Hewlett Packard

Hewlett-Packard Company, multinazionale americana di informatica

Hewlett-Packard Company, conosciuta come HP, è una delle principali società di Information Technology a livello mondiale. La multinazionale si occupa della produzione di hardware (computer, macchine fotografiche digitali, stampanti, server) ed è impiegata nella fornitura e servizi di software.
Hewlett-Packard Company si rivolge al privato e alle aziende con un amplio portafoglio prodotti, che spaziano da computer, accessori, notebook, tablet, stampanti, scanner alle soluzioni di rete.

Le origini ed i suoi pionieri: Bill Helwett e David Packard

Le origini della società riportano nella California di Palo Alto, nel 1939, quando due giovani ingegneri, Bill Helwett (nato a Ann Arbor, Michigan, 1913-Palo Alto, 2001) e David Packard (nato a Pueblo, Colorado, 1912-Stanford, 1996), costituirono la Helvett Packard, con lo scopo di produrre componentistica e macchinari elettronici.
L'azienda, era inizialmente sita nel garage dell'abitazione di David Packard e, proprio qui, venne creato il primo prodotto, l'HP200, l'oscillatore audio. La società riscosse un immediato successo.
Tra i primi clienti del gruppo va menzionata la società Walt Disney, che nel 1940 utilizzò l'HP200, per i test del suono. La società si sviluppò velocemente, tanto che nel 1949 contava circa 160 dipendenti ed un giro d'affari attorno ai 2 milioni di dollari.

La sede iniziale della Hewlett-Packard Company, ovvero il garage in cui è nata la società, è stato dichiarato monumento nazionale dello stato della Calfornia.

Il collocamento in Borsa

Nell'arco degli anni successivi la società, ormai radicata sul territorio nazionale, inizia ad espandersi oltreoceano, trasformandosi in una realtà internazionale. Nel 1960 Hewlett-Packard era pronta al debutto in Borsa: la società contava 2.400 dipendenti, mentre il fatturato era stabile a 48 milioni di dollari. Nel marzo del 1961 la Hewlett-Packard Company inizia a scambiare sul mercato telematico della Borsa di New York.

Il primo computer e le acquisizioni

Nel 1966 la società presenta sul mercato il primo computer (formato da un display a tubo catodico e schede magnetiche, con una tastiera assomigliate ad un registratore di cassa); successivamente produce la prima calcolatrice scientifica, programmabile e tascabile, strumento innovativo in quegli anni.

La società continua a progredire e a svilupparsi attraverso il processo di espansione. Nel 2002 conclude l'accordo di fusione con la società statunitense Compaq, (produttrice di personal computer), nel 2008 porta a termine l'acquisizione della società texana Electronic Data Systems (EDS), nel 2010 completa l'acquisizione della società 3Com, colosso delle reti di telecomunicazioni e della società Palm, attiva nella produzione di computer palmari, confermandosi leader internazionale del settore.

La crisi aziendale

Nel 2004 il gigante americano inizia progressivamente ad accusare i primi sintomi di un rallentamento, peggiorato poi negli anni della crisi economica, dovuta in parte alle acquisizioni poco profittevoli (Compaq) e alla concorrenza sul mercato dei computer (specie con Apple).
Per sopperire alla crisi, la società si trova costretta a tagliare i costi, riducendo drasticamente negli anni la forza lavoro. Il colosso dell'informatica ha annunciato nel 2012 il nuovo piano di ristrutturazione, che porterà entro il 2014 ad un ulteriore taglio del personale, con il licenziamento di ulteriori 27.000 dipendenti.

I principali dati finanziari di HP

Il gigante californiano ha la propria sede negli Stati Uniti, a Palo Alto. L'azienda è presente con uffici e filiali a livello globale in oltre 170 nazioni, mentre sul piano del lavoro conta circa 331.800 dipendenti.
Hewlett-Packard Company è quotata alla Borsa di New York, con il simbolo HPQ ed ha chiuso l'esercizio fiscale relativo all'anno 2013 con un fatturato pari a 121,29 miliardi, in crescita rispetto ai 120,4 miliardi di dollari del 2012, anno in cui aveva registrato una flessione del 5% rispetto all'anno precedente.

Per maggiori informazioni: HELVET-PACKARD

Hewlett-Packard è una multinazionale statunitense dell'informatica attiva sia nel mercato dell'hardware, software e dei servizi collegati all' IT.


