BP

La BP plc, originariamente British Petroleum, è una società del Regno Unito operante nel settore energetico e soprattutto del petrolio e del gas naturale, settori in cui è uno dei quattro maggiori attori a livello mondiale (assieme a Royal Dutch Shell, ExxonMobil e Total). La sede è a Londra.



Il Brent sale ed Eni è ottimista. Anche se...

Oggi c’è particolare attesa per il report dagli Usa sulle scorte di petrolio greggio, in virtù del recente rialzo registrato dalle quotazioni del petrolio.

Il Brent sale ed Eni è ottimista. Anche se...

Petrolio: dopo Shell si muovono anche le altre grandi

Petrolio in crollo: se prima era un problema di sopravvivenza per le piccole realtà del settore adesso è una questione delicata anche per le grandi major statunitensi.

Petrolio: dopo Shell si muovono anche le altre grandi

L'Iran e l'accordo sul nucleare. Forse. Chi vince nel mondo?

Accordo. Questa la parola pronunciata dalle delegazioni che stanno lavorando da giorni per la firma. E in effetti di accordo si tratta. Ma è anche un accordo di massima sui punti fondamentali e che non ha definito i particolari tecnici e molti anche cronologici.

L'Iran e l'accordo sul nucleare. Forse. Chi vince nel mondo?

Lo Shale ha trovato l'arma vincente per sopravvivere

Mentre precipita la situazione in Libia, il petrolio sale. Ma quale sarà il vero motivo? Infatti, a ben pensarci, esistono molti più fattori contro che a favore. E come se non bastasse adesso arriva anche la tecnologia.

Lo Shale ha trovato l'arma vincente per sopravvivere

Petroliferi e dividendi: chi li taglia e chi li aumenta

Settore complicato quello degli energetici e in particolare nel settore dei petroliferi. A livello mondiale, infatti le maggiori compagnie petrolifere hanno scelto una strada più drastica di tagli su costi e investimenti.

Petroliferi e dividendi: chi li taglia e chi li aumenta

Petrolio: ora è panico, crolla sotto i 60$. Progetti sospesi

Siamo davvero sicuri che la situazione del petrolio sia gestibile? A rischio, da subito, i piccoli produttori Usa, ma anche le grandi economie.

Petrolio: ora è panico, crolla sotto i 60$. Progetti sospesi

3 dividendi contro i tempi incerti

Ieri Piazza Affari crolava al limite del 4%. E in molti, nel post Draghi, hanno intuito che forse la Bce non è più in grado di poter reggere la scommessa sull'Europa. I timori potrebbero affacciarsi sui mercati. O per lo meno, la volatilità.

3 dividendi contro i tempi incerti

I migliori dividendi della settimana

Dividendi: il porto sicuro nelle tempeste. Purchè chi li concede sia altrettanto sicuro.

I migliori dividendi della settimana

Petrolio&Dividendi: 5 titoli in pole position

L’offensiva dei ribelli iracheni presto potrebbe arrivare in quel sud produttore di petrolio che così rischierebbe il crollo. Intanto Washington ha autorizzato, proprio ieri le industrie made in Usa, ad esportare petrolio. Sarà un caso?

Petrolio&Dividendi: 5 titoli in pole position

Il punto debole del prossimo mercato estivo

In pochi, in pochissimi, avrebbero il coraggio di uscire, adesso, dal mercato, se non altro per mordere ancora qualcosa sul guadagno, perchè l’avidità, diciamocela tutta, è presente in ognuno di noi, anche il più razionale. Tutto questo per dire che al momento attuale i tori non sono spaventati e gli orsi sono troppo tori per il momento.

Il punto debole del prossimo mercato estivo
apk