Mediaset

Mediaset S.p.A., leader nazionale nella produzione e diffusione di programmi televisivi

Mediaset Group S.p.A. è il principale gruppo italiano, attivo nel settore della produzione e distribuzione del ramo della televisione, spaziando dalla produzione di contenuti, mobile tv, di internet e della gestione delle infrastrutture riguardanti le reti di trasmissione.

Le attività di broadcasting TV

Il gruppo che è composta dalla Mediaset S.p.A. e dalle società controllate, si occupa della televisione digitale free e pay, della televisione generalista e della raccolta pubblicitaria.

Le attività del gruppo sono focalizzate nelle divisioni riguardanti le attività televisive
integrate e la gestione delle infrastrutture di reti e servizi.

Il gruppo Mediaset è presente anche sul mercato spagnolo, attraverso l'operatore televisivo Mediaset Espana, di cui detiene il 41,65 del capitale sociale.

Il gruppo è impegnato nel settore pubblicitario, attraverso le società controllate, Publitalia '80 (concessionaria che si occupa delle emittenti Mediaset) e la società Digitalia '80, concessionaria di pubblicità sulla piattaforma Pay.

Le origini di Mediaset

Le origini del gruppo risalgono al 1978, quando il manager Silvio Berlusconi acquisì la televisione Telemilanocavo. Questa emittente televisiva nacque a Milano (nel quartiere residenziale di Milano 2) qualche anno prima, esattamente nel 1974, come tv via cavo, grazie al contributo dell'imprenditore e politico Giacomo Properzi (Milano, 1939).

La tv via cavo di Giacomo Properzi, raggiungeva circa 5.000 utenti del quartiere residenziale di Milano 2. In quegli anni molti imprenditori intravidero il grande business nelle tv private, così vennero costituite o acquisite nuove emittenti locali come ad esempio, la televisione TAM (ex Telealto milanese guidata da Enzo Tortora), acquisita dal gruppo Rizzoli ed altre realtà.

Da Tele Milano a Canale 5

Nel 1978 l'emittente di Silvio Berlusconi, trasforma la denominazione in Tele Milano ed inizia a trasmettere via etere. La TV locale, rilanciata da Silvio Berlusconi, inizia a svilupparsi offrendo un amplio palinsesto ricco di film, rubriche e documentari tanto che il suo segnale copre ormai tutta la regione della Lombardia.

Nel 1980 l'emittente televisiva di Silvio Berlusconi trasforma la propria denominazione in Canale 5, la quale trasmette su tutto il territorio nazionale. In quegli anni le principali emittenti televisive erano composte dalle tre reti della Rai e dalle tv private Italia 1, Canale 5 e Rete 4.

L'espansione

Negli anni successivi la rete televisiva Canale 5 continua ad affermarsi ed a raccogliere nuovi successi a livello nazionale. In seguito il gruppo Fininvest, costituito da Silvio Berlusconi (società nata a Roma nel 1979, attiva in molteplici comparti da quello finanziario a quello editoriale e televisivo) acquisisce nel 1992 l'emittente televisiva Italia 1 (di proprietà dell'editore Rusconi) e nel 1984 la tv Retequattro (ceduta dal gruppo Arnoldo Mondadori Editore).

La nascita di Mediaset S.p.A.

Nel 1995 in seguito alla riorganizzazione delle varie attività televisive del gruppo Fininvest, viene costituita la società Mediaset, attiva nel settore delle telecomunicazioni e della televisione.

Lo sbarco in Borsa

Nel luglio del 1996 Mediaset S.p.A. debutta sul mercato telematico nazionale, quotandosi a Piazza Affari. Il collocamento segna un grande successo e viene chiuso già al secondo giorno con 245.000 richieste, mentre il titolo viene scambiato a 3,61 euro (7.000 ex lire). Oggi, la società è quotata alla Borsa valori di Milano, sul MTA, indice FTSI MIB, con il simbolo MS.

La crescita di Mediaset

Negli anni successivi il gruppo ha continuato il processo di espansione a livello internazionale, entrando sul mercato della televisione spagnola (Mediaset Espana Comunication SA).

Nel 2005 il gruppo amplia il proprio core business sviluppando le proprie attività nel ramo della pay-tv digitale terrestre con la rete Mediaset Premium. Successivamente il gruppo ha iniziato ad occuparsi del settore riguardante il cinema, attraverso l'azienda Medusa e del comparto della televisione satellitare (Mediaset Plus). Nel 2007 la società ha portato a termine la join venture per l'acquisizione della società olandese, produttrice di formati televisivi Endemol (società che Mediaset nel 2012 ha ceduto).

