Generali

Generali Italia, le ex Assicurazioni Generali

Generali Italia, ovvero ex Assicurazioni Generali, è una società italiana, leader internazionale e principale compagnia di assicurazione italiana, attiva nelle filiere dirette e nella sezione vita.

I settori di intervento

Il gruppo offre un ampio pacchetto di servizi, che include assicurazioni vita, assicurazioni a veicoli e natanti, assicurazioni danni, previdenza complementare e si occupa dei servizi bancari specifici per la gestione del risparmio e degli investimenti (trading online e prodotti bancari web); opera infine come società di riassicurazione.

Generali Italia si rivolge al privato, al professionista e all'impresa. Fanno parte della Holding Generali: BSI SA, Banca Generali, INA Assitalia, Europ Assistance, Genertel, Fata Assicurazioni, Generali Deutschland, Augusta Assicurazioni, Genertellife e Alleanza Toro.

Le origini di Generali

Le radici della compagnia assicurativa affondano nel lontano 1831, a Trieste, quando venne costituita La Imperial Regia Privilegiata Compagnia di Assicurazioni Generali Austro-Italiche, da parte di un gruppo di imprenditori locali e veneziani, tra i quali Samuele della Vida, con capitale iniziale di 2 milioni di fiorini.
Samuele della Vida era il Direttore dell'Ausilio Generale di Sicurezza, la cui direzione era composta da G.B. de Rosmini, G.L. Morpurgo, P. Morgante, S. Minerbi e L. Mauroner.

All'epoca, Trieste, città marittima, godeva di un periodo economicamente florido, grazie alla concessione di Porto Franco, attribuitole dall'Imperatrice austroungarica Maria Teresa.
Al principio il simbolo societario era rappresentato da un aquila asburgica, richiamante il dominio austriaco insediatosi nella città dal 1382 al 1918.

La presidenza di Marco Bessi

Samuele Della Vida si occupa della direzione della compagnia di Venezia fino al 1875 e, dal 1877, la stessa passa a Marco Besso (Trieste,1843-Milano, 1920), prima ricoprente la mansione di Segretario generale, per poi diventarne Direttore. La società, sotto di Besso, comincia a svilupparsi a Praga, Pest e Vienna (impero austroungarico), per estendersi poi a Pietroburgo, ai Balcani e a Varsavia.

Il gruppo delle Assicurazioni Generali nasce nel 1882, con la bandiera del leone (Leone di San Marco di Venezia) come simbolo rappresentativo, che in seguito verrà modificato e rappresentato dal leone alato a spada tratta a difesa del Vangelo.

Nel frattempo, in Austria viene creata la società Erste Allgemeine Unfal und Schadensversicherung Gesellschaft, mentre a Milano sorge la Anonima Infortuni. Sotto la direzione di Marco Besso, il gruppo si specializza nei canali vita e si sviluppa nei settori pensionistici.

Il periodo bellico e Generali

Nel periodo bellico, a seguito dello scioglimento dell'Impero asburgico e con il congiungimento della città di Trieste all'Italia, la compagnia assicurativa deve riorganizzare la struttura sia sotto il profilo del management, che sotto quello delle strutture estere: la direzione centrale del gruppo viene spostata a Trieste, mentre a Venezia resta la direzione per l'Italia; la sede legale viene spostata a Roma.

Nel 1920 il gruppo assicurativo viene guidato da Edgardo Morpurgo e dal 1930 passa a Giuseppe Volpi di Misurata, che assieme consolidarono e svilupparono l'attività assicurativa.

Dal dopoguerra ai giorni nostri

Alla fine della Seconda Guerra mondiale la compagnia si ritrova senza gran parte dell'organizzazione e del patrimonio situato nei diversi Paesi europei, perdendo definitivamente i beni situati in Cecoslovacchia, Romania, Albania, Jugoslavia, Germania dell'Est e Polonia.

Per far fronte alle difficoltà, viene deliberato un aumento di capitale sociale da 120 milioni a 1,2 miliardi di vecchie lire (1947). La compagnia assicurativa incorpora le società italiane Anonima Infortuni e Anonima Grandine. Sotto la guida di Mario Abbiate, avvenuta nel 1948, la società inizia l'espansione sul mercato d'oltre oceano, acquisendo la società argentina Providencia, e nel 1950 detiene il controllo della società americana Buffalo.

Nel 1955, sotto la guida di Mario Tripcovich (fino al 1958), il gruppo assicurativo presente in circa 60 nazioni tra le quali si citano Francia, Germania, Spagna. La compagnia assicurativa Generali continua a svilupparsi ed espandere la propria attività sui mercati esteri e nel 1981 festeggia i primi 150 anni di attività florida, diventando la principale compagnia assicurativa italiana e una delle principali a livello europeo.

