Fincantieri

Fincantieri, società del settore cantieristico navale italiana

Fincantieri S.p.A. è una delle più grandi realtà europee e mondiali attiva nel campo dei cantieri navali. L’azienda (pubblica italiana) è stata, fin dal momento della sua fondazione, di proprietà dell’IRI, divenendo oggi una realtà controllata al 99,355% dalla società Fintecna S.p.A., la finanziaria del Ministero dell'Economia e delle Finanze italiana.

Fin dal 2008 la società ha redatto il Documento di Programmazione economica e finanziaria in cui prevedeva la quotazione di Fincantieri già da quell’anno. Con l’aggravassi della crisi economica e le difficoltà mondiali dei mercati finanziari, la società ha congelato la candidatura ed è tornata a proporsi per la Borsa di Milano nel 2014.

Le origini di Fincantieri

Fincantieri è stata fondata il 29 dicembre del 1959, in qualità di società finanziaria di Stato per i cantieri navali. La società prese spunto dal modello della Finmare, finanziaria per la flotta mercantile, tramite la quelle lo Stato deteneva il controllo sulla quasi totalità dei maggiori gruppi cantieristici italiani dell’epoca (tra cui CRDA, OTO ed Ansaldo).

Tra i maggiori successi del gruppo, nel 1992 i cantieri di Fincantieri realizzarono il “Destriero”, che riconquistò (dopo la vittoria del 1933 dell’imbarcazione Rex) il Nastro Azzurro attraversando l’oceano Atlantico con velocità media di 53 nodi.

A seguito dello scioglimento dell’IRI (ente pubblico italiano, istitutivo nel 1933 da Benito Mussolini come tutela al fallimento delle banche italiane e all’economia nazionale e liquidato nel 2002), Fincantieri passa sotto la supervisione di Confindustria.
La società è inoltre associata a Cesa (Committee European Shipbuilders’ Associations), Associazione dei costruttori navali d’Europa e, in ambito Italiano, ha contribuito alla nascita di Assonave, l’Associazione dei cantieri navali pubblici, ed affiancata ad Ancanap, l’Associazione dei cantieri navali privati.

Le acquisizioni strategiche

Dopo un periodo di tendenziale stallo, la società Fincantieri torna sul mercato nel dicembre del 2012: con una politica strategica volta all’espansione, la stessa ha acquistato STX OSV Holdings Ltd per una somma di 900 milioni (in due tranches, la prima delle quali da 455 milioni, per un corrispettivo del 50,75% della società), una tra le maggiori aziende al mondo per la costruzione di mezzi di supporto all’estrazione e alla produzione di petrolio e gas naturale.
Fincantieri entra in tal modo nel mondo della navigazione offshore.

Tra le più celebri costruzioni di Fincantieri si annovera la SSCV 7000, la seconda (per dimensioni) piattaforma semi sommergibile mai realizzata, fornita di gru con capacità di sollevamento fino a 14 mila tonnellate. Fincantieri costruì inoltre la Grand Princess, l’allora più grande nave passeggeri al mondo.

Nel corso del 2013, ad operazione effettuate, STX OSV modifica la propria denominazione in Vard, ispirata alla torre di pietra norvegese (la Varde) usata come faro per la navigazione. Nel medesimo periodo, Fincantieri, attraverso il controllo di Vard, acquisisce la canadese STX Canada Marine (8 milioni di euro), specializzata nella progettazione (design) e nell’ingegneria navale.

La quotazione in Borsa di Fincantieri

Dopo aver abbandonato il progetto del 2008, Fincantieri riprende le pratiche per la quotazione in Borsa sulla piazza di Milano, ottenendo la riammissione a Piazza Affari il 12 giugno 2014. Il 16 giugno il gruppo riapre l’iter di quotazione, concludendolo il 27 del medesimo mese: in tale circostanza, per celebrare l’avvenuta quotazione e promuoverne l’ingresso in Borsa, Finmeccanica allestisce di fronte a Palazzo Mezzanotte a Milano un’opera architettonica a forma di prua di nave, quasi a significare l’uscita dell’imbarcazione dal palazzo stesso, avviata sul mercato quotato.
La società debutta in Borsa il 3 luglio 2014 con il simbolo FCT.MI, al limite della forchetta di prezzo pronosticata di 0,78 euro per azione (prevista tra 0,78 ed 1 euro).

