Trevi Finanziaria Industriale

Trevi Finanziaria Industriale S.p.A., operatore nel ramo dell'ingegneria del sottosuolo

Trevi Finanziaria Industriale S.p.A. è una holding finanziaria, appartenente al Gruppo Trevi. Il Il gruppo è specializzato nel ramo delle trivellazioni e perforazioni. L'azienda si occupa della costruzione di impianti di perforazione che vengono utilizzati nei pozzi per l'estrazione di idrocarburi (Oil e Gas) e dei servizi di ingegneria delle fondazioni per le costruzioni ed altro (Core Business).

L'operatore emiliano è composto dalla Trevi Finanziaria Industriale S.p.A., la quale funge anche da capolista e dalle aziende controllate:

  • Soilmec S.p.A., società che si occupa della produzione e distribuzione di attrezzature per l’ingegneria del sottosuolo;

  • Trevi S.p.A. attiva nel settore relativo all'attività di ingegneria del sottosuolo;

  • Drillmec S.p.A., azienda impegnata nella ricerca idrica e nella produzione e relativa commercializzazione di impianti per la perforazione di pozzi petroliferi (idrocarburi) e geotermici;

  • Petreven S.p.A. azienda attiva nei servizi di perforazione petrolifera e nel comparto drilling;

  • Trevi Energy S.p.A. comprende le attività di progettazione e sviluppo del ramo riguardante l'energia rinnovabile.

Le origini ed il suo pioniere

Le origini dell'azienda affondano nella città di Cesena del 1957, durante il boom edilizio, quando il giovane ed intraprendente Davide Trevisani, costituì l'Impresa Palificazioni TREVISANI Geom. DAVIDE. L'azienda si occupava della produzione di pali trivellati, utilizzati nel settore delle fondazioni, ovvero scavi.

Lo sviluppo

Negli anni successivi la società ha continuato a svilupparsi ed estendersi, specializzandosi nel settore delle trivellazioni e delle perforazioni, trasformandosi in una delle principali realtà del settore.

Alla fine degli anni Sessanta, l'azienda guidata dall'imprenditore Davide Trevisani e dai fratelli Gianluigi e Cesare Trevisani ha ampliato la propria attività, entrando nel comparto metalmeccanico. A tale scopo sono nate le aziende Drillmec, specializzata negli impianti meccanici petroliferi e Soliman (1969), attiva nella produzione di macchinari utilizzati per l'ingegneria del sottosuolo.

Nel 1983 la società trasforma la propria denominazione da Impresa Palificazioni Trevisani Geom. Davide a Trevi S.p.A..

Il gruppo ha continuato il lungo processo di espansione a livello internazionale, portando a termine diverse join venture come l'acquisizione della società nordamericana I.C.O.S. Boston, trasformandosi in uno dei principali operatori a livello mondiale nell'ingegneria del sottosuolo.

L'approdo in Borsa

Nel 1999 Trevi Finanziaria Industriale S.p.A., appartenente alla famiglia Trevisani, debutta sul mercato telematico della Borsa valori di Milano, nel segmento standard Il prezzo del collocamento è stato fissato a 2,9 euro per azione.

Successivamente la piccola multinazionale continua la propria crescita a livello globale, acquisendo diverse società tra le quali vanno citate l'azienda storica geotecnica Ing. Giovanni Rodio S.p.A. (2004), la società in Arabia Saudita, Arabian Soil Contractors Ltd. (2009), la società colombiana Galante S.A. (2009), la società statunitense Watson Inc (2009), l'azienda bielorussa OJSC Seismotekhnika, di cui detiene il controllo (2013) e la società nigeriana Foundation Construction Ltd (2013).

I principali dati economico fiscali

Trevi Finanziaria Industriale S.p.A. ha la propria sede principale a Cesena in Via Larga, 201. Il gruppo è presente a livello globale con filiali ed uffici in oltre 36 nazioni come il Venezuela, Argentina, Nigeria, Kuwait, Turchia, Brasile Stati Uniti. La forza lavoro complessiva è costituita da circa 5.800 dipendenti.

La società è quotata alla Borsa Valori di Milano al segmento MTA, con il simbolo TFI.

Il gruppo romagnolo ha concluso l'esercizio fiscale relativo all'anno 2014, riportando ricavi per 1,25 milioni di euro, in leggera flessione rispetto all'esercizio precedente, conclusosi con un fatturato pari a 1,27 milioni di euro.

Per maggiori informazioni: TREVI FINANZIARIA INDUSTRIALE



Comparto costruzioni in rialzo con qualche eccezione

L'indice settoriale delle costruzioni Ftse Italia All Share Construction & Materials guadagna terreno nel pomeriggio con un rialzo dell'1,66 per cento.

Comparto costruzioni in rialzo con qualche eccezione

Trevi: Mediobanca riduce target

Trevi Finanziaria Industriale: Mediobanca conferma la raccomandazione underweight e riduce il target da 0,55 a 0,33 euro.

Trevi: Mediobanca riduce target

Trevi Finanziaria Industriale: scattano le ricoperture

Trevi Finanziaria Industriale (+5,8%): scattano le ricoperture dopo il -30% circa accusato nelle due sedute precedenti con minimo storico a 0,3174 euro.

Trevi Finanziaria Industriale: scattano le ricoperture

Borsa italiana positiva: Ftse Mib +0,36%

Borsa italiana positiva: Ftse Mib +0,36%.

Borsa italiana positiva: Ftse Mib +0,36%

Trevi non apre dopo rinvio approvazione dati trim3, si valutano soluzioni straordinarie di rafforzamento patrimoniale

Trevi Finanziaria Industriale non riesce ad aprire dopo che la società ha deciso di rinviare a fine anno l'approvazione dei dati del terzo trimestre a causa delle "incertezze circa l'esito delle negoziazioni in corso con il ceto creditorio per la definizione e sottoscrizione dell'accordo di standstill".

Trevi non apre dopo rinvio approvazione dati trim3, si valutano soluzioni straordinarie di rafforzamento patrimoniale

Trevi: Cda rinvia approvazione trimestrale

Il Consiglio di Amministrazione di Trevi Finanziaria Industriale S.

Trevi: Cda rinvia approvazione trimestrale

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

I titoli e i temi che potrebbero contribuire ad animare la sessione odierna sui mercati finanziari internazionali.

Borsa e Finanza: Titoli e temi in movimento

Vendite sul settore delle costruzioni

Seduta difficile per il settore delle costruzioni a Piazza Affari: l'indice Ftse Italia Construction & Materials segna un calo dell'1,51% in prossimità della chiusura.

Vendite sul settore delle costruzioni

L'Angolo del Trader

Seduta positiva per A2A (+1,58% a 1,48 euro) che trae vantaggio dalle dichiarazioni a Reuters del sindaco di Verona, Federico Sboarina.

L'Angolo del Trader

Borsa italiana sopra la parità, CNH accelera, i bancari rallentano: Ftse Mib +0,18%

Borsa italiana sopra la parità, CNH accelera, i bancari rallentano: Ftse Mib +0,18%.

Borsa italiana sopra la parità, CNH accelera, i bancari rallentano: Ftse Mib +0,18%

Borsa italiana poco sotto la parità: Ftse Mib -0,08%

Borsa italiana poco sotto la parità: Ftse Mib -0,08%.

Borsa italiana poco sotto la parità: Ftse Mib -0,08%

Trevi in rialzo: ok a standstill su debito

Buon avvio per Trevi Finanziaria Industriale (+3%) grazie alla indiscrezioni di MF secondo cui sarebbe stato trovato l'accordo con il pool di 30 banche per lo standstill (moratoria) sul debito da 566 milioni di euro.

Trevi in rialzo: ok a standstill su debito

La borsa italiana balza sui massimi da inizio mese: Ftse Mib +1,12%

La borsa italiana balza sui massimi da inizio mese: Ftse Mib +1,12%.

La borsa italiana balza sui massimi da inizio mese: Ftse Mib +1,12%

Trevi in ampio rialzo ma sotto il picco della mattinata

Trevi Finanziaria Industriale (+4,8% a 0,5570 euro) resta in ampio rialzo ma ben al di sotto del picco della mattinata a 0,58 euro, quando il titolo è anche passato in asta di volatilità.

Trevi in ampio rialzo ma sotto il picco della mattinata

Denaro sulle costruzioni, brilla Astaldi

Acquisti a Piazza Affari sul comparto delle costruzioni: l'indice Ftse Italia All Share Construction & Materials guadagna un corposo 1,46% che sovraperforma il resto del mercato.

Denaro sulle costruzioni, brilla Astaldi

Borsa italiana positiva, Mediaset protagonista: Ftse Mib +0,38%

Borsa italiana positiva, Mediaset protagonista: Ftse Mib +0,38%.

Borsa italiana positiva, Mediaset protagonista: Ftse Mib +0,38%
apk