Bper Banca

RSS

Banca Popolare dell'Emilia Romagna, altrimenti detta BPER

Banca Popolare Emilia Romagna, fondata nell'anno 1867, offre servizi di factoring, di credito al consumo, di Wealth Management e di leasing.


Grafico interattivo MIL:BPE offerto da TradingView

Banca Popolare dell'Emilia Romagna, altrimenti detta BPER

Banca Popolare dell'Emilia Romagna S.p.A. è una banca nazionale, posta al vertice del gruppo bancario BPER, che coordina e controlla altre 9 banche: Banco di Sardegna S.p.A., Banca di Sassari S.p.A., Cassa di Risparmio della provincia dell'Aquila S.p.A., Banca della Campania S.p.A., Banca Popolare del Mezzogiorno S.p.A, Banca Popolare di Aprilia S.p.A., Banca Popolare di Ravenna S.p.A. e Banca Popolare di Lanciano e Sulmona S.p.A.

Oltre ad essere attiva nel settore bancario, offre servizi di factoring, di credito al consumo, di Wealth Management e di leasing.

Oltre 100 anni di storia

Le sue origini risalgono al 1867, inizialmente conosciuta con il nome di Banca Popolare di Modena, costituita per mano della Società Operaia di Mutuo Soccorso e fondata sul modello di Luigi Luzzatti (economista, promotore di organismi economici dediti ad aiutare le classi deboli e disagiate).

La crescita e le acquisizioni di Banca Popolare dell'Emilia Romagna S.p.A.

Nei primi anni ottanta Banca Popolare inizia ad espandersi attraverso piccole acquisizioni e nel 1983 trasforma la sua denominazione in Banca Popolare dell'Emilia, grazie alla fusione con la Banca Cooperativa di Bologna.

Nel 1992 segue l'incorporazione della Banca Popolare di Cesena e ciò porta ad una variazione della denominazione sociale in Banca Popolare dell'Emilia Romagna.

Negli anni successivi la banca continua a svilupparsi e a radicarsi sul territorio nazionale, attraverso molteplici acquisizioni: tra queste, spiccano quelle con Banca Popolare del Sinni, Banca Popolare di Aprilia, Banca Popolare di Salerno, Banca Popolare di Lanciano e Sulmona, Banca Popolare di Ravenna, Cassa di Risparmio della provincia dell’Aquila, Banca Popolare dell’Irpinia, Banco di Sardegna e molte altre.

I principali dati finanziari

Banca Popolare dell'Emilia Romagna S.p.A. ha sede principale a Modena, in Via S. Carlo, 8/20 - Via Scudari, 7/9 ed è presente sul territorio nazionale con circa 1.300 filiali e circa 12.000 dipendenti (dati al 2012).
Il gruppo bancario è quotato presso la Borsa di Milano, nel segmento MTA, con il simbolo BPE ed ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013 registrando una perdita pari a 12,789 milioni di euro, in netto peggioramento rispetto ai dati del conto economico pro-forma 2012, ove l'utile netto si attestava a 8,737 milioni.

Per maggiori informazioni: BANCA POPOLARE EMILIA ROMAGNA

Nome società BPER BANCA
Paese Italia
Mercato FTSE MIB
Settore BANCHE
Codice Alfa BPE
Codice Isin IT0000066123
Codice Reuters EMII.MI
Sito web società Link
Telefono +390592021111
Fax +390592022033
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società Via San Carlo 8/20, 41121 Modena (MO)
Società revisione Deloitte & Touche S.p.A.
Azioni in circolazione 481.308.435
Capitale Sociale 1.001.873.757
Tipo Titolo Azioni ordinarie
Valore nominale € 3
Data di collocamento n.d.
Prezzo di collocamento n.d.
Ultimo dividendo € 0.1100
Tipo dividendo Ordinario
Data pagamento 23/05/2018
Ultima raccomandazione 08/08/2018
Emittente MEDIOBANCA
Raccomandazione Neutral
Target Price € 5.20
Andamento rating
 
