Credito Emiliano

Il gruppo Credem, Credito Emiliano

Credem, ovvero Credito Emiliano S.p.A., è un gruppo bancario privato italiano, che offre una vasta gamma di servizi bancari dedicati ad imprese e privati.
Il gruppo si occupa del bankassurance e dell'asset management, attraverso i propri marchi Credemvita e Euromobiliare.

Il Gruppo Credem è composto da quattro filiere:

  • Banca e Credito, con attività di leasing, factoring, banca commerciale e agente in attività finanziaria
  • Asset Managment, tra cui Euromobiliare (private banking, gestione del risparmio e Sicav) e Credit International Lux (private corporate e leasing internazionale)
  • Attività diverse, tra le quali CredemHolding, CredemTel, Magazzini generali delle Tagliate, Credem CB, CanossaCB e Euromobiliare (fiduciaria)
  • Bankassurance, tra cui CredemVita e CredemAssicurazioni.

Le origini bancarie

Le origini dell'istituto risalgono a Reggio, nell'Emilia, nel lontano 1910, quando venne costituita la Banca Agricola Commerciale di Reggio Emilia, grazie all'iniziativa di un gruppo di imprenditori locali, per sostenere e sviluppare l'economia locale emiliana.

Le acquisizioni e lo sbarco in Borsa di Credem

La banca, radicata sul territorio regionale, nell'arco dei decenni si espande a livello nazionale, con la prima acquisizione della Banca milanese Belinzaghi (1983) ed il conseguente cambio di denominazione sociale in Credito Emiliano S.p.A.; continua poi con altre acquisizioni ed incorporazioni di rami aziendali,
tra le quali quelle con Banca di Girgenti, Istituto Bancario Siciliano, Euromobiliare Mutui, Banca Tamborino Sangiovanni, Banca della Provincia di Napoli, Banca dei Laghi.

Nel 1997 il gruppo bancario fa il suo debutto a Piazza Affari, dove è quotato tutt'oggi nel segmento MTA, con il simbolo CE.

I principali dati economico finanziari

Credito Emiliano ha la propria sede principale a Reggio nell'Emilia, in Via Emilia San Pietro, 4 ed è presente sul territorio internazionale nel Lussemburgo e in Svizzera.
A livello nazionale opera attraverso 600 dipendenze, dislocate in 19 regioni, con circa 5.600 dipendenti; annovera inoltre una rete vendita di circa 800 promotori finanziari.

Il gruppo bancario ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013 con un utile netto pari a 115,913 milioni di euro, in calo rispetto ai 121,24 milioni del 2012 (contro i 96,63 milioni di euro del 2011, anno in cui aveva registrato un aumento del 25.5%, a seguito del quale è stata distribuito un dividendo nel mese di maggio).

Per maggiori informazioni: CREDEM



I Buy di oggi da Anima Holding a Unipol

Per gli analisti di Equita Sim valgono un buy Atlantia con target price di 30,10 euro.

I Buy di oggi da Anima Holding a Unipol

Piazza Affari torna indietro: cosa accadrà prima del week-end?

Il Ftse Mib ha negato quasi interamente il rimbalzo di ieri, mantenendosi però ancora ad una certa distanza da un supporto chiave. I market movers di domani.

Piazza Affari torna indietro: cosa accadrà prima del week-end?

Credem, utile netto 2017 +41,4% a 186,5 milioni

"I risultati raggiunti quest'anno sono effettivamente eccezionali, sia guardando alla decisa crescita di tutti gli aggregati economici e patrimoniali, sia considerando il continuo sviluppo del Gruppo", ha dichiarato Nazzareno Gregori, Direttore Generale di Credem.

Credem, utile netto 2017 +41,4% a 186,5 milioni

Piazza Affari riparte, ma non è tutto oro quel che luccica

Il Ftse Mib si è riportato a ridosso dei 23.000 punti, dalla cui rottura o meno dipenderà l'evoluzione nel breve. I market movers di domani.

Piazza Affari riparte, ma non è tutto oro quel che luccica

Borsa italiana sui minimi dall'11 gennaio: FTSE MIB -1,44%

Borsa italiana sui minimi dall'11 gennaio: FTSE MIB -1,44%.

Borsa italiana sui minimi dall'11 gennaio: FTSE MIB -1,44%

Piazza Affari debole ma in recupero dai minimi: FTSE MIB -0,84%

Piazza Affari debole ma in recupero dai minimi: FTSE MIB -0,84%.

Piazza Affari debole ma in recupero dai minimi: FTSE MIB -0,84%

Gregori: Credem intende crescere ancora in Italia

Sul riferimento a 7,73 euro in avvio di ottava il titolo di Credem.

Gregori: Credem intende crescere ancora in Italia

Piazza Affari in progresso: FTSE MIB +0,43%

Piazza Affari in progresso: FTSE MIB +0,43%.

Piazza Affari in progresso: FTSE MIB +0,43%

Bancari in buona forma: FTSE Italia Banche +1%

Bancari in buona forma: l'indice FTSE Italia Banche segna +1%.

Bancari in buona forma: FTSE Italia Banche +1%

Il mercato ballerà un po' fino a primavera: titoli da preferire

Con il pieno ritorno all'operatività si potrebbe assistere ad un rimbalzo di Piazza Affari, ma nulla di più. Su quali titoli puntare ora? La view di Fabrizio Brasili.

Il mercato ballerà un po' fino a primavera: titoli da preferire

Troppe incognite pesano su Piazza Affari: i titoli da scegliere

All'inizio del nuovo anno non ci sarà una ripresa tecnica da parte di coloro che dopo aver venduto a dicembre torneranno a comprare gli stessi titoli a gennaio. L'analisi e le strategie di Fabrizio Brasili.

Troppe incognite pesano su Piazza Affari: i titoli da scegliere

Credem, Moody's conferma i rating principali

In data odierna Moody's Investors Services ha confermato i seguenti rating assegnati a Credito Emiliano (Credem): - Rating a breve termine sui Depositi: "P-2"; - Counterparty Risk Assessment a lungo termine: "Baa1"; - Counterparty Risk Assessment a breve termine: "P-2"; - Emission subordinate (valuta locale): "Ba1"; - Adjusted Baseline Credit Assessment: "baa3"; - Baseline Credit Assessment: "baa3".

Credem, Moody's conferma i rating principali

La borsa italiana ripiega nel finale: Ftse Mib +0,15%

La borsa italiana ripiega nel finale: Ftse Mib +0,15%.

La borsa italiana ripiega nel finale: Ftse Mib +0,15%

Piazza Affari tonica con i bancari: Ftse Mib +0,82%

Piazza Affari tonica con i bancari: Ftse Mib +0,82%.

Piazza Affari tonica con i bancari: Ftse Mib +0,82%

Borsa italiana in rialzo con i bancari: Ftse Mib +0,42%

Borsa italiana in rialzo con i bancari: Ftse Mib +0,42%.

Borsa italiana in rialzo con i bancari: Ftse Mib +0,42%

Bancari positivi su ipotesi accordo Brexit

Bancari in ottima forma grazie alle indiscrezioni della BBC su un'ipotesi di accordo economico tra Regno Unito e UE sulla Brexit.

Bancari positivi su ipotesi accordo Brexit
apk