Tenaris

RSS

Tenaris, produttore di tubi per il petrolio ed il gas

Tenaris S.A. è il maggior produttore e fornitore a livello globale di tubi e servizi per l'esplorazione e la produzione di petrolio e gas.


Grafico interattivo MIL:TEN offerto da TradingView

Tenaris, produttore di tubi per il petrolio ed il gas

Tenaris S.A. è un gruppo industriale siderurgico italiano, produttore di tubi e fornitore di servizi per quanto riguarda le fasi di esplorazione e produzione di gas e petrolio. L’attività della società si concentra in perforazioni petrolifere, oleodotti e infrastrutture in acciaio senza saldatura.
Il titolo, quotato sul FTSE MIB di Milano, è attivo alla Borsa di New York, alla Bolsa de Comercio de Buenos Aires e alla Bolsa Méxicana de Valores di Città del Messico.

Le origini si Tenaris e la denominazione

La nascita di Tenaris ha luogo nel 2002, dopo che il gruppo Techint concentrò il monte delle attività aziendali sulla produzione di tubi in acciaio. Tale misura diede vita ad una nuova società, inclusiva dei fulcri lavorativi in Italia, Argentina, Messico, Giappone, Canada, Venezuela Brasile ed Argentina (rispettivamente con le attività: Dalmine, Siderca, Tamsa, NKKTubes AlgomaTubes, Tavsa, Confab e Siat).
Techint, gruppo industriale italo-argentino (e denominazione spagnola) venne a sua volta fondato nel 1945 da Agostino Rocca, milanese d’origine ma emigrato in Messico a seguito della Grande Guerra.

Il gruppo assume la denominazione di Tenaris (già precedentemente adottata dagli stabilimenti di Dalmine, Siderca e per dare segnale di omogeneità sul mercato); il termine Tenaris si riferisce all’aggettivo latino “tenax", ovvero tenace, come l’acciaio.
Per mantenere l’originario riferimento al marchio storico, il nuovo nome venne in un primo momento affiancato alla denominazione già presente, andando a creare TernarisDalmine, TenarisSiderca e così per tutti. Questo fu solo un passaggio intermedio prima dell’integrazione totale.

Lo sviluppo recente e le acquisizioni

Nel 2004 Tenaris avvia l’acquisizione di Silcotu, con sede in Romania e, due anni dopo, proseguendo nella fase di attestazione sul territorio, porta a termine l’acquisto della americana Maverick Tube Corp.

Il gruppo, dietro la presidenza di Paolo Rocca, ha sede sociale in Lussemburgo, ma stabilimenti produttivi sparsi in tutto il mondo. Circa il 60% della capitalizzazione azionaria del titolo è in mano a la società III- Industrial Investment Inc, di proprietà totale della famiglia Rocca ed avente sede nelle Antille Olandesi.
Il gruppo ha sede a Lussemburgo e vanta un organico totale di circa 26.980 addetti. Il titolo è quotato alla Borsa di Milano con il simbolo TEN, mentre a New York è associato alle lettere TS.

Per info: TENARIS

Nome società TENARIS
Paese USA
Mercato FTSE MIB
Settore MATERIE PRIME
Codice Alfa TEN
Codice Isin LU0156801721
Codice Reuters TERN.MI
Sito web società Link
Telefono +35226478978
Fax +35226478979
Sito web Investor Link
E-mail Investor E-mail
Indirizzo società 29, avenue de la Porte-Neuve L2227 Lussemburgo
Società revisione PricewaterhouseCoopers
Azioni in circolazione 1.180.536.830
Capitale Sociale 1.180.536.830
Tipo Titolo Azioni ordinarie
Valore nominale € 1
Data di collocamento n.d.
Prezzo di collocamento n.d.
Ultimo dividendo € 0.1300
Tipo dividendo Ordinario
Data pagamento 21/11/2018
Ultima raccomandazione 01/11/2018
Emittente EQUITA SIM
Raccomandazione Hold
Target Price € 16.80
Andamento rating
 
