Qualcomm

Qualcomm, azienda statunitense di telecomunicazioni

Qualcomm è una società di ricerca e sviluppo nel campo delle telecomunicazioni senza fili con sede a San Diego in California (USA).


Grafico interattivo NASDAQ:QCOM offerto da TradingView

Qualcomm, azienda statunitense di telecomunicazioni

Qualcomm Inc. è un'industria statunitense, leader nel business dei semiconduttori e della tecnologia wireless digitale. L'azienda si occupa della produzione e relativa distribuzione di microprocessori e sistemi per il comparto dei dispositivi mobili e dei cellulari.

Le storia dei pionieri di Qualcomm

Le radici della società ci riportano agli inizi degli anni '60, quando il ricercatore di origini italiane Andrew Viterbi, (Bergamo, 1935) e l'ingegnere elettronico Irwin Mark Jacobs (Massachusetts, 1933), iniziarono una lunga collaborazione e nel 1968 costituirono la loro prima società di consulenza e ricerca, denominata Linkbit.

Inizialmente il core business di Linkbit era focalizzato nel comparto degli impianti per la comunicazione digitale. In seguito le attività aziendali vennero ampliate con la produzione di microprocessori e semiconduttori, impiegati nel sistema di comunicazione senza fili e satellitare.

Nell'arco degli anni successivi Linkbit si sviluppò sul territorio nazionale e nel 1980 l'azienda contava circa 1.000 dipendenti, mentre il giro d'affari superava i 100 milioni di dollari. Nel 1980 l'azienda porta a termine un importante accordo di join venture, che prevede la fusione con la società M/ A-COM Technology Solutions. In seguito alla fusione, la società entra nel mercato della tecnologia elettronica, dando avvio alla produzione di dispositivi per la trasmissione televisiva via cavo.

Da Linkbit alla nascita di Qualcomm

Nel 1985 i due ingegneri e cofondatori della Linkbit, decidono di orientare il proprio business nel comparto del WMC (wireless mobile communication). Irwin Mark Jacobs ed Andrew Viterbi insieme ad altri investitori, costituirono la nuova società, denominandola Qualcomm.

Lo sviluppo aziendale

Inizialmente l'azienda si occupava della produzione di sistemi di telecomunicazione delle reti satellitari. Il loro primo prodotto fu il sistema di telecomunicazioni Omni TRACS, un microprocessore che permetteva lo scambio di informazioni tra gli autotrasportatori.

Negli anni seguenti la società ampliò il proprio core business occupandosi di semiconduttori per il settore della telefonia mobile. L'azienda tecnologica sviluppò il protocollo di accesso multiplo CDMA, tecnologia utilizzata da diversi cellulari, riscuotendo un grande interesse nel mercato della telefonia mobile, tanto che nel 1995 il protocollo CDMA, veniva utilizzato dai colossi telefonici come AT & T, Motorola, Sony e Nec.

Lo sbarco al NYSE

Nel dicembre del 1991 la società ormai radicata sul territorio statunitense, debutta sul mercato telematico della Borsa valori di New York. Il prezzo di collocamento è stato fissato a circa 0.55 dollari per azione. Oggi i titoli vengono scambiati al Nasdaq, con il simbolo QCOM.

L'espansione di Qualcomm

Nell'arco degli anni seguenti l'azienda continua a svilupparsi a livello internazionale, portando a termine diverse acquisizioni di società, come il produttore di dispositivi Bluetooth, RF Micro Devices e l'azienda Airgo Network (produttore di strumentazione WI-FI). Dal lato produttivo, Qualcomm amplia il proprio core business entrando nel mercato dei semiconduttori, trasformandosi in uno dei maggiori produttori di microprocessori a livello globale.

I principali dati economico finanziari

Qualcomm Inc. ha la propria sede principale a San Diego, ed è presente a livello globale con filiali ed uffici in oltre 40 Paesi. La forza lavoro è composta da circa 31.300 dipendenti, che sono dislocati nelle varie nazioni.

Il colosso dei microprocessori ha chiuso l'esercizio fiscale relativo all'anno 2013, registrando ricavi per 24,87 miliardi di dollari, in aumento del 30% rispetto all'esercizio precedente, conclusosi con un fatturato pari a 19,121 miliardi di dollari.