I principali dati economico finanziari di Generali

La capogruppo Generali Italia (denominazione cambiata il 1 luglio 2013) ha sede centrale a Trieste, in Piazza Duca degli Abruzzi, 1 ed è presente sul mercato italiano con 620 filiali e circa 1300 collaboratori. Il gruppo conta filiali e uffici di rappresentanza dislocati sul mercato europeo, asiatico e quello americano, con una forza lavoro complessiva di circa 79.454 collaboratori al servizio di 65 milioni di clienti nel mondo.

Il colosso assicurativo italiano è quotato alla Borsa Valori di Milano nel segmento MTA, con il simbolo G ed ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013 con un fatturato pari a 82,72 miliardi di euro, in crescita rispetto ai 79,85 miliardi di euro del 2012 (in aumento del 3,2% rispetto l'esercizio precedente).
Le buone performance della raccolta dei premi registrati in Germania e nell'est Europa hanno contribuito ad incrementare i ricavi del 2012.

La società è ora guidata da Raffaele Argusti, che da ottobre 2013 passerà le redini del gruppo al Manager francese Philippe Donnet, abile organizzatore manageriale, facente parte del gruppo Axa, da molti anni.

Per maggiori informazioni: GENERALI



Ftse Mib: luna di miele non ancora finita. I titoli interessanti

Il rialzo di Piazza Affari è favorito da diversi motivi e nel breve è attesa ancora una certa calma, ma non molto tardi due fattori chiave terranno in ostaggio il mercato. L'analisi e le indicazioni di Fabrizio Brasili.

Ftse Mib: luna di miele non ancora finita. I titoli interessanti

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere

Il FtseMib disegna una white spinning top che tocca i massimi dal 28 Settembre 2018.

Buy&Sell: cosa comprare e cosa vendere

Ftse Mib oltre quota 21.000 punti

Record storici per Terna e soprattutto Poste italiane. Oggi svetta Stm davanti a Recordati e Brembo. Sul fondo Banco BPM e Saipem.

Ftse Mib oltre quota 21.000 punti

Piazza Affari in ascesa. STM e Autogrill protagoniste, tonfo Cucinelli. FTSE MIB +0,80%

Piazza Affari in ascesa.

Piazza Affari in ascesa. STM e Autogrill protagoniste, tonfo Cucinelli. FTSE MIB +0,80%

Piazza Affari sotto i massimi. Bene STM e Juventus, Cucinelli sotto pressione. FTSE MIB +0,58%

Piazza Affari sotto i massimi.

Piazza Affari sotto i massimi. Bene STM e Juventus, Cucinelli sotto pressione. FTSE MIB +0,58%

Top news

-

Top news

Generali, SocGen apre una partecipazione potenziale del 5,111%

Dalle comunicazioni obbligatorie alla Consob in materia di partecipazioni in strumenti finanziari e aggregate si è appreso che il Societé Generale ha un partecipazione potenziale del 5,111% nella compagnia assicurativa italiana Generali.

Generali, SocGen apre una partecipazione potenziale del 5,111%

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli.

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Supporti e resistenze per i 10 titoli piu' scambiati ieri sul mercato

Supporti e resistenze per i 10 titoli piu' scambiati ieri sul mercato.

Supporti e resistenze per i 10 titoli piu' scambiati ieri sul mercato

Piazza Affari in rialzo, balzo di Leonardo. FTSE MIB +0,62%

Piazza Affari in rialzo, balzo di Leonardo.

Piazza Affari in rialzo, balzo di Leonardo. FTSE MIB +0,62%

Costruzioni: domani sciopero generale dei lavoratori del settore

Domani è il giorno dello sciopero generale delle costruzioni, attesi a Roma migliaia e migliaia di lavoratrici e lavoratori.

Costruzioni: domani sciopero generale dei lavoratori del settore

Generali: Kepler Cheuvreux conferma buy dopo conti 2018

Generali +0,9% a 15,95 euro.

Generali: Kepler Cheuvreux conferma buy dopo conti 2018

i Buy di oggi da Aeffe a Openjobmetis

Per gli analisti di Banca Akros sono Buy: Mondadori con target a 2.4 euro in attesa dei dati di oggi sul 2018.

i Buy di oggi da Aeffe a Openjobmetis

Generali non delude gli azionisti, utile in crescita del 9.4%

Il gruppo Generali ha archiviato il 2018 raggiungendo tutti gli obiettivi del piano industriale 2015-2018. Scopriamo di più nel dettaglio.

Generali non delude gli azionisti, utile in crescita del 9.4%

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli.

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Supporti e resistenze per i 10 titoli piu' scambiati ieri sul mercato

Supporti e resistenze per i 10 titoli piu' scambiati ieri sul mercato.

Supporti e resistenze per i 10 titoli piu' scambiati ieri sul mercato
apk