Grafico interattivo NYSE:HPQ offerto da TradingView

Hewlett-Packard Company, multinazionale americana di informatica

Hewlett-Packard Company, conosciuta come HP, è una delle principali società di Information Technology a livello mondiale. La multinazionale si occupa della produzione di hardware (computer, macchine fotografiche digitali, stampanti, server) ed è impiegata nella fornitura e servizi di software.
Hewlett-Packard Company si rivolge al privato e alle aziende con un amplio portafoglio prodotti, che spaziano da computer, accessori, notebook, tablet, stampanti, scanner alle soluzioni di rete.

Le origini ed i suoi pionieri: Bill Helwett e David Packard

Le origini della società riportano nella California di Palo Alto, nel 1939, quando due giovani ingegneri, Bill Helwett (nato a Ann Arbor, Michigan, 1913-Palo Alto, 2001) e David Packard (nato a Pueblo, Colorado, 1912-Stanford, 1996), costituirono la Helvett Packard, con lo scopo di produrre componentistica e macchinari elettronici.
L'azienda, era inizialmente sita nel garage dell'abitazione di David Packard e, proprio qui, venne creato il primo prodotto, l'HP200, l'oscillatore audio. La società riscosse un immediato successo.
Tra i primi clienti del gruppo va menzionata la società Walt Disney, che nel 1940 utilizzò l'HP200, per i test del suono. La società si sviluppò velocemente, tanto che nel 1949 contava circa 160 dipendenti ed un giro d'affari attorno ai 2 milioni di dollari.

La sede iniziale della Hewlett-Packard Company, ovvero il garage in cui è nata la società, è stato dichiarato monumento nazionale dello stato della Calfornia.

Il collocamento in Borsa

Nell'arco degli anni successivi la società, ormai radicata sul territorio nazionale, inizia ad espandersi oltreoceano, trasformandosi in una realtà internazionale. Nel 1960 Hewlett-Packard era pronta al debutto in Borsa: la società contava 2.400 dipendenti, mentre il fatturato era stabile a 48 milioni di dollari. Nel marzo del 1961 la Hewlett-Packard Company inizia a scambiare sul mercato telematico della Borsa di New York.

Il primo computer e le acquisizioni

Nel 1966 la società presenta sul mercato il primo computer (formato da un display a tubo catodico e schede magnetiche, con una tastiera assomigliate ad un registratore di cassa); successivamente produce la prima calcolatrice scientifica, programmabile e tascabile, strumento innovativo in quegli anni.

La società continua a progredire e a svilupparsi attraverso il processo di espansione. Nel 2002 conclude l'accordo di fusione con la società statunitense Compaq, (produttrice di personal computer), nel 2008 porta a termine l'acquisizione della società texana Electronic Data Systems (EDS), nel 2010 completa l'acquisizione della società 3Com, colosso delle reti di telecomunicazioni e della società Palm, attiva nella produzione di computer palmari, confermandosi leader internazionale del settore.

La crisi aziendale

Nel 2004 il gigante americano inizia progressivamente ad accusare i primi sintomi di un rallentamento, peggiorato poi negli anni della crisi economica, dovuta in parte alle acquisizioni poco profittevoli (Compaq) e alla concorrenza sul mercato dei computer (specie con Apple).
Per sopperire alla crisi, la società si trova costretta a tagliare i costi, riducendo drasticamente negli anni la forza lavoro. Il colosso dell'informatica ha annunciato nel 2012 il nuovo piano di ristrutturazione, che porterà entro il 2014 ad un ulteriore taglio del personale, con il licenziamento di ulteriori 27.000 dipendenti.

I principali dati finanziari di HP

Il gigante californiano ha la propria sede negli Stati Uniti, a Palo Alto. L'azienda è presente con uffici e filiali a livello globale in oltre 170 nazioni, mentre sul piano del lavoro conta circa 331.800 dipendenti.
Hewlett-Packard Company è quotata alla Borsa di New York, con il simbolo HPQ ed ha chiuso l'esercizio fiscale relativo all'anno 2013 con un fatturato pari a 121,29 miliardi, in crescita rispetto ai 120,4 miliardi di dollari del 2012, anno in cui aveva registrato una flessione del 5% rispetto all'anno precedente.