Rocca Paolo
Vogel Guillermo
Bonatti Roberto
Speeckaert Yves
Valsecchi Alberto
Rocca Gianfelice
Serra Puche Jaime
Vazquez Y Vazquez Amedeo
Monti Roberto
Condorelli Carlos
San Faustín S.A. 60.45 %
31/12/2016 Variaz. % 31/12/2015
TOTALE RICAVI 3.878,50 -39,38% 6.397,70
MARGINE OPERATIVO LORDO (EBITDA) 545,00 -51,78% 1.130,30
MARGINE OPERATIVO NETTO (EBIT) -53,30 -130,28% 176,00
RISULTATO ANTE IMPOSTE 68,50 -55,29% 153,20
RISULTATO NETTO 53,00 -179,10% -67,00
POSIZIONE FINANZIARIA NETTA -1.370,70 -19,33% -1.699,20
PATRIMONIO NETTO 10.859,20 -0,42% 10.904,90
CAPITALE INVESTITO 9.488,40 3,07% 9.205,60
Ultimo Aggiornamento: 14/01/2018







Tenaris si aggrappa all'ultimo appiglio disponibile

Tenaris si aggrappa all'ultimo appiglio disponibile e tenta un rimbalzo.

Tenaris si aggrappa all'ultimo appiglio disponibile

Piazza Affari positiva con i petroliferi. FTSE MIB +0,53%

Piazza Affari positiva con i petroliferi.

Piazza Affari positiva con i petroliferi. FTSE MIB +0,53%

Petroliferi e greggio in accelerazione dopo taglio OPEC

Petroliferi in accelerazione (Saipem +7,0%, Eni +3,2%, Tenaris +2,5%) in scia al balzo del greggio dai minimi della mattinata: il future febbraio sul Brent segna 62,90 $/barile (da 59,10 circa), il future gennaio sul WTI segna 53,65 $/barile (da 50,60 circa).

Petroliferi e greggio in accelerazione dopo taglio OPEC

Piazza Affari tonica, brillano i petroliferi dopo taglio OPEC. FTSE MIB +1,37%

Piazza Affari tonica, brillano i petroliferi dopo taglio OPEC.

Piazza Affari tonica, brillano i petroliferi dopo taglio OPEC. FTSE MIB +1,37%

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli .

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

I 10 titoli più vicini ai massimi e ai minimi del mese

I 10 titoli più vicini ai massimi e ai minimi del mese.

I 10 titoli più vicini ai massimi e ai minimi del mese

Forte ribasso a Piazza Affari, mercati azionari sotto tiro. FTSE MIB -3,54%

Forte ribasso a Piazza Affari, mercati azionari sotto tiro.

Forte ribasso a Piazza Affari, mercati azionari sotto tiro. FTSE MIB -3,54%

Prezzi del petrolio ancora in netto calo

Prezzi del greggio in forte ripiegamento nei mercati internazionali.

Prezzi del petrolio ancora in netto calo

Piazza Affari in netto ribasso, clima difficile sui mercati. FTSE MIB -2,70%

Piazza Affari in netto ribasso, clima difficile sui mercati.

Piazza Affari in netto ribasso, clima difficile sui mercati. FTSE MIB -2,70%

Petroliferi e greggio in forte ribasso: Trump contro il taglio OPEC

Petroliferi (Saipem -5,1%, Tenaris -3,5%, Eni -2,5%) in netta flessione con il calo del greggio a ridosso dei minimi da ottobre 2017 toccati alla fine della scorsa settimana: Il future febbraio sul Brent segna 58,65 $/barile (minimo a 57,80 circa), il future gennaio sul WTI segna 50,50 $/barile (minimo a 49,50 circa).

Petroliferi e greggio in forte ribasso: Trump contro il taglio OPEC

Video: Borsa ancora giu', ecco i prossimi supporti per Dax, Eurostoxx e Ftse Mib

Borsa ancora giu', ecco i prossimi supporti.

Video: Borsa ancora giu', ecco i prossimi supporti per Dax, Eurostoxx e Ftse Mib
apk