Tenaris

Tenaris, produttore di tubi per il petrolio ed il gas

Tenaris S.A. è un gruppo industriale siderurgico italiano, produttore di tubi e fornitore di servizi per quanto riguarda le fasi di esplorazione e produzione di gas e petrolio. L’attività della società si concentra in perforazioni petrolifere, oleodotti e infrastrutture in acciaio senza saldatura.
Il titolo, quotato sul FTSE MIB di Milano, è attivo alla Borsa di New York, alla Bolsa de Comercio de Buenos Aires e alla Bolsa Méxicana de Valores di Città del Messico.

Le origini si Tenaris e la denominazione

La nascita di Tenaris ha luogo nel 2002, dopo che il gruppo Techint concentrò il monte delle attività aziendali sulla produzione di tubi in acciaio. Tale misura diede vita ad una nuova società, inclusiva dei fulcri lavorativi in Italia, Argentina, Messico, Giappone, Canada, Venezuela Brasile ed Argentina (rispettivamente con le attività: Dalmine, Siderca, Tamsa, NKKTubes AlgomaTubes, Tavsa, Confab e Siat).
Techint, gruppo industriale italo-argentino (e denominazione spagnola) venne a sua volta fondato nel 1945 da Agostino Rocca, milanese d’origine ma emigrato in Messico a seguito della Grande Guerra.

Il gruppo assume la denominazione di Tenaris (già precedentemente adottata dagli stabilimenti di Dalmine, Siderca e per dare segnale di omogeneità sul mercato); il termine Tenaris si riferisce all’aggettivo latino “tenax", ovvero tenace, come l’acciaio.
Per mantenere l’originario riferimento al marchio storico, il nuovo nome venne in un primo momento affiancato alla denominazione già presente, andando a creare TernarisDalmine, TenarisSiderca e così per tutti. Questo fu solo un passaggio intermedio prima dell’integrazione totale.

Lo sviluppo recente e le acquisizioni

Nel 2004 Tenaris avvia l’acquisizione di Silcotu, con sede in Romania e, due anni dopo, proseguendo nella fase di attestazione sul territorio, porta a termine l’acquisto della americana Maverick Tube Corp.

Il gruppo, dietro la presidenza di Paolo Rocca, ha sede sociale in Lussemburgo, ma stabilimenti produttivi sparsi in tutto il mondo. Circa il 60% della capitalizzazione azionaria del titolo è in mano a la società III- Industrial Investment Inc, di proprietà totale della famiglia Rocca ed avente sede nelle Antille Olandesi.
Il gruppo ha sede a Lussemburgo e vanta un organico totale di circa 26.980 addetti. Il titolo è quotato alla Borsa di Milano con il simbolo TEN, mentre a New York è associato alle lettere TS.

Per info: TENARIS



Piazza Affari limita i danni, acquisti sui BTP. FTSE MIB -0,01%

Piazza Affari limita i danni, acquisti sui BTP.

Piazza Affari limita i danni, acquisti sui BTP. FTSE MIB -0,01%

Petrolio in leggero calo nonostante le tensioni sull'Iran

Prezzi del petrolio in leggero ribasso nel pomeriggio.

Petrolio in leggero calo nonostante le tensioni sull'Iran

Il Punto sui Mercati

Piazza Affari si muove intorno alla parità.

Il Punto sui Mercati

Bene i petroliferi grazie al recupero del greggio

Bene i petroliferi grazie al recupero del greggio che si allontana, anche se non in misura rilevante, dai minimi della scorsa settimana.

Bene i petroliferi grazie al recupero del greggio

Tenaris attacca ostacoli determinanti

Tenaris (+2,1%) sta lottando con un primo ostacolo a 11,72 circa, media mobile a 100 giorni e quota pari al 50% di ritracciamento della discesa partita ad aprile, nel tentativo di allungarsi fino a quota 12,035 per la copertura del gap ribassista lasciato aperto il 23 maggio.

Tenaris attacca ostacoli determinanti

Borsa italiana poco sopra la parità, bene i BTP. FTSE MIB +0,09%

Borsa italiana poco sopra la parità, bene i BTP.

Borsa italiana poco sopra la parità, bene i BTP. FTSE MIB +0,09%

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli.

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Tenaris, il rialzo si scontra con una forte resistenza

Il rimbalzo disegnato da Tenaris dal "tweezer bottom" di inizio giugno in area 10,35 si è arenato il 1° luglio a 11,94 contro il 50% di ritracciamento del ribasso dal top di aprile.

Tenaris, il rialzo si scontra con una forte resistenza

Prezzi del petrolio in calo: Brent a 63,21 dollari

Prevalgono le vendite sul petrolio nei mercati internazionali stamane.

Prezzi del petrolio in calo: Brent a 63,21 dollari

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli.

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli.

Ftse Mib, l'analisi dei singoli titoli

Borse: si riscatta Piazza Affari

Le utilities sorreggono il nostro indice di riferimento, nuovi record storici per Poste, Enel ed Hera. Svetta Atlantia, sul fondo i petroliferi.

Borse: si riscatta Piazza Affari

Piazza Affari in rialzo, BTP estendono rally. FTSE MIB +0,65%

Piazza Affari in rialzo, BTP estendono rally.

Piazza Affari in rialzo, BTP estendono rally. FTSE MIB +0,65%

Piazza Affari positiva e BTP in accelerazione. FTSE MIB +0,56%

Piazza Affari positiva e BTP in accelerazione.

Piazza Affari positiva e BTP in accelerazione. FTSE MIB +0,56%

Petroliferi in flessione, no sorprese da meeting OPEC

Petroliferi in flessione: Saipem -2,0%, Tenaris -0,6%, Eni -0,5%.

Petroliferi in flessione, no sorprese da meeting OPEC

Ftse Mib: finita la spinta al rialzo. Focus su Opec e titoli oil

Il Ftse Mib sembra aver finito la benzina e nel breve sono improbabili grandi salite: cosa aspettarsi ora? L'analisi di Angelo Ciavarella.

Ftse Mib: finita la spinta al rialzo. Focus su Opec e titoli oil
apk