Caselli Ettore
Marri Alberto
Boldrini Giosuè
Odorici Luigi
Masperi Valeriana Maria
Vandelli Alessandro
Gualandri Elisabetta
Marotta Roberto
Ferrari Pietro
Bernardini Mara
Cassani Pietro
Jannotti Pecci Costanzo
Venturelli Valeria
Marracino Roberta
Galante Alfonso Roberto
Venturini Gian Enrico
Mele Antonio
Baldi Carlo
Rizzo Diana
Sandrolini Francesca
Tardini Vincenzo
Butturi Giorgia
Spinelli Gianluca
Fondazione di Sardegna 3.02 %
Unipol Gruppo S.p.A. 9.87 %
Fondazione Cassa di Risparmio di Modena 3.00 %
31/12/2016 Variaz. % 31/12/2015
Margine Gestione Finanziaria 2.013,00 -13,16 % 2.318,00
Utile (Perdita) Netto del Gruppo 14,20 -93,56 % 220,60
Crediti Verso la Clientela 45.494,10 4,10 % 43.702,50
Sofferenze Lorde 7.039,00 -0,98 % 7.108,60
Massa Amministrata 63.759,90 7,31 % 59.416,50
Patrimonio netto 5.555,70 -1,70 % 5.651,70
Raccolta da Clientela 47.499,90 2,41 % 46.382,20
Ultimo Aggiornamento: 16/03/2018







Unipol: Banca IMI conferma buy

Unipol (+3,8% a 3,5550 euro): Banca IMI conferma la raccomandazione buy e il target 5,10 euro.

Unipol: Banca IMI conferma buy

Piazza Affari in rosso: Atlantia in forte calo dopo crollo viadotto Polcevera. FTSE MIB -0,16%

Piazza Affari in rosso: Atlantia in forte calo dopo crollo viadotto Polcevera.

Piazza Affari in rosso: Atlantia in forte calo dopo crollo viadotto Polcevera. FTSE MIB -0,16%

Borsa italiana positiva: bancari in recupero, bene Saipem e Unipol, in rosso Mediaset. FTSE MIB +0,67%

Borsa italiana positiva: bancari in recupero, bene Saipem e Unipol, in rosso Mediaset.

Borsa italiana positiva: bancari in recupero, bene Saipem e Unipol, in rosso Mediaset. FTSE MIB +0,67%

Bancari in verde con calo spread e recupero lira turca

Bancari in recupero grazie alla flessione dello spread BTP-Bund a 270 bp circa dai 279 della chiusura di ieri: secondo una nota del Governo nella serata si è tenuto un vertice tra il premier Conte, i ministri e vicepremier Di Maio e Salvini e il ministro dell'Economia Tria per ribadire l'impegno per la stabilità dei conti pubblici e per il percorso di riduzione del debito.

Bancari in verde con calo spread e recupero lira turca

Buona performance per Unipol in scia a dati sem1 e report Equita

Buona performance per Unipol (+0,9% a 3,4560 euro) ancora in scia ai dati del primo semestre pubblicati alla fine della scorsa settimana e alla decisione di Equita di confermare la raccomandazione buy sul titolo, pur con target ridotto da 5,60 a 5,40 euro.

Buona performance per Unipol in scia a dati sem1 e report Equita

L'Angolo del Trader

Azimut Holding in netto rialzo, recupera dalla correzione vista nella seconda parte della scorsa settimana.

L'Angolo del Trader

Piazza Affari in rosso con i bancari: pesano Turchia e spread. FTSE MIB -0,58%

Piazza Affari in rosso con i bancari: pesano Turchia e spread.

Piazza Affari in rosso con i bancari: pesano Turchia e spread. FTSE MIB -0,58%

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

Anche la banca centrale turca darà vita a quel whatever it takes che nel 2012 permise alla Bce di salvare l'euro. Ma la banca centrale di Ankara non è l'istituto di Francoforte e la lira turca non è l'euro.

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata

Piazza Affari sopra i minimi giornalieri: bancari ancora sotto schiaffo, bene Azimut. FTSE MIB -0,77%

Piazza Affari sopra i minimi giornalieri: bancari ancora sotto schiaffo, bene Azimut.

Piazza Affari sopra i minimi giornalieri: bancari ancora sotto schiaffo, bene Azimut. FTSE MIB -0,77%

Bancari sotto pressione con Turchia e spread

I bancari restano sotto pressione a causa della crisi della Turchia: la lira turca nella notte ha toccato il minimo storico contro dollaro a 7,1326.

Bancari sotto pressione con Turchia e spread

Borsa italiana ancora debole, crisi Turchia resta in primo piano. FTSE MIB -0,87%

Borsa italiana ancora debole, crisi Turchia resta in primo piano.

Borsa italiana ancora debole, crisi Turchia resta in primo piano. FTSE MIB -0,87%
apk