News Corporation

New News Corporation, gruppo multimediale americano

New News Corporation, precedentemente facente parte della News Corporation è una multinazionale americana, attiva nel settore dei mass media. Il gruppo, nato nel 2013 in seguito alla scissione del colosso News Corporation (fondato nel 1979 - 2013) si occupa delle attività relative al settore dell'editoria e dei giornali.

La struttura del gruppo

New News Corporation è composta dalle seguenti aziende e network:

  • News Corp Australia, casa editrice australiana di cui fanno parte: The Australian, Rea Group, Foxtel, Mercury, The Sunday Time, Sunday Mail, The Daily Telegraph, Herald Sun ed altri giornali e periodici.

  • News Uk, editore brittanico attivo attraverso i giornali The Sun, The Times, The Sunday Times e TLS.

  • Dow Jones & Company, società fornitrice di informazioni a livello globale attraverso i marchi The Wall Street Journal, DJX, Barron's ed altro.

  • New York Post, il più antico giornale americano.

  • HarperCollins, una delle maggiori case editrici in lingua inglese.

  • Amplify, società attiva nel settore didattico.

  • News America Marketing, casa editrice.

  • Storyful, società irlandese, acquisita nel 2013, attiva nella distribuzione e verifica di video e contenuti dei social media, ovvero generati in rete.

Le origini

Le radici della società ci riportano nel 1950, quando l'imprenditore Rupert Murdoch (Melbourne 1931), ereditò dal padre le attività editoriali site in Australia, Adelaide Sunday Mail ed Adelaide News. Rupert Murdoch si occupò dell'attività paterna, diventando un editore e progressivamente ampliò il business focalizzandosi nell'acquisizione di periodici e giornali australiani.

L'espansione di News Corporation ed il magnate Rupert Murdoch

Negli anni successivi il gruppo ormai radicato sul territorio australiano, continuò il lungo processo di espansione sui mercati esteri, partendo dalla Gran Bretagna, dove vennero acquisite diverse case editrici come il quotidiano The Sun, il gruppo editoriale Times, il periodico News of The World. Subito dopo fu la volta del mercato statunitense: l'editore Rupert Murdoch divenne proprietario di diversi giornali tra i quali vanno menzionati il New York Post ed il Sun Times di Chicago, per poi proseguire sui restanti mercati europei, affermandosi come uno dei maggiori editori a livello globale.
Nel 1979 il magnate Rupert Murdoch trasformò la società in una grande holding, denominata News Corporation.

Negli anni Ottanta il gruppo ormai affermato nel comparto dell'editoria, decise di ampliare il proprio core business, investendo anche in altre attività, spaziando dal settore cinematografico (acquisendo la 20th Century Fox nel 1984, Sky) al comparto borsistico e finanziario (l'acquisizione della società Dow Jones & Company) ed altro.

Nel 2011 la multinazionale, soprannominata anche Gruppo Murdoch ha chiuso il proprio esercizio fiscale con un giro d'affari pari a 33 miliardi di dollari, mentre il personale era composto da oltre 51.000 dipendenti sparsi nelle varie nazioni.

La chiusura del tabloid News of The World

Nel 2011 Rupert Murdoch ed il figlio James Murdoch sono stati coinvolti nello scandalo delle intercettazione illegali, avvenute dal rinomato tabloid inglese News of The World, appartenente alla holding familiare. Il giornale britannico venne chiuso, mentre James Murdoch nel novembre dello stesso anno rassegnò le proprie dimissioni dal gruppo News Corporation.

Lo spin off della New Corporation

In seguito allo scandalo delle intercettazioni, nel 2012 il manager Rupert Murdoch, annuncia che le società appartenenti al gruppo verranno scisse, con conseguente ristrutturazione societaria.

Nel 2013 la multinazionale viene chiusa e da essa vengono costituite due nuove realtà aziendali. Le società controllate vengono divise e scisse in due nuove entità. Nasce così a fine giugno, la New News Corporation, all'interno della quale vengono raccolte tutte le attività editoriali del gruppo, mentre tutte le attività cinematografiche, quelle televisive ed il segmento delle la pay-Tv Sky, vengono inglobatela nella 21st Century Fox.

I principali dati economico finanziari della New News Corporation

Il gruppo editoriale New News Corporation ha la propria sede principale negli Stati Uniti, precisamente a New York. La holding è presente con uffici e filiali in varie parti del mondo e conta in totale circa 24.000 dipendenti.

La multinazionale è quotata alla Borsa valori di New York, sul mercato del Nasdaq, con il ticker NWS.

Per maggiori informazioni: NEWS CORPORATION



Wall Street: 10 azioni a buon mercato, sotto il Valore di Libro

Morgan Stanley sull'S&P 500, fine della corsa. Wall Street, caccia aperta ai titoli sottovalutati. C'è ancora valore nascosto sulla piazza azionaria americana. Ecco 10 titoli sotto il Valore di Libro, da Molson Coors a DuPont, selezionati da Will Ashworth su InvestorPlace.

Wall Street: 10 azioni a buon mercato, sotto il Valore di Libro







Wall Street verso nuovi rialzi dopo il dato sull'inflazione

Il mercato è pronto ad allungare il passo dopo la conclusione positiva di ieri: in serata i conti di Nvidia e News Corp.

Wall Street verso nuovi rialzi dopo il dato sull'inflazione

Wall Street rimbalza dopo l'affondo e riparte dall'high-tech

Il mercato mostra un'intonazione positiva in attesa dell'unico dato macro in agenda per oggi. Diversi i titoli da seguire.

Wall Street rimbalza dopo l'affondo e riparte dall'high-tech

Wall Street: tornano in pista gli acquirenti dopo calo di ieri

Il mercato sembra pronto a ripartire al rialzo, confortato anche da alcune buone indicazioni arrivate dal fronte macro. Da seguire Twitter e Tesla.

Wall Street: tornano in pista gli acquirenti dopo calo di ieri

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

Piazza Affari riparte, ma non è tutto oro quel che luccica

Il Ftse Mib si è riportato a ridosso dei 23.000 punti, dalla cui rottura o meno dipenderà l'evoluzione nel breve. I market movers di domani.

Piazza Affari riparte, ma non è tutto oro quel che luccica

A Wall Street le vendite hanno la meglio prima del week-end

Il mercato attende di conoscere l'unico dato macro in agenda per oggi e intanto si focalizza sulle ultime trimestrali societarie arrivate.

A Wall Street le vendite hanno la meglio prima del week-end

Wall Street reagisce alle tensioni e ai dati macro

Il mercato prova ad imbastire un rimbalzo malgrado le deludenti indicazioni dal fronte macro. Crolla Snap dopo i conti, da seguire Nvidia e News Corp.

Wall Street reagisce alle tensioni e ai dati macro

Wall Street impaurita ancora dalla minaccia geopolitica

Deludenti le indicazioni arrivate oggi dal fronte macro, mentre tra i vari titoli segnaliamo Macy's. In serata i conti di Snap, News Corp e Nvidia.

Wall Street impaurita ancora dalla minaccia geopolitica

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

Il ribasso del Ftse Mib non preoccupa: i livelli da monitorare

L'indice non ha violato supporti di rilievo e lo scenario resta compatibile così con una ripresa degli acquisti. I market movers della prossima seduta.

Il ribasso del Ftse Mib non preoccupa: i livelli da monitorare

Borse incerte con volumi in calo. I market movers nel breve

I mercati azionari entrano nel pieno del clima ferragostano che allontana diversi operatività dalla normale attività. Gli appuntamenti in agenda nelle prossime giornate.

Borse incerte con volumi in calo. I market movers nel breve
apk