Apple

Apple, società americana di hardware e software

Apple Inc, è un'azienda americana, leader mondiale nella produzione di personal computer, sistemi operativi, dispositivi mobili e dispositivi multimediali.

La storia di Apple

La società nasce nel 1975 dagli amici Steve Jobs e Steve Wozniak, aiutati da Ronald Wayne (quest'ultimo lavorava inizialmente assieme a Jobs per la società Atari. Uscì da Apple ben presto, nell'aprile del 1976, dopo che fu pagata la prima commessa di Apple I).
La progettazione di un nuovo modello di computer, estremamente semplice nel suo utilizzo, fu resa possibile grazie a Wozniak, che diede luce ad una macchina innovativa, collegabile alla televisione e ad una sorta di memoria esterna: tramite un modulo per collegare il computer ad un lettore a cassette, infatti, particolarmente innovativo per le sue prestazioni, era possibile la lettura ed il salvataggio di programmi e dati ad una velocità di 1.200 byte al secondo.

Rimasti in due (Steve Jobs e Steve Wozniak) si misero a progettare un nuovo modello di computer, l'Apple II, ma la progettazione della macchina richiedeva più risorse economiche di quelle preventivate e disponibili ai due creatori. Ad aiutarli fu allora Mike Markkula, che investì 250.000 dollari nella Apple Computer, ufficialmente costituita il 1º aprile 1976.

Lo sviluppo nell'ultimo trentennio

L'Apple II fu presentato nel aprile del 1977 e mostrò notevoli migliorie rispetto al suo predecessore: la macchina visualizzava oltre ai testi anche la grafica. Il nuovo personal computer fu subito un successo e portò l'azienda a crescere ed espandersi.

Nel 1984 venne presentato l'Apple Macintosh, che si rivelò un successo ed un'innovazione per l'era informatica. Nel 1985 Steve Jobs uscì dall'azienda a causa delle diatribe accesesi all'interno della società; aprì allora la Next Computer, azienda ad alta tecnologia, che tuttavia non sortì il successo desiderato e, non compresa dal mercato, vide presto la chiusura.

Negli anni novanta Apple si trovava in difficoltà e decise di innovarsi comprando la società di Steve Jobs, per poterne utilizzare l'innovativo sistema operativo. Steve Jobs fa allora rientro in Apple, riuscendo a riportare l'azienda sulla cresta dell'onda.

Gli Apple Store

Nel 2001 nascono i famosi "Apple Store", punti vendita in cui vengono commercializzati i prodotti Apple: tra questi, la gamma di prodotti comprende computer Mac mini, MacBook Air, iMac, MacBook, MacBook Pro, Mac Pro, Xserve, dispositivi per ascoltare musica, iPod, telefoni iPhone, tablet iPad, modulo Apple TV, basi wireless AirPort, disco di archiviazione Time Capsule, software QuickTime, iLife, iWork, Final Cut Studio, Logic Studio, piattaforma iTunes, sistema operativo Mac OS-X e quello mobile iOS, periferiche Mighty Mouse, Magic Mouse, Magic Trackpad e LED Cinema Display.

La scelta della mela morsicata

Il celeberrimo logo dalla mela rosicchiata venne creato da Rob Janoff, come favore al suo capo Regis McKenna, amico di Steve Jobs.

Tra le varie 'leggende' legate alla scelta di una mela come marchio distintivo, ve ne sono di particolari: da quella che vede l'onorare di Newton e della sua teoria, al lavoro giovanile di Jobs in una piantagione di mele; da una copertina dell'LP dei Beatles rappresentante una mela, all'essere vegetariano dello stesso Jobs; dal suicidio di Alan Turing (padre degli studi sull'intelligenza artificiale) con una mela avvelenata, alla semplicità di un frutto 'facile' da mordere, alla mela che Jobs aveva lasciato posata sul tavolo nel momento in cui stava riflettendo sul logo da adottare.

I principali dati economico finanziari di Apple

Apple Inc. ha la sede principale a Cupertino in California, viene quotata alla Borsa di Francoforte ed alla borsa di New York, nel mercato Nasdaq, con il simbolo AAPL.
Il colosso americano ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013 con un fatturato pari 170,91 miliardi di dollari, in crescita rispetto ai dati del 2012, pari a 156,508 miliardi, ed un utile netto d'esercizio pari a 37,037 miliardi (41,73 lo scorso esercizio).

Per maggiori informazioni: APPLE



STM sale grazie a Barclays e Intel

Buona performance per STM +2,0% a 17,4350 euro in scia alla decisione di Barclays di incrementare il target a 20 euro e al balzo di Intel (+5,1% in after hours al NASDAQ) che ha archiviato il secondo trimestre con risultati in calo ma superiori alle attese e incrementato le stime sui ricavi per l'intero esercizio.