Il 28 giugno 2014 Fincantieri vara il traghetto F.A.Gauthier per la realtà canadese Société des Traversiers du Québec. L’imbarcazione risulta un’innovazione per l’attività cantieristica navale italiana, essendo il primo traghetto a propulsione “dual fuel” (sia a LNG, che a marine diesel oil), fabbricato in Italia ed utilizzato nell'America del nord.

I principali dati finanziari

Fincantieri ha la propria sede a Trieste, con una filiale a Bremerhaven, in Germania, ed appartiene al gruppo Fintecna
Sotto la presidenza di Vincenzo Petrone e l’amministrazione di Giuseppe Bono, il gruppo ha concluso l’esercizio 2013 con un utile di 57 milioni di euro, in crescita rispetto ai 15 milioni dell’anno precedente ed un fatturato annuo crescente a 3,798 miliardi di euro.

Per maggioni informazioni: FINCANTIERI



Sotto la lente dell'analisi tecnica

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani.

Sotto la lente dell'analisi tecnica

Piazza Affari in verde ma sotto i massimi: focus su negoziati USA-Cina. FTSE MIB +0,28%

Piazza Affari in verde ma sotto i massimi: focus su negoziati USA-Cina.

Piazza Affari in verde ma sotto i massimi: focus su negoziati USA-Cina. FTSE MIB +0,28%

Piazza Affari in verde. Bene Unipol e lusso. FTSE MIB +0,64%

Piazza Affari in verde.

Piazza Affari in verde. Bene Unipol e lusso. FTSE MIB +0,64%

Il Punto sui Mercati

Piazza Affari rimbalza grazie al lusso (eccetto Tod's).

Il Punto sui Mercati

Fincantieri tenta di opporsi alle vendite

Fincantieri (+4,79%) tenta di opporsi con tutte le sue forze alle vendite delle ultime sedute.

Fincantieri tenta di opporsi alle vendite

Fincantieri in verde: bene i dati trim1, balzano i nuovi ordini

Bel progresso per Fincantieri +4,9% che archivia il primo trimestre 2019 con ricavi in crescita del 13,0% a/a a 1.

Fincantieri in verde: bene i dati trim1, balzano i nuovi ordini

Borsa italiana in recupero, ottimismo su dazi USA-Cina. FTSE MIB +1,07%

Borsa italiana in recupero, ottimismo su dazi USA-Cina.

Borsa italiana in recupero, ottimismo su dazi USA-Cina. FTSE MIB +1,07%

Fincantieri: ricavi in incremento del 13,0% nel primo trimestre

Il Consiglio di Amministrazione di FINCANTIERI S.

Fincantieri: ricavi in incremento del 13,0% nel primo trimestre

Appuntamenti societari di giovedì 9 maggio 2019

Oggi in agenda.

Appuntamenti societari di giovedì 9 maggio 2019

Piazza Affari riduce le perdite nel finale: minaccia dazi USA su Cina. FTSE MIB -1,63%

Piazza Affari riduce le perdite nel finale: minaccia dazi USA su Cina.

Piazza Affari riduce le perdite nel finale: minaccia dazi USA su Cina. FTSE MIB -1,63%

Piazza Affari sui minimi da fine marzo, pesa il rischio dazi. FTSE MIB -1,95%

Piazza Affari sui minimi da fine marzo, pesa il rischio dazi.

Piazza Affari sui minimi da fine marzo, pesa il rischio dazi. FTSE MIB -1,95%

Industriali in rosso, titoli sensibili al rischio-dazi

Industriali in rosso: i titoli del comparto sono tra i più esposti al rischio di incremento delle tensioni sul fronte del commercio internazionale.

Industriali in rosso, titoli sensibili al rischio-dazi

Appuntamenti societari della settimana dal 6 al 10 Maggio 2019

Questa settimana in agenda.

Appuntamenti societari della settimana dal 6 al 10 Maggio 2019

Fincantieri aggrappata a un supporto critico

Fincantieri (+1,12%) sta tentando di recuperare il sostegno offerto a 1,09/1,10 circa dalla media mobile esponenziale a 50 giorni.

Fincantieri aggrappata a un supporto critico

Video: Biesse, Campari, Datalogic, Ferragamo e Tod's in evidenza oggi

Avvio di seduta positivo per Biesse, Campari, Datalogic, Ferragamo e Tod's.

Video: Biesse, Campari, Datalogic, Ferragamo e Tod's in evidenza oggi

I 10 titoli più vicini ai massimi e ai minimi del mese

I 10 titoli più vicini ai massimi e ai minimi del mese.

I 10 titoli più vicini ai massimi e ai minimi del mese
apk