Saipem

Saipem, società italiana di perforazione e montaggi

La società Saipem S.p.A., acronimo di Società Anonima Italiana Perforazioni e Montaggi, appartiene al gruppo ENI ed opera nel settore petrolifero come prestatrice di servizi e realizzatrice di infrastrutture (offshore ed onshore). Tra le mansioni principali svolte, vi sono quelle rivolte alla ricerca di giacimenti di idrocarburi, alla costruzione di oleodotti e gasdotti e alla perforazione e realizzazione di nuovi pozzi petroliferi.
Nella realizzazione dei prepari impianti, Saipem opera per mezzo di società controllate, tra cui: Sonsub, Intermare sarda e Moss Maritime.

Le origini di Saipem

Il gruppo Saipem (la cui denominazione arriverà solo successivamente) nasce nel primo dopo Guerra, in concomitanza con l’arrivo in Agip di Enrico Mattei, all’epoca a capo di ENI, l’Ente Nazionale Idrocarburi. Il consolidamento di Saipem sul territorio inizia con l’esplorazione delle pianure lombarde. Tramite la società Snam, attiva nel trasporto e vendita di gas metano, acquisita da Agip nel 1949, Saipem consolida le proprie infrastrutture territoriali.
Nel 1954 ha inizio la costruzione dell’oleodotto in Egitto, lungo 145 km e in consorzio con un secondo costruttore. Tale progetto da visibilità alla società, che, nel 1956, a seguito della costituzione della società Snam Montaggi (scorporata da Snam) con la privata SAIP (attiva nel settore della perforazione), acquisisce la denominazione ufficiale di Saipem.

Gli sviluppi recenti

Nel 2008 Saipem incorpora la controllata Snamprogetti (acquisita nel 2006), presente a livello onshore ed attiva in progetti su terra.

Attualmente (ottobre 2014) l’azionista di riferimento per il gruppo ENI S.p.A. è del Ministero dell’Economie e delle Finanze (che possiede il 3,934% direttamente ed il 26,369% indirettamente, tramite la Cassa Depositi e Prestiti). La composizione di Saipem è a sua volta strutturata in:
- ENI S.p.A.: 42,93%
- Dodge & Cox: 5,045%
- Massachussetts Financial Services Company: 2,016%

Il gruppo è oggi attivo in 5 continenti, in Europa, nelle Americhe (tra cui, oltre agli Stati Uniti, in Argentina, Brasile, Canada, Messico, Perù e Venezuela), nel CSI (Astrakhan, Azerbaijan, Georgia, Kazakhstan, Russia), in Africa, in Medio Oriente e in Estremo Oriente (Australia, Cina, India, Indonesia, Malesia, Singapore, Thailandia).

Per info: SAIPEM



Ftse Mib: dove si fermerà la discesa? I titoli in pericolo ora

Il Ftse Mib dovrebbe trovare a breve un'area di prezzo dove fermarsi un attimo e da cui provare ad avviare un recupero, da sfruttare però per vendere. La view di Pietro Paciello.

Ftse Mib: dove si fermerà la discesa? I titoli in pericolo ora

Saipem sotto pressione con calo greggio e trimestrale Seadrill

Settore petrolifero molto debole in scia alla flessione del greggio: toccati i minimi da marzo.

Saipem sotto pressione con calo greggio e trimestrale Seadrill

Saipem ha violato un importante supporto

Saipem ha violato con decisione il 50% di ritracciamento del rialzo dai minimi di fine dicembre, supporto in area 4,05 (minimo oggi a 3,926 con i prezzi poi rimbalzati in area 3,96) sul quale i prezzi avevano consolidato nella parte centrale di maggio.

Saipem ha violato un importante supporto

Piazza Affari tocca i minimi da febbraio su incertezze quadro politico-economico. FTSE MIB -1,59%

Piazza Affari tocca i minimi da febbraio su incertezze quadro politico-economico.

Piazza Affari tocca i minimi da febbraio su incertezze quadro politico-economico. FTSE MIB -1,59%

Forti vendite sul petrolio e petroliferi

In pesante ripiegamento nel pomeriggio le quotazioni del greggio nei mercati internazionali.

Forti vendite sul petrolio e petroliferi

Borsa italiana negativa con petroliferi e industriali. FTSE MIB -0,85%

Borsa italiana negativa con petroliferi e industriali.

Borsa italiana negativa con petroliferi e industriali. FTSE MIB -0,85%

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli.

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Petroliferi prolungano flessione dopo dato scorte USA

Petroliferi in netto calo con il greggio che prolunga la flessione partita ieri pomeriggio dopo l'uscita dei dati sulle scorte USA e tocca i minimi dal 13-14 maggio.

Petroliferi prolungano flessione dopo dato scorte USA

Ftse Mib: a rischio correzione più ampia. Focus su vari titoli

Per il Ftse Mib nel breve sarà importante una tenuta dei minimi settimanali, pena una prosecuzione delle vendite. L'analisi e le indicazioni operative di Pietro Origlia.

Ftse Mib: a rischio correzione più ampia. Focus su vari titoli

Ftse Mib: spunti di trading. ENI e Saipem sotto la lente

Il Ftse Mib continua a mettere sotto pressione l'area dei 20.500, sotto cui si apriranno nuovi scenari ribassisti. L'analisi di ENI e Saipem.

Ftse Mib: spunti di trading. ENI e Saipem sotto la lente

Saipem colpito dal petrolio, ma arriva pioggia di buy dai broker

Saipem ha cambiato rotta nell'ultima ora di contrattazioni, chiudendo gli scambi in rosso sulla scia del netto calo del petrolio. Le banche d'affari però vedono nel titolo un ottimo affare.

Saipem colpito dal petrolio, ma arriva pioggia di buy dai broker

Piazza Affari in flessione. Negativi TIM, bancari e petroliferi. FTSE MIB -0,61%

Piazza Affari in flessione.

Piazza Affari in flessione. Negativi TIM, bancari e petroliferi. FTSE MIB -0,61%

Petroliferi in netto calo: greggio debole dopo dati scorte USA

Petroliferi in netto calo: il greggio accelera al ribasso e tocca i minimi dal 15 maggio in scia ai dati sulle scorte USA.

Petroliferi in netto calo: greggio debole dopo dati scorte USA

Piazza Affari in flessione. Vendite su bancari, TIM e industriali. Stasera i verbali FOMC. FTSE MIB -0,66%

Piazza Affari in flessione.

Piazza Affari in flessione. Vendite su bancari, TIM e industriali. Stasera i verbali FOMC. FTSE MIB -0,66%

Piazza Affari: c'è spazio per un rimbalzo? I titoli sotto esame

Il Ftse Mib è chiamato ad un test importante nel breve da cui potrà dipendere il suo destino futuro. Le blue chips da preferire e da evitare secondo Massimiliano De Marco.

Piazza Affari: c'è spazio per un rimbalzo? I titoli sotto esame

Saipem positiva grazie a JP Morgan nonostante debolezza greggio

Positiva Saipem, +1,3% a 4,24 euro, nonostante la debolezza del greggio (sui minimi da una settimana circa, Eni -0,6%, Tenaris -0,4%).

Saipem positiva grazie a JP Morgan nonostante debolezza greggio
apk