creare più facilmente i presupposti a che questi tipo di danno si possa verificare.