Per maggiori informazioni: QUALCOMM

Nome società QUALCOMM
Paese USA
Mercato NASDAQ 100
Settore TECNOLOGIA
Codice Alfa QCOM
Codice Isin US7475251036
Codice Reuters QCOM.O
Sito web società Link
Telefono 858-587-1121
Fax
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società 5775 Morehouse Drive San Diego, CA 92121 United States
Società revisione Lehman Brothers
Azioni in circolazione 1.662.600.000
Capitale Sociale n.d.
Tipo Titolo Azioni ordinarie
Valore nominale
Data di collocamento 13/12/1991
Prezzo di collocamento € 0.50
Ultimo dividendo n.d.
Tipo dividendo n.d.
Data pagamento n.d.
Ultima raccomandazione 29/03/2016
Emittente BARCLAYS
Raccomandazione Equal weight
Target Price € 50.00
Andamento rating
 
Ultimo Aggiornamento: 19/12/2014

Wall Street: Broadcom pessimo segnale sui chip, forte e chiaro

Trimestrale Broadcom, deludono i ricavi. Guidance annuale sul fatturato, AVGO la taglia per ben 2 miliardi di dollari. Effetto domino sugli altri chipmakers, da Intel a Qualcomm. Tutti i numeri da Wall Street.

Wall Street: Broadcom pessimo segnale sui chip, forte e chiaro







Piazza Affari in recupero, bene STM e TIM. FTSE MIB +0,77%

Piazza Affari in recupero, bene STM e TIM.

Piazza Affari in recupero, bene STM e TIM. FTSE MIB +0,77%

STM: Liberum conferma valutazioni positive

STMicroelectronics, +3,8% a 14,68 euro, recupera terreno dopo il -9% di ieri in scia al caso Huawei: secondo indiscrezioni di Bloomberg i colossi USA Google, Intel, Qualcomm, Broadcom e la tedesca Infineon hanno sospeso i rapporti con la big dell'elettronica di consumo cinese.

STM: Liberum conferma valutazioni positive

Piazza Affari in rialzo. Bene TIM dopo conti trim1, STM rimbalza. FTSE MIB +0,73%

Piazza Affari in rialzo.

Piazza Affari in rialzo. Bene TIM dopo conti trim1, STM rimbalza. FTSE MIB +0,73%

Borsa italiana positiva, TIM accelera con dati trim1. FTSE MIB +0,60%

Borsa italiana positiva, TIM accelera con dati trim1.

Borsa italiana positiva, TIM accelera con dati trim1. FTSE MIB +0,60%

STM e caso-Huawei: difficile recupero dopo l'affondo di ieri

STMicroelectronics, +1,3% a 14,33 euro, tenta una difficoltosa reazione dopo la massiccia flessione accusata ieri (-9,15%) in scia alla debolezza del settore semiconduttori: l'indice SOX, il riferimento per il comparto dei titoli americani, ha lasciato sul terreno il 4,02%.

STM e caso-Huawei: difficile recupero dopo l'affondo di ieri

L'Angolo del Trader

Enel positiva in avvio di ottava grazie alla notizia degli accordi tra la controllata Empresa Distribuidora Sur e lo Stato argentino per risolvere alcuni temi regolatori pregressi e ancora pendenti.

L'Angolo del Trader

Piazza Affari appesantita dai dividendi. FTSE MIB -2,68%

Piazza Affari appesantita dai dividendi.

Piazza Affari appesantita dai dividendi. FTSE MIB -2,68%

Piazza Affari in forte calo con dividendi e tensioni USA-Cina. FTSE MIB -2,69%

Piazza Affari in forte calo con dividendi e tensioni USA-Cina.

Piazza Affari in forte calo con dividendi e tensioni USA-Cina. FTSE MIB -2,69%

STM accelera al ribasso: caso Huawei potrebbe impattare su guidance

STMicroelectronics -9,2% accelera al ribasso in scia alla debolezza del settore semiconduttori.

STM accelera al ribasso: caso Huawei potrebbe impattare su guidance

STM negativa con settore, pesa caso Huawei

STMicroelectronics -3,7% in forte calo dopo le indiscrezioni di Bloomberg secondo cui i colossi USA Google, Intel, Qualcomm, Broadcom e la tedesca Infineon hanno sospeso i rapporti con Huawei in scia ai provvedimenti dell'amministrazione Trump contro il colosso cinese dell'elettronica di consumo.

STM negativa con settore, pesa caso Huawei

Borsa italiana in rosso ma pesano i dividendi. FTSE MIB -1,56%

Borsa italiana in rosso ma pesano i dividendi.

Borsa italiana in rosso ma pesano i dividendi. FTSE MIB -1,56%
apk