Credit Suisse

Credit Suisse Group, banca svizzera per i servizi finanziari

Credit Suisse Group AG è un istituto di credito svizzero, leader a livello globale nel ramo dei servizi finanziari, suddivisi in tre divisioni: private banking, asset management ed investment banking.
La banca offre alle aziende e ai privati una vasta gamma di servizi bancari ed è attiva nel settore dei finanziamenti, delle consulenze personali, soluzioni ipotecarie e leasing.
La società si occupa della gestione dei fondi patrimoniali, dei fondi d'investimento, dei mandati di gestione patrimoniale e degli Exchange Trader Fund. E' attiva inoltre nel ramo assicurativo.

La storia ed il suo pioniere: Johann Heinrich Alfred Escher Vom Glas

Le origini del gruppo finanziario risalgono al 1856, quando venne costituita a Zurigo la Schweizerische Kreditanstalt, grazie al contributo di Johann Heinrich Alfred Escher Vom Glas, (Zurigo,1819-Zurigo, 1882) politico ed industriale, nonché ideatore delle ferrovie svizzere.

Alfred Escher, contribuì attivamente alla nascita del Credito Svizzero, il quale fornì il finanziamento per la costruzione della ferrovia del Gottardo, della quale divenne Presidente.
Inizialmente l'Istituto di credito esercitava come principale attività quella di finanziamento ad aziende nazionali, consentendo così lo sviluppo del tessuto economico elvetico.
La banca si è sviluppata nell'arco degli anni, attraverso acquisizioni e nuove costituzioni (Bank Leu, Banca Popolare Svizzera, ABN Ambro Bank), diventando uno dei principali operatori finanziari internazionali.

In riferimento a Credit Suisse, il Wall Street Journal ha affermato: "Credit Suisse è sopravvissuta alla crisi del credito meglio di molti altri competitors".
All'oggi, Credit Suisse è una tra le maggiori Banche d'Affari specializzate nell'analisi tecnica e fondamentale dei mercati finanziari (nell'assegnazione di rating societari e target price).

I principali dati finanziari del gruppo Credit Suisse

Il gruppo Credit Suisse ha sede principale a Zurigo, in Paradeplatz 8. E' inoltre presente a livello globale con 405 uffici sparsi dalla Svizzera all'America e conta circa 46.900 collaboratori.

Dal 1998 Credit Suisse Italy è presente anche in Italia con la divisione Private Banking International. Il colosso elvetico è quotato sia alla Borsa Valori di Zurigo, con il simbolo CSGN, sia alla Borsa di New York, con il simbolo CS.
L'esercizio 2013 è stato chiuso con un fatturato pari a 25,689 miliardi di franchi svizzeri (41,937 miliardi di dollari), con un utile netto in crescita da 1,349 miliardi del 2012 a 2,326 del 2013.

Per maggiori informazioni: CREDIT SUISSE



Il tiro vincente Berlino l'ha tirato 25 anni fa. Ed era rigore

Un quarto di secolo fa la Germania diventava una nazione unita. Per salvarsi ha dato vita a riforme massacranti. Loro le hanno rette. Per merito (anche) di spirito, tempra, voglia di fare e politica lungimirante. Oggi fa i suoi interessi. Da qui la domanda: siamo forse noi che non sappiamo proteggere i nostri?

Il tiro vincente Berlino l'ha tirato 25 anni fa. Ed era rigore

Credit Suisse: la strategia d'investimento per maggio

Più fatti e meno parole. Questa l’idea che arriva da Credit Suisse circa le strategie messe in campo dalla Bce per gli stimoli economici. E i fatti potrebbero arrivare presto.

Credit Suisse: la strategia d'investimento per maggio

Titoli celebri nel mirino: 3 brindisi e 2...congestioni

In attesa di una presa o una perdita di valore, l’importante è che il mercato...se la beva.

Titoli celebri nel mirino: 3 brindisi e 2...congestioni

Credit Suisse: Italia? Fidarsi è bene, ma non troppo

Tanti i punti di luce ma altrettanto pericolosi i passivi, passivi che hanno inciso talmente tanto nel passato e che sono peggiorati talmente tanto nel presente, da rendere difficile da parte dell’intero sistema Italia una disintossicazione completa. E soprattuto a breve termine.

Credit Suisse: Italia? Fidarsi è bene, ma non troppo

Le migliori idee per investire secondo Credit Suisse

I punti fermi per chi intende investire nel 2014. L'Ucraina a quanto pare non fa paura e anzi permette di ritrovare nuovi slanci. Segno che l'ottimismo c'è e persiste.

Le migliori idee per investire secondo Credit Suisse

Credit Suisse punta sull'Italia: i titoli e i settori preferiti

Meglio restare in Europa, nonostante la Bce. Il consiglio, o se si preferisce l’allarme, dipende dai punti di vista, arriva da Credit Suisse che avverte: la Bce sta sottovalutando i rischi di deflazione.

Credit Suisse punta sull'Italia: i titoli e i settori preferiti

Credit Suisse: il vero pericolo sui mercati non è la Russia

Se si volesse limitare l’azione e l’impatto alla sola Ucraina, le preoccupazioni per il mondo praticamente non ci sarebbero. Se quella di ieri è stata una fiammata, il vero pericolo è altro.

Credit Suisse: il vero pericolo sui mercati non è la Russia

L'azionario Usa non convince Credit Suisse

Segnali di ripresa in atto su tutto il panorama azionario ma che diventeranno intermittenti su quello Usa con l’azionario non più in gran forma o comunque non in grado di reggere i ritmi che lo hanno caratterizzato fino ad ora.

L'azionario Usa non convince Credit Suisse

Credit Suisse fiduciosa (troppo) nei prossimi 12 mesi

3,7% nel 2014 per l’economia mondiale. Andrew Garthwaite di Credit Suisse è già nella corsia di sorpasso mentre i timori per i prossimi 12 mesi oscillano tra un cauto ottimismo e una prudente stasi. Ottimismo che diventa utopia quando si ascoltano le motivazioni che reggerebbero questo rally.

Credit Suisse fiduciosa (troppo) nei prossimi 12 mesi

Credit Suisse: i titoli più sottovalutati a Piazza Affari

Se le Banche centrali decideranno le sorti dei mercati ancora per lungo tempo allora vuol dire che l’azionario ha ancora margini di crescita. E i numeri sembra diano ragione a chi crede all'Europa come un nuovo panorama d'investimento. Le previsioni di Credit Suisse.

Credit Suisse: i titoli più sottovalutati a Piazza Affari

S&P e Bernanke frenano le grandi banche

Bernanke prende provvedimenti per mettere un freno allo strapotere delle grandi banche. Dall'altro lato arriva anche un downgrade di S&P sui colossi troppo esposti al mercato europeo.

S&P e Bernanke frenano le grandi banche

I 7 motivi di JP Morgan e Credit Suisse per essere rialzisti

In attesa di risposte, anche se molti si aspettano più che altro rassicurazioni o anche solo date certe, soprattutto dopo le notizie sugli emergenti (in forte sell-off), mentre sul resto delle piazze si vedevano rendimenti in aumento e titoli in piena volatilità.

I 7 motivi di JP Morgan e Credit Suisse per essere rialzisti
apk