Processo diritti TV Mediaset

Nel 2006 l'azienda è stata indagata per le presunte irregolarità riguardanti la compravendita dei diritti televisivi. Il processo si è concluso nel luglio del 2013 e la corte di Cassazione ha condannato il manager Silvio Berlusconi a 4 anni di reclusione per frode fiscale, dei quali 3 coperti da indulto.

I principali dati economici e finanziari

Il gruppo del biscione ha la propria sede legale a Milano in via Paleocapa, 3 e conta circa 5.908 dipendenti (Italia e Spagna).

Mediaset ha chiuso l'esercizio relativo all'anno 2013, con un fatturato pari a 3.414,7 milioni di euro, registrando una flessione del 8,2% rispetto all'esercizio precedente, conclusosi con ricavi per 3.720,7 milioni di euro. La riduzione del fatturato è dovuta principalmente al settore penalizzato della pubblicità sul mercato nazionale.

La holding finanziaria Fininvest S.p.A. (di cui l'azionista principale è il manager Silvio Berlusconi), detiene il controllo del gruppo Mediaset, con una partecipazione pari al 41,3% del capitale sociale.

Per info: MEDIASET GROUP



Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli.

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli.

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli.

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Mediaset crolla a Piazza Affari

Mediaset è finita sul fondo del listino milanese in avvio di ottava.

Mediaset crolla a Piazza Affari

L'Angolo del Trader

Avvio di ottava in decisa flessione per Mediaset: JP Morgan ha peggiorato la raccomandazione sul titolo da neutral a underweight con target che scende da 3,10 a 2,00 euro.

L'Angolo del Trader

Mediaset tracolla. Per JP Morgan non vale più di 2 euro

Il titolo è stato stretto nella morsa dei ribassisti dopo la bocciatura della banca Usa secondo cui è da sottopesare ora. Ecco perchè.

Mediaset tracolla. Per JP Morgan non vale più di 2 euro

Borse: un dicembre da brividi

Soltanto A2A fa segnare un flebile segno più. Le utilities limitano i cali. Giù i bancari ma non è un crollo. Sul fondo Moncler e Mediaset.

Borse: un dicembre da brividi

Piazza Affari in rosso con Mediaset e lusso. FTSE MIB -1,77%

Piazza Affari in rosso con Mediaset e lusso.

Piazza Affari in rosso con Mediaset e lusso. FTSE MIB -1,77%

Avvio di ottava in decisa flessione per Mediaset

Avvio di ottava in decisa flessione per Mediaset: JP Morgan ha peggiorato la raccomandazione sul titolo da neutral a underweight con target che scende da 3,10 a 2,00 euro.

Avvio di ottava in decisa flessione per Mediaset

Piazza Affari in rosso, Mediaset e OVS sotto pressione. FTSE MIB -0,65%

Piazza Affari in rosso, Mediaset e OVS sotto pressione.

Piazza Affari in rosso, Mediaset e OVS sotto pressione. FTSE MIB -0,65%

Performance divergenti per Juventus e Amplifon

Performance divergenti per Juventus +2,3% e Amplifon -0,9%, i due titoli entreranno nel paniere dell'indice FTSE MIB dal 27 dicembre prossimo (usciranno Mediaset -6,1% e Banca Mediolanum +0,5%).

Performance divergenti per Juventus e Amplifon

Borse in fase risk-off per vari motivi. Crolla Mediaset, giù Fca

Sul mercato domestico si muovono a due velocità i bancari, mentre spunti positivi sono offerti dalle utilities. Scende Moncler malgrado alcune buone notizie.

Borse in fase risk-off per vari motivi. Crolla Mediaset, giù Fca

Video: il Ftse Mib resta schiacciato sui minimi di periodo

Il Ftse Mib resta schiacciato sui minimi di periodo di area 18500, il rischio di una nuova fase ribassista resta elevato.

Video: il Ftse Mib resta schiacciato sui minimi di periodo

Borsa italiana negativa, Mediaset e industriali sotto pressione. FTSE MIB -0,90%

Borsa italiana negativa, Mediaset e industriali sotto pressione.

Borsa italiana negativa, Mediaset e industriali sotto pressione. FTSE MIB -0,90%

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli.

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Mediaset: JP Morgan peggiora raccomandazione

Mediaset (-3,3% a 2,5140) in netta flessione: JP Morgan ha peggiorato la raccomandazione sul titolo da neutral a underweight con target a 2,00 euro.

Mediaset: JP Morgan peggiora raccomandazione
apk