Credito Emiliano

Il gruppo Credem, Credito Emiliano

Credem, ovvero Credito Emiliano S.p.A., è un gruppo bancario privato italiano, che offre una vasta gamma di servizi bancari dedicati ad imprese e privati.
Il gruppo si occupa del bankassurance e dell'asset management, attraverso i propri marchi Credemvita e Euromobiliare.

Il Gruppo Credem è composto da quattro filiere:

  • Banca e Credito, con attività di leasing, factoring, banca commerciale e agente in attività finanziaria
  • Asset Managment, tra cui Euromobiliare (private banking, gestione del risparmio e Sicav) e Credit International Lux (private corporate e leasing internazionale)
  • Attività diverse, tra le quali CredemHolding, CredemTel, Magazzini generali delle Tagliate, Credem CB, CanossaCB e Euromobiliare (fiduciaria)
  • Bankassurance, tra cui CredemVita e CredemAssicurazioni.

Le origini bancarie

Le origini dell'istituto risalgono a Reggio, nell'Emilia, nel lontano 1910, quando venne costituita la Banca Agricola Commerciale di Reggio Emilia, grazie all'iniziativa di un gruppo di imprenditori locali, per sostenere e sviluppare l'economia locale emiliana.

Le acquisizioni e lo sbarco in Borsa di Credem

La banca, radicata sul territorio regionale, nell'arco dei decenni si espande a livello nazionale, con la prima acquisizione della Banca milanese Belinzaghi (1983) ed il conseguente cambio di denominazione sociale in Credito Emiliano S.p.A.; continua poi con altre acquisizioni ed incorporazioni di rami aziendali,
tra le quali quelle con Banca di Girgenti, Istituto Bancario Siciliano, Euromobiliare Mutui, Banca Tamborino Sangiovanni, Banca della Provincia di Napoli, Banca dei Laghi.

Nel 1997 il gruppo bancario fa il suo debutto a Piazza Affari, dove è quotato tutt'oggi nel segmento MTA, con il simbolo CE.

I principali dati economico finanziari

Credito Emiliano ha la propria sede principale a Reggio nell'Emilia, in Via Emilia San Pietro, 4 ed è presente sul territorio internazionale nel Lussemburgo e in Svizzera.
A livello nazionale opera attraverso 600 dipendenze, dislocate in 19 regioni, con circa 5.600 dipendenti; annovera inoltre una rete vendita di circa 800 promotori finanziari.

Il gruppo bancario ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013 con un utile netto pari a 115,913 milioni di euro, in calo rispetto ai 121,24 milioni del 2012 (contro i 96,63 milioni di euro del 2011, anno in cui aveva registrato un aumento del 25.5%, a seguito del quale è stata distribuito un dividendo nel mese di maggio).

Per maggiori informazioni: CREDEM



Accordo Credem e Fei per le imprese italiane

Accordo Credem e Fei per le imprese italiane In particolare si tratta di due distinti plafond con garanzie del FEI (Fondo Europeo Investimenti) di cui:200 milioni di euro per investimenti in innovazione (programma InnovFin);400 milioni di euro per favorire l'accesso al credito (programma europeo denominato COSME).

Accordo Credem e Fei per le imprese italiane

Il successo dei Pir supera le attese. I titoli su cui puntare

I piani individuali di risparmio piacciono e lo dimostra la raccolta realizzata sino ad ora che ha indotto gli analisti a rivedere nettamente al rialzo le stime per il 2017. Una selezione dei titoli più interessanti in ottica Pir.

Il successo dei Pir supera le attese. I titoli su cui puntare

Borsa Italiana, i dividendi di Lunedì 15 Maggio 2017

-

Borsa Italiana, i dividendi di Lunedì 15 Maggio 2017

Borsa italiana positiva in avvio: Ftse Mib +0,45%

Borsa italiana positiva in avvio: Ftse Mib +0,45%.

Borsa italiana positiva in avvio: Ftse Mib +0,45%

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere

Il FtseMib disegna una white spinning top che consolida sotto la resistenza in area 21.700 nella settimana che consacra Macron come nuovo presidente francese.

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere

Il mercato ha bisogno di un pit-stop: vendere o tenere?

Il Ftse Mib ha perso un po' di spinta rialzista, ma al contempo non sembra voler indietreggiare per ora. Gli scenari e i market movers per la prima seduta della settimana.

Il mercato ha bisogno di un pit-stop: vendere o tenere?

Appuntamenti societari della giornata di lunedì 15 maggio 2017

Oggi in agenda.

Appuntamenti societari della giornata di lunedì 15 maggio 2017

Appuntamenti societari della settimana dal 15 al 19 maggio 2017

Questa settimana in agenda.

Appuntamenti societari della settimana dal 15 al 19 maggio 2017

Borsa italiana in rialzo: Ftse Mib +0,43%

Borsa italiana in rialzo: Ftse Mib +0,43%.

Borsa italiana in rialzo: Ftse Mib +0,43%

Borsa Italiana, i dividendi di oggi

Oggi staccheranno una cedola le seguenti società quotate a Piazza Affari.

Borsa Italiana, i dividendi di oggi

Borsa Italiana, i dividendi della prossima settimana

La prossima settimana staccheranno una cedola le seguenti società quotate a Piazza Affari.

Borsa Italiana, i dividendi della prossima settimana

Piazza Affari in verde: Ftse Mib +0,37%

Piazza Affari in verde: Ftse Mib +0,37%.

Piazza Affari in verde: Ftse Mib +0,37%

Bancari in ascesa, Ftse Italia Banche +1,7%

Ottime performance per i titoli del settore bancario italiano: l'indice Ftse Italia Banche segna +1,7%, l'EURO STOXX Banks +0,3%.

Bancari in ascesa, Ftse Italia Banche +1,7%

Credem, variazione rating Fitch

In data 27 aprile 2017, Fitch ha rivisto in peggioramento i rating di 5 banche italiane unicamente a seguito, e coerentemente, con la revisione al ribasso del rating a lungo termine assegnato all'Italia, comunicato il 21 aprile 2017.

Credem, variazione rating Fitch

Credem: Fitch taglia il rating di lungo termine a "BBB"

Fitch ha rivisto in peggioramento i rating di 5 banche italiane unicamente a seguito, e coerentemente, con la revisione al ribasso del rating a lungo termine assegnato all'Italia, comunicato il 21 aprile 2017.

Credem: Fitch taglia il rating di lungo termine a "BBB"

Piazza Affari: c'è fiducia, ma i fattori di rischio permangono

Il Ftse Mib sta mostrando una buona forza relativa come non accadeva da tempo: c'è spazio per ulteriori allunghi nel breve? La view e le indicazioni operative di Alessandro Cirillo.

Piazza Affari: c'è fiducia, ma i fattori di rischio permangono
apk