Oracle

Oracle, società software californiana

Oracle Corporation è una multinazionale statunitense, attiva nel settore software e hardware. La società si occupa dei sistemi software e hardware e si è specializzata nella realizzazione dei database, come il DBMS database management systems. La società informatica è una delle maggiori realtà a livello globale ed i suoi prodotti vengono utilizzati da oltre 400.000 clienti. Inoltre, il database di Oracle è stato adeguato a varie piattaforme come Apple, Microsoft, Sun Solaris, IBM, Linux e molte altre.

Le origini

L'azienda software è stata costituita in California nel 1977, grazie all'intuizione dell'informatico e manager statunitense, Lawrence Joseph Ellison, Ed Oates e Robert Minier, con denominazione iniziale Software Development Laboratoires.

Lawrence Joseph Ellison ed Oracle

Lawrence Joseph Ellison, conosciuto come Larry Ellison è nato a Manhattan nel 1944, da una ragazza madre Florence Spellman, che non potendolo mantenere lo diede in adozione agli zii Lillian Spellman Ellison ed a suo marito Louis Ellison. Lawrence Joseph Ellison, trascorre la sua adolescenza a Chicago, dove prosegue anche gli studi. Successivamente si iscrive alla Facoltà dii Fisica, presso l'Università di Chicago, ma ben presto abbandona gli studi per andare a lavorare in alcune aziende informatiche, appassionandosi al ramo software.

Gli inizi

Nel 1977 costituisce la società Software Development Laboratoires, SDL. Nel 1978 l'azienda sviluppa e commercializza la prima versione del sistema di gestione di basi di dati, il quale verrà commercializzato con il nome Oracle. Oracle è stato realizzato per essere utilizzato nel settore amministrativo statunitense. Il prodotto, riscuote un immediato successo e nell'arco degli anni successivi, vengono presentate ulteriori versioni, tecnologicamente sempre più avanzate.

L'espansione di Oracle

Nel 1982 la società trasformerà la propria denominazione in Oracle Corporation, prendendo così il nome dal suo prodotto di punta, il sistema software: Oracle DBMS (sistema di gestione di basi di dati).

Lo sbarco in Borsa

Nel 1986 la società ormai radicata sul territorio statunitense, fa il suo ingresso sul mercato telematico della Borsa di New York, il prezzo di collocamento è stato di 5,45 dollari. Le azioni vengono scambiate sul mercato Nasdaq, con il simbolo ORCL, dov'è Oracle è presente tutt'ora.

Le acquisizioni di Oracle

Nell'arco degli anni successivi la società in costante crescita, continua il processo di espansione, portando a termine varie acquisizioni di società, come l'azienda produttrice di software e semiconduttori Sun Microsystems (2010), la piattaforma Vitrue (2012), mentre nel 2014 ha acquisito per 5,3 miliardi di dollari la società statunitense, produttrice di hardware e software MICROS Systems, Dall'altro canto il colosso dell'informatica californiano, per adeguarsi ai rapidi sviluppi tecnologici, investe molte risorse in quest'area (settore della ricerca e dello sviluppo), realizzando diversi prodotti innovativi, ovvero edizioni tecnologicamente all'avanguardia.

I principali dati economico finanziari

Oracle Corporation ha la propria sede principale in California a Redwood City. La multinazionale è presente con uffici e filiali in oltre 145 paesi del mondo e conta circa 120.000 dipendenti. Nel 1993 il colosso californiano ha aperto le proprie filiali anche in Italia, con uffici nelle principali città come Roma, Torino e Milano.

Il colosso dell'informatica, guidato dal manager Lawrence Joseph Ellison (CEO), ha chiuso l'esercizio fiscale, relativo all'anno 2013 , registrando un fatturato pari a 37,2 miliardi di dollari, in leggero aumento rispetto l'esercizio precedente, conclusosi con ricavi per 37,1 miliardi di dollari.

Per maggiori informazioni: ORACLE



Il Ftse Mib torna nei pressi dei supporti: alzare la guardia

Il mercato ha mostrato ancora una volta la sua incapacità a riposizionarsi al di sopra dei 21.000 punti: a rischio la tenuta dei sostegni? Le attese per domani.

Il Ftse Mib torna nei pressi dei supporti: alzare la guardia

Borse troppo tranquille: correzione in arrivo con l'estate?

L'indice Vix continua a mantenersi sui minimi degli ultimi 20 anni, evidenziando una compiacenza dei mercati azionari che potrebbe preludere ad uno storno. I market movers da seguire nel breve.

