Micron Technology

RSS

Micron Technology, multinazionale americana di semiconduttori

Micron Technology è un'azienda elettronica statunitense con sede a Boise in Idaho specializzata nella produzione di vari tipi di semiconduttori.


Grafico interattivo NASDAQ:MU offerto da TradingView

Micron Technology, multinazionale americana di semiconduttori

Micron Technolgies è un'industria statunitense, attiva nel settore dei semiconduttori. La società elettronica è impegnata nella produzione di varie tipologie di semiconduttori che spaziano dai chip di tecnologia CMOS, i dischi a stato solido, le memorie (RAM e SDRAM) alle memorie flash (PCM e NAND). Micron Technolgies Limited commercializza i propri prodotti attraverso i brand Lexar e Crucial.

Le origini

Le origini della società ci riportano nello stato dell'Idaho, precisamente a Boise (Stati Uniti) nel 1978, quando un gruppo di persone tra cui Dennis Wilson, Ward Parkinson, Joe Parkinson e Doug Pitman, diedero vita alla società, che inizialmente si occupa della progettazione e consulenza di semiconduttori.

La crescita di Micron Technology

Nell'arco degli anni successivi, la società si sviluppò, grazie anche ai finanziamenti dell'imprenditore miliardario JR Simplot e nel 1981 diede avvio alla produzione di chip DRAM 64K.

Successivamente l'azienda ha continuato a crescere presentando nuovi prodotti tecnologicamente innovativi e ad espandersi a livello internazionale, attraverso una serie di acquisizioni mirate, diventando una delle principali multinazionali a livello globale.

I principali dati economico finanziari

Micron Technology Limited ha la propria sede principale in America ed è presente a livello globale in varie nazioni, tra cui anche in Italia, dove dispone di uno stabilimento e varie filiali. La forza lavoro è composta da circa 30.000 dipendenti, dislocati nelle varie località.

La multinazionale ha chiuso l'esercizio fiscale inerente l'anno 2013 (conclusosi il 31 agosto 2013), con un fatturato pari a 9,1 miliardi di dollari, registrando una crescita, se paragonato all'esercizio precedente, dove i ricavi ammontavano a 8,2 miliardi di dollari.

Micron Technology è quotata alla Borsa di New York, i titoli vengono scambiati sul Nasdaq, con il simbolo MU.

Per maggiori informazioni: MICRON TECNOLOGY

Nome società MICRON TECHNOLOGY
Paese USA
Mercato NASDAQ 100
Settore TECNOLOGIA
Codice Alfa MU
Codice Isin US5951121038
Codice Reuters MU
Sito web società Link
Telefono 208-368-4000
Fax 208-368-4435
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società 8000 South Federal Way PO Box 6 Boise, ID 83707 United States
Società revisione Morgan Stanley
Azioni in circolazione n.d.
Capitale Sociale n.d.
Tipo Titolo Azioni ordinarie
Valore nominale
Data di collocamento 01/06/1984
Prezzo di collocamento € 119
Ultimo dividendo n.d.
Tipo dividendo n.d.
Data pagamento n.d.
Ultima raccomandazione 13/10/2016
Emittente COWEN & CO.
Raccomandazione Buy
Target Price € 0.00
Andamento rating
 
Ultimo Aggiornamento: 11/12/2014

Wall Street, parola a Goldman su target Indici e 5 Titoli Buoni

Due campanelli d'allarme: inflazione e margine rialzista S&P 500. E 5 titoli ad alta profittabilità che possono sovraperformare e non risentire dei rischi di aumento dei salari e delle materie prime.

Wall Street, parola a Goldman su target Indici e 5 Titoli Buoni







Wall Street in rialzo su allentamento tensioni tra Usa e Ue

Ritorno dall'Independence Day positivo per Wall Street, con i tre principali indici tutti in rialzo di circa mezzo punto percentuale, in scia per altro alla tendenza rialzista già registrata dalle piazze europee.

Wall Street in rialzo su allentamento tensioni tra Usa e Ue

Micron in rally. Ridimensionato impatto sentenza in Cina

Micron Technology ha aperto la seduta in rally di circa il 3% dopo il crollo del 5,51% della sessione abbreviata di vigilia dell'Indipendence Day (peggiore performance dell'S&P 500 martedì).

Micron in rally. Ridimensionato impatto sentenza in Cina

L'Angolo del Trader

Mediobanca ieri ha guadagnato terreno (+1,35%) nel contesto di un comparto del credito in lieve rialzo.

L'Angolo del Trader

Piazza Affari debole, forti vendite sul lusso. FTSE MIB -0,36%

Piazza Affari debole, forti vendite sul lusso.

Piazza Affari debole, forti vendite sul lusso. FTSE MIB -0,36%

Seduta negativa per STM

Seduta negativa per STM in scia alla debolezza del settorecausata dalla decisione di un tribunale cinese di vietare temporaneamente levendite dei chip di Micron Technology nel paese asiatico a causa dellaprobabile violazione di brevetti del produttore di Taiwan, UnitedMicroelectronics Corporation.

Seduta negativa per STM

Piazza Affari in rosso, vendite su STM e Cucinelli. FTSE MIB -0,20%

Piazza Affari in rosso, vendite su STM e Cucinelli.

Piazza Affari in rosso, vendite su STM e Cucinelli. FTSE MIB -0,20%

Borsa italiana poco mossa, vendite su STM. FTSE MIB -0,04%

Borsa italiana poco mossa, vendite su STM.

Borsa italiana poco mossa, vendite su STM. FTSE MIB -0,04%

STM negativa, pesa vicenda Micron

Avvio negativo per STM (-2,1%) in scia alla debolezza del settore causata dalla decisione di un tribunale cinese di vietare temporaneamente le vendite dei chip di Micron Technology (-5,51% ieri al NASDAQ, -1,53% in after hours) nel paese asiatico: probabile ritorsione contro le politiche commerciali protezionistiche lanciate dal presidente USA Donald Trump.

STM negativa, pesa vicenda Micron

Asia-Pacific in ribasso. A Tokyo il Nikkei 225 perde lo 0,31%

Dopo una sessione abbreviata (vigilia dell'Indipendence Day) in declino per Wall Street (peggiore dei tre principali indici Usa il Nasdaq, deprezzatosi martedì dello 0,86%), alla riapertura degli scambi in Asia la tendenza è stata maggiormente contrastata anche se complessivamente in negativo, come confermato dalla perdita, seppure moderata, dell'indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso, già scivolato martedì sui minimi dalla fine di settembre.

Asia-Pacific in ribasso. A Tokyo il Nikkei 225 perde lo 0,31%

Wall Street vira in negativo in chiusura su debolezza dell'It

Dopo una partenza contrastata, sostenuta dal rialzo dei corsi del greggio, Wall Street ha virato in negativo a chiusura della sessione abbreviata di vigilia dell'Indipendence Day (i mercati newyorkesi riapriranno solo giovedì 5 luglio), con il settore tecnologico, già in partenza il peggiore performer, che ha trascinato al ribasso i tre principali indici Usa.

Wall Street vira in negativo in chiusura su debolezza dell'It

Wall Street in positivo grazie alla spinta del settore It

Seduta altalenante per Wall Street, che azzera le perdite iniziali e chiude in positivo grazie soprattutto alla spinta del settore It (migliore degli undici sottoindici dell'S&P 500 con un rialzo dello 0,99%) che mette in secondo piano i timori per la guerra commerciale innescata dal presidente Donald Trump.

Wall Street in positivo grazie alla spinta del settore It
apk