Phillip Morris International

Philip Morris International, multinazionale statunitense del tabacco

Philip Morris International, conosciuta anche come PM, è un'industria americana, attiva nel settore del tabacco. La società si occupa della produzione di sigarette, che vengono distribuite in oltre 180 nazioni, attraverso i marchi Lark, Fortune, Marlboro, Bond Street, L&M, Sampoerna A, Chesterfield, Parliament, Philip Morris, Dji Sam Soe ed altri.

Le origini ed il suo pioniere Philip Morris

Le radici della società affondano nella Londra del 1847, quando Philip Morris (1835–1873), aprì una piccola tabaccheria nella zona di Bond Street. Nel 1873 in seguito alla scomparsa di Philip Morris, le redini della società passarono alla moglie ed al fratello Leopold Morris.

Il collocamento in Borsa

Nel 1881 l'azienda portò a termine l'accordo di fusione con la società di Joseph Grunebaum, dando vita così alla Philip Morris & Company and Grunebaum, Ltd. che nello stesso anno fece il suo debutto in Borsa. Nel 1885 Dopo appena quattro anni, la Philip Morris & Company and Grunebaum, Ltd. venne sciolta e la denominazione venne trasformata in Philip Morris & Co., Ltd.

Philip Morris in America

Nel 1894 la famiglia Morris cedette la società a William Curtis Thomson. Sotto la sua guida l'azienda continuò a svilupparsi ed a concludere importanti accordi di partnership oltreoceano. Nel 1902 grazie al contributo dell'agente americano Gustav Eckmeyer, la società si trasformò in società per azioni a New York.

L'espansione

In seguito all'ingresso dei nuovi soci di maggioranza americani, l'azienda inizialmente venne denominata Philip Morris & Co., Ltd., Inc., con sede in Virginia, per poi trasformarsi nella Philip Morris International.

Nell'arco dei decenni successivi, l'azienda continuò il lungo processo di espansione a livello internazionale, trasformandosi in uno dei maggiori produttori e distributori al mondo del tabacco.

Altria Group

Negli anni Ottanta la società leader del tabacco decise di diversificare il proprio core business, investendo nel comparto alimentare, diversificando i propri interessi. Il gruppo ha portato a termine diverse join venture, acquisendo varie attività del settore alimentare, spaziando dalla birra al cibo. Tra le varie acquisizioni vanno citate la società Kraft Inc. (1988), l'azienda europea di caffè e cioccolato, Jacob Suchard (1990), Freja Marabou (1993) ed altre.

PMI, Philip Morris International azienda indipendente

Nel 2003 la Philip Morris Company, venne rinominata Altria Group. Nel 2008 Philip Morris International diventa una realtà indipendente, ovvero la maggiore società di tabacco a livello globale e tra le principali realtà di prodotti confezionati al mondo.

I principali dati economico finanziari

Philip Morris International ha la propria sede principale a New York. L'azienda è presente a livello internazionale, con filiali ed uffici in varie nazioni, tra cui l'Italia. La multinazionale conta circa 53 stabilimenti di produzione, mentre la forza lavoro è composta da circa 91.000 dipendenti.

La holding statunitense è quotata alla Borsa valori di New York, sullo Standard & Poor's 500, con il simbolo PM.

Il colosso del tabacco ha chiuso l'esercizio fiscale relativo all'anno 2013 con ricavi per 80 miliardi di dollari, registrando un aumento del 3,4% rispetto l'esercizio precedente, conclusosi con un fatturato pari a 77,39 miliardi di dollari.

Per maggiori informazioni: PHILIP MORRIS








Wall Street torna a più miti consigli, flirt PhilipMorris-Altria

Dow Jones, Johnson & Johnson in verde. Nyse, Philip Morris e Altria Group trattano la fusione. Azioni The J. M. Smucker Company in forte calo. I titoli ed i temi caldi sulla piazza azionaria di Wall Street che, dopo i guadagni della vigilia, oggi ha prestato il fianco alle vendite.

Wall Street torna a più miti consigli, flirt PhilipMorris-Altria

Piazza Affari e dintorni: titoli e temi caldi della giornata

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Piazza Affari e dintorni: titoli e temi caldi della giornata

Ftse Mib: aumenta il rischio di una correzione. I livelli chiave

Il Ftse Mib è stato nuovamente respinto da quota 22.200/22.300 e ora l'attenzione andrà rivolta ai primi supporti di rilievo.

Ftse Mib: aumenta il rischio di una correzione. I livelli chiave

Wall Street offre interessanti opportunità. I titoli buy ora

Wall Street mantiene un'impostazione positiva ed è ancora credibile l'aspettative di un superamento dei massimi storici. L'analisi e le strategie di Alessandro cocco.

Wall Street offre interessanti opportunità. I titoli buy ora

Piazza Affari: ora serve più grinta per evitare brutte sorprese

Il Ftse Mib continua a tentennare a ridosso dei 22.000 punti: serve un intervento più deciso degli acquirenti ora.

Piazza Affari: ora serve più grinta per evitare brutte sorprese

9 azioni con un dividendo gonfiato da non comprare mai e poi mai

Qualche volta dietro una cedola generosa si nascondono pericolose insidie.

9 azioni con un dividendo gonfiato da non comprare mai e poi mai

Wall Street, Palo Alto superstar: compratori scatenati e 10 Buy

Wall Street: rally dell'8% e pioggia di Buy per la cybersecurity company Palo Alto. Promosso Worldpay dopo i conti. Upgrade su Philip Morris.

Wall Street, Palo Alto superstar: compratori scatenati e 10 Buy

Wall Street dividendi top 2019, 20 Titoli con le cedole succose

S&P Composite 1500, 164 titoli offrono un dividendo superiore al 4%. Da 31 si scende a 20 titoli con cedole succose. Sono anche 20 titoli Wall Street con potenziale per aumento cedola in futuro.

Wall Street dividendi top 2019, 20 Titoli con le cedole succose

Wall Street: i 10 migliori titoli, da comprare per dieci mesi

La strategia migliore per investire sulla piazza azionaria USA. Da Hormel Foods a GameStop, la BUY list di Josh Enomoto. Azioni con un buon dividend yield, i vantaggi.

Wall Street: i 10 migliori titoli, da comprare per dieci mesi
apk