Borse troppo tranquille: correzione in arrivo con l'estate?

5 titoli buy per giugno

Anche se l'estate è alle porte, non è il caso di disdegnare un guadagno che per l'S&P500 è in media, in questo periodo, poco sotto l'1%.

5 titoli buy per giugno

WIIT, debutto il 5 giugno a Piazza Affari

Wiit, uno dei principali player italiani nel mercato dei servizi Cloud Computing per le imprese focalizzato sull'erogazione di servizi continuativi di Hybrid Cloud e Hosted Private Cloud per le applicazioni critiche, comunica che in data 1° giugno 2017 Borsa Italiana ha pubblicato l'Avviso relativo all'ammissione alle negoziazioni delle azioni ordinarie WIIT su AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale, sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana S.

WIIT, debutto il 5 giugno a Piazza Affari

Wiit: via libera dei soci alla quotazione sull'AIM

L'assemblea dei soci di Wiit, uno dei principali player italiani nel mercato dei servizi Cloud Computing per le imprese focalizzato sull'erogazione di servizi continuativi di Hybrid Cloud e Hosted Private Cloud per le applicazioni critiche, ha approvato in data 22 maggio 2017 il progetto di quotazione sul mercato AIM di Borsa Italiana.

Wiit: via libera dei soci alla quotazione sull'AIM

Sesa, accordo di partnership di con Cabel

Sesa, operatore di riferimento in Italia nel settore delle soluzioni IT a valore aggiunto per il segmento business, con un giro di affari di oltre Euro 1,2 miliardi, comunica di aver sottoscritto un accordo di collaborazione strategica con il Gruppo Cabel di Empoli, già partner del Gruppo Sesa nell'area dei servizi informatici.

Sesa, accordo di partnership di con Cabel

Sesa: accordo di partnership con il Gruppo Cabel

Sesa S.

Sesa: accordo di partnership con il Gruppo Cabel

Oracle acquista le digital-ad analytics di Moat

Oracle ha raggiunto l'accordo per acquisire Moat, società Usa specializzata nella misurazione delle inserzioni pubblicitarie su piattaforme come Facebook, YouTube o Snapchat per clienti del calibro di Nestlé, Procter & Gamble e Unilever.

Oracle acquista le digital-ad analytics di Moat

6 azioni del tech favorite da BofA Merrill Lynch

In una nuova nota di ricerca gli analisti di Merrill Lynch aggiornanla lista delle loro top picks nel mondo dei software.

6 azioni del tech favorite da BofA Merrill Lynch

Borsa Usa: Dow Jones e S&P 500 chiudono in leggero calo

La Borsa di New York ha chiuso la seduta poco mossa all'indomani del rialzo dei tassi da parte della Fed.

Borsa Usa: Dow Jones e S&P 500 chiudono in leggero calo

Wall Street balla sui decimi: IBM, Biogen e Oracle protagonisti

Dow Jones, IBM in controtendenza grazie a Morgan Stanley. Nyse, shopping su Oracle dopo la trimestrale. Nasdaq, Biogen giù sul downgrade di Morgan Stanley. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street.

Wall Street balla sui decimi: IBM, Biogen e Oracle protagonisti

Oracle brilla al Nyse grazie ai conti trimestrali

Oracle +8% a Wall Street.

Oracle brilla al Nyse grazie ai conti trimestrali

Buy&Sell: promossi e bocciati dagli analisti

Torna l'ottimismo sui mercati, compresi quelli Usa. I rating degli analisti

Buy&Sell: promossi e bocciati dagli analisti

Oracle: JP Morgan migliora raccomandazione

Oracle (+8,5% al NYSE): JP Morgan migliora raccomandazione da neutral a overweight.

Oracle: JP Morgan migliora raccomandazione

Borsa Usa: indici in leggero rialzo

La Borsa di New York ha aperto la seduta in leggero rialzo.

Borsa Usa: indici in leggero rialzo

Oracle batte le attese nel trimestre e vola al Nyse (+6%)

Oracle ha sfiorato un guadagno del 6% nel mercato esteso a Wall Street (la seduta di mercoledì si era chiusa comunque in progresso dello 0,61%) dopo avere comunicato per il terzo trimestre del suo esercizio profitti netti in crescita da 2,1 miliardi di dollari, pari a 50 centesimi per azione, a 2,7 miliardi, e 53 centesimi.

Oracle batte le attese nel trimestre e vola al Nyse (+6%)
apk