Per maggiori informazioni: HELVET-PACKARD

Nome società HEWLETT PACKARD
Paese USA
Mercato DOW JONES
Settore TECNOLOGIA
Codice Alfa HPQ
Codice Isin US4282361033
Codice Reuters HPQ.N
Sito web società Link
Telefono 650-857-1501
Fax
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società 3000 Hanover Street Palo Alto, CA 94304 United States
Società revisione Morgan Stanley
Azioni in circolazione 1.866.275.000
Capitale Sociale n.d.
Tipo Titolo Azioni ordinarie
Valore nominale
Data di collocamento 06/11/1957
Prezzo di collocamento € 16
Ultimo dividendo n.d.
Tipo dividendo n.d.
Data pagamento n.d.
Ultima raccomandazione 13/03/2015
Emittente BARCLAYS
Raccomandazione Equal weight
Target Price € 0.00
Andamento rating
 
Ultimo Aggiornamento: 05/12/2014

Wall Street: Apple a 100 dollari, tutti gli scenari da brivido

Apple, i ricavi da servizi compenseranno il calo delle vendite di iPhone? La strategia di Cupertino sullo streaming non può essere la risposta. Apple cadrà fino a presentare multipli di mercato a metà strada tra HP ed IBM?

Wall Street: Apple a 100 dollari, tutti gli scenari da brivido







Wall Street carica per nuovi strappi, clap clap Monster Beverage

Nyse, Anheuser-Busch in bella evidenza. HP Inc. stecca sul fatturato Q1 2019, vendite a go-go sul Big Board. Nasdaq, Monster Beverage spicca il volo dopo la trimestrale.

Wall Street carica per nuovi strappi, clap clap Monster Beverage

Crollo del 12% per Hp al Nyse. Vendite sotto al consensus

Hp Inc ha toccato un crollo del 12% nel mercato esteso (la seduta di mercoledì al Nyse si era invece chiusa con una perdita dello 0,17%), dopo che la società di Palo Alto (in cui sono rimasti sostanzialmente pc e stampanti dell'ex Hewlett Packard, dopo lo spin-off di Hp Enterprise nel novembre 2015) ha presentato risultati relativi al primo trimestre dell'esercizio 2019 segnati da profitti per 803 milioni di dollari, pari a 51 centesimi per azione.

Crollo del 12% per Hp al Nyse. Vendite sotto al consensus

Borsa e Finanza: titoli e temi caldi della giornata

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Borsa e Finanza: titoli e temi caldi della giornata

Wall Street ritrova il sorriso. Focus su discorsi membri Fed

Spunti positivi nella fase di pre-apertura, in una giornata priva di dati macro di rilievo. I titoli sotto la lente oggi.

Wall Street ritrova il sorriso. Focus su discorsi membri Fed

HPE, eps adjusted del trimestre oltre il consensus

Hewlett Packard Enterprise (HPE), colosso statunitense dei servizi digitali per le imprese, ha chiuso il primo trimestre dell'esercizio (al 31 gennaio 2019) con ricavi in calo dell'1,6% a 7,6 miliardi di dollari.

HPE, eps adjusted del trimestre oltre il consensus

Wall Street in calo, ma resiste ai dati macro. I titoli hot

Il mercato mostra una debole intonazione, ma non ha dato vita a particolari reazioni dopo alcuni aggiornamenti macro molto deludenti. I titoli sotto la lente.

Wall Street in calo, ma resiste ai dati macro. I titoli hot

Borsa e Finanza: titoli e temi caldi della giornata

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Borsa e Finanza: titoli e temi caldi della giornata

Piazza Affari punta più in alto. Occhio ai tanti market driver

Il Ftse Mib conferma una buona intonazione, ma domani dovrà fare i conti con le indicazioni in arrivo dalla Fed e con una batteria di aggiornamenti macro.

Piazza Affari punta più in alto. Occhio ai tanti market driver

Wall Street ancora su: bene i conti di GS e BofA, male BlackRock

Gli indici a stelle e strisce allungano il passo dopo il rialzo di ieri, accogliendo con favore alcune trimestrali. In serata il Beige Book.

Wall Street ancora su: bene i conti di GS e BofA, male BlackRock

Pechino definisce "diffamatorie" accuse di spionaggio in Usa

Il ministero degli Esteri di Pechino ha definito "diffamatorie" le accuse di spionaggio sollevate da Washington contro la Cina e chiesto che vengano ritirate, così come quelle contro Zhu Hua e Zhang Shilong, i due cittadini cinesi incriminati giovedì dalle autorità Usa per atti di ciberspionaggio nei confronti di U.

Pechino definisce "diffamatorie" accuse di spionaggio in Usa

Wall Street limita i danni grazie ai tecnologici

La Borsa di New York ha chiuso la seduta in ordine sparso dopo lo stop di mercoledì per la celebrazione della giornata di lutto nazionale in memoria di George H.

Wall Street limita i danni grazie ai tecnologici
apk