STM sale grazie a Barclays e Intel

Borsa italiana debole, in rosso Eni e bancari. Focus su dato PIL americano. FTSE MIB -0,48%

Borsa italiana debole, in rosso Eni e bancari.

Borsa italiana debole, in rosso Eni e bancari. Focus su dato PIL americano. FTSE MIB -0,48%

Apple promossa da Morgan Stanley

Apple sotto i riflettori a Wall Street grazie alla promozione firmata da Morgan Stanley.

Apple promossa da Morgan Stanley

Borsa Usa: avvio di settimana positivo

La Borsa di New York ha chiuso la prima seduta della settimana in rialzo in vista delle prossime decisioni chiave di politica monetaria e di alcune importati trimestrali societarie (Facebook e Amazon).

Borsa Usa: avvio di settimana positivo

Wall Street: ottimismo da trimestrali, Goldman accende i chip

Dow Jones, Morgan Stanley alza prezzo obiettivo su Apple. Nyse, gran denaro su Halliburton Company. Titoli semiconduttori in denaro grazie a Goldman Sachs. Le azioni ed i temi caldi sulla piazza di Wall Street.

Wall Street: ottimismo da trimestrali, Goldman accende i chip

Apple: Morgan Stanley vede il titolo a 247 dollari

Morgan Stanley ha alzato il target price su Apple a 247 dollari da 231 dollari.

Apple: Morgan Stanley vede il titolo a 247 dollari

Borsa Usa: indici poco mossi

La Borsa di New York ha aperto la prima seduta della settimana senza grandi variazioni in vista delle prossime decisioni chiave di politica monetaria.

Borsa Usa: indici poco mossi

Wall Street, Nasdaq: Cisco, tecnologia vecchio stampo al potere

Azioni Cisco +31% da inizio 2019. Cisco da azienda di hardware a società di servizi. Ecco in che modo Cisco ha diversificato il business, sempre meno dipendente dall'hardware infrastrutturale, dai router agli switch.

Wall Street, Nasdaq: Cisco, tecnologia vecchio stampo al potere

Wall Street, promossi e bocciati: Apple, Netflix, IBM

Wall Street: una selezione delle ultime raccomandazioni degli analisti sui principali titoli degli indici azionari americani.

Wall Street, promossi e bocciati: Apple, Netflix, IBM

Borsa Usa: S&P 500 e Nasdaq positivi, male Netflix

La Borsa di New York ha chiuso la seduta in rialzo grazie alle parole del presidente della Fed di New York.

Borsa Usa: S&P 500 e Nasdaq positivi, male Netflix

Borsa Usa: indici deboli, male Netflix

La Borsa di New York ha aperto la seduta debole, penalizzata dallo stallo delle trattative Usa-Cina sul commercio e da alcune trimestrali societarie deludenti.

Borsa Usa: indici deboli, male Netflix

Apple: Raymond James alza il rating a "outperform"

Raymond James ha alzato il rating su Apple a "outperform" da "market perform".

Apple: Raymond James alza il rating a "outperform"

Wall Street: baraonda Netflix, quel crollo che non ti aspetti

Netflix, il dato sui nuovi abbonati Q2 2019 è deludente. Utili Netflix oltre le attese nel secondo trimestre, ricavi sul filo del rasoio. Concorrenza streaming online sempre più aspra. Tutti i numeri da Wall Street.

Wall Street: baraonda Netflix, quel crollo che non ti aspetti

Francia approva la digital Tax e fa infuriare Trump

Il parlamento francese ha dato il via libera all'introduzione della digital Tax (la cosiddetta "Taxe Gafa") sui colossi del web, tra cui Google, Amazon, Facebook e Apple, ma anche Meetic, Airbnb, Instagram o la francese Criteo, portando alle casse dello Stato 400 milioni di euro nel 2019 e 650 nel 2020.

Francia approva la digital Tax e fa infuriare Trump

S&P 500 da 2000 a 3000 punti in 5 anni, chi ha vinto e chi perso

Migliori titoli S&P 500, vince il settore tecnologico. Visa, MasterCard e Cisco con rialzi a tre cifre. JP Morgan e Bank of America top tra le grandi banche. I peggiori sull'S&P 500, da Apache a The Gap.

S&P 500 da 2000 a 3000 punti in 5 anni, chi ha vinto e chi perso

Piazza Affari migliore in Europa con bancari e petroliferi, spread in calo. FTSE MIB +0,73%

Piazza Affari migliore in Europa con bancari e petroliferi, spread in calo.

Piazza Affari migliore in Europa con bancari e petroliferi, spread in calo. FTSE MIB +0,73%
apk