Saipem

Saipem, società italiana di perforazione e montaggi

La società Saipem S.p.A., acronimo di Società Anonima Italiana Perforazioni e Montaggi, appartiene al gruppo ENI ed opera nel settore petrolifero come prestatrice di servizi e realizzatrice di infrastrutture (offshore ed onshore). Tra le mansioni principali svolte, vi sono quelle rivolte alla ricerca di giacimenti di idrocarburi, alla costruzione di oleodotti e gasdotti e alla perforazione e realizzazione di nuovi pozzi petroliferi.
Nella realizzazione dei prepari impianti, Saipem opera per mezzo di società controllate, tra cui: Sonsub, Intermare sarda e Moss Maritime.

Le origini di Saipem

Il gruppo Saipem (la cui denominazione arriverà solo successivamente) nasce nel primo dopo Guerra, in concomitanza con l’arrivo in Agip di Enrico Mattei, all’epoca a capo di ENI, l’Ente Nazionale Idrocarburi. Il consolidamento di Saipem sul territorio inizia con l’esplorazione delle pianure lombarde. Tramite la società Snam, attiva nel trasporto e vendita di gas metano, acquisita da Agip nel 1949, Saipem consolida le proprie infrastrutture territoriali.
Nel 1954 ha inizio la costruzione dell’oleodotto in Egitto, lungo 145 km e in consorzio con un secondo costruttore. Tale progetto da visibilità alla società, che, nel 1956, a seguito della costituzione della società Snam Montaggi (scorporata da Snam) con la privata SAIP (attiva nel settore della perforazione), acquisisce la denominazione ufficiale di Saipem.

Gli sviluppi recenti

Nel 2008 Saipem incorpora la controllata Snamprogetti (acquisita nel 2006), presente a livello onshore ed attiva in progetti su terra.

Attualmente (ottobre 2014) l’azionista di riferimento per il gruppo ENI S.p.A. è del Ministero dell’Economie e delle Finanze (che possiede il 3,934% direttamente ed il 26,369% indirettamente, tramite la Cassa Depositi e Prestiti). La composizione di Saipem è a sua volta strutturata in:
- ENI S.p.A.: 42,93%
- Dodge & Cox: 5,045%
- Massachussetts Financial Services Company: 2,016%

Il gruppo è oggi attivo in 5 continenti, in Europa, nelle Americhe (tra cui, oltre agli Stati Uniti, in Argentina, Brasile, Canada, Messico, Perù e Venezuela), nel CSI (Astrakhan, Azerbaijan, Georgia, Kazakhstan, Russia), in Africa, in Medio Oriente e in Estremo Oriente (Australia, Cina, India, Indonesia, Malesia, Singapore, Thailandia).

Per info: SAIPEM



Divergenze bullish e bearish Rsi

Divergenze bullish e bearish Rsi: le divergenze* rialziste e ribassiste segnalate dall'RSI sono tra i segnali piu' efficaci che si possono ricavare dagli indicatori.

Divergenze bullish e bearish Rsi

Sotto la lente dell'analisi tecnica

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani.

Sotto la lente dell'analisi tecnica

Borse in rialzo grazie a Wall Street

Svetta Diasorin, arriva anche il rimbalzo del comparto petrolifero. In calo Bancari e risparmio gestito. Sul fondo Juventus.

Borse in rialzo grazie a Wall Street

Piazza Affari rimonta e termina in verde, rimbalzano i BTP. FTSE MIB +0,36%

Piazza Affari rimonta e termina in verde, rimbalzano i BTP.

Piazza Affari rimonta e termina in verde, rimbalzano i BTP. FTSE MIB +0,36%

Saipem: figura rialzista in formazione

Saipem (+2,4%) reagisce con forza al test del 61,8% di ritracciamento del rialzo dai minimi di dicembre, a 3,85 circa.

Saipem: figura rialzista in formazione

Petrolio, Brent in recupero a 62,52 dollari

Tentativi di reazione nei mercati del petrolio dopo i recenti cali.

Petrolio, Brent in recupero a 62,52 dollari

Piazza Affari annulla le perdite. Rimbalzano i petroliferi, FCA e banche ancora in rosso. FTSE MIB -0,07%

Piazza Affari annulla le perdite.

Piazza Affari annulla le perdite. Rimbalzano i petroliferi, FCA e banche ancora in rosso. FTSE MIB -0,07%

Ftse Mib: analisti cauti per vari motivi. I titoli buy a giugno

Il Ftse Mib ha perso quasi il 10% a maggio, ma non è una buona ragione per tornare a comprare a mani basse, visto che ce sono tante altre che inducono alla prudenza. Le blue chips da mettere in portafoglio.

Ftse Mib: analisti cauti per vari motivi. I titoli buy a giugno

Petroliferi rimbalzano con recupero greggio

I petroliferi rimbalzano dai minimi visti in avvio grazie al recupero del greggio.

Petroliferi rimbalzano con recupero greggio

Ftse Mib destinato a rivedere i minimi 2018? I titoli buy e sell

Il Ftse Mib non dovrà rompere i minimi della scorsa settimana, sotto cui potrebbero anche partire vendite da panico. L'analisi e le strategie di Roberto Scudeletti.

Ftse Mib destinato a rivedere i minimi 2018? I titoli buy e sell

Borsa italiana in flessione: sotto pressione petroliferi, bancari e FCA. FTSE MIB -0,98%

Borsa italiana in flessione: sotto pressione petroliferi, bancari e FCA.

Borsa italiana in flessione: sotto pressione petroliferi, bancari e FCA. FTSE MIB -0,98%

Petroliferi in rosso, greggio sui minimi da febbraio

Avvio di ottava negativo per i petroliferi Saipem -2,1%, Tenaris -1,4% ed Eni -0,9%.

Petroliferi in rosso, greggio sui minimi da febbraio

Piazza Affari tocca i minimi da febbraio, borse in rosso con dazi Trump. FTSE MIB -0,73%

Piazza Affari tocca i minimi da febbraio, borse in rosso con dazi Trump.

Piazza Affari tocca i minimi da febbraio, borse in rosso con dazi Trump. FTSE MIB -0,73%

Prezzi del petrolio in forte calo: WTI a 55,15 dollari

Accelerano ulteriormente al ribasso le quotazioni del greggio nei mercati internazionali nel pomeriggio.

Prezzi del petrolio in forte calo: WTI a 55,15 dollari

Piazza Affari in forte calo, Trump manda in rosso i mercati. FTSE MIB -1,29%

Piazza Affari in forte calo, Trump manda in rosso i mercati.

Piazza Affari in forte calo, Trump manda in rosso i mercati. FTSE MIB -1,29%

Borsa italiana negativa, sale lo spread. Focus su petrolio e Trump. FTSE MIB -1,21%

Borsa italiana negativa, sale lo spread.

Borsa italiana negativa, sale lo spread. Focus su petrolio e Trump. FTSE MIB -1,21%
apk