Autore: Faro Maltese

Che cosa sono i Bitcoin Exchange, come sceglierli e quali sono. Dal passaparola alla sicurezza.


Fare trading con bitcoin

Per fare trading con Bitcoin bisogna essere al corrente di alcune importanti informazioni. Investire in Bitcoin, in altre criptovalute, o in generale rappresenta una scelta appetibile per chi desidera incrementare il proprio patrimonio. Tuttavia, bisogna tener presente che si tratta di una scelta rischiosa che richiede una competenza minima degli ausili informatici necessari, nonché un’adeguata conoscenza delle tecniche di trading più profittevoli. In questa guida abbiamo isolato non soltanto i consigli più utili per identificare la piattaforma di trading migliore, ma anche le strade più semplici da battere anche in caso di totale mancanza di informazioni sull’argomento.

Cosa controllare prima di iniziare a fare trading con Bitcoin

Cominciare ad investire nelle criptovalute richiede anzitutto un controllo preliminare. Si tratta di verificare l’affidabilità e la regolarità della piattaforma sulla quale abbiamo scelto di operare, per non incappare in truffe e rischiare di perdere i nostri soldi. Pertanto, cominciamo da qui. Una piattaforma di trading online deve avere due caratteristiche fondamentali:
- sicurezza
- autorizzazione ad operare sui mercati finanziari.

Sotto il profilo della sicurezza, le piattaforme che vi suggeriremo durante questa guida sono tutte dotate di ottimi impianti di cyber security in grado di tutelre adeguatamente il cliente. Inoltre, possono vantare una regolare autorizzazione CySEC europea o CONSOB italiana: le maggiori autorità di vigilanza degli istituti finanziari esistenti.

Da dove partire per investire nelle criptovalute

Chi vuole investire nelle criptovalute può farlo principalmente ricorrendo agli exchange: delle piattaforme divenute sempre più popolari e numerose di concerto all'esplosione del fenomeno Bitcoin. Cerchiamo, dunque, di capire quindi che cosa sono, come funzionano, quali sono i vantaggi e i rischi che comportano, e soprattutto quali sono i principali exchange disponibili sul mercato e qual è il loro punto di forza.

Che cosa sono i Bitcoin Exchange

Gli exchange sono delle piattaforme che mettono in contatto domanda e offerta di criptovalute, e dove è possibile tanto depositare una tipologia di criptovalute che convertirle in valute a corso legale o in altre criptovalute.

In questo senso, va ricordato che gli exchange si dividono in due grandi categorie, quelli che accettano depositi in valuta emessa da banche centrali (fiat) come gli euro, i dollari americani, i franchi svizzeri, le sterline, che possono poi essere scambiati in cryptovalute; e quelli che supportano solamente valute digitali, che non possono essere quindi comprate con le tradizionali monete a corso legale, ma solo pagando con Bitcoin, Ethereum o altri token. 

Chi dovesse avere un interesse per una coin in particolare, dovrà quindi prima verificare con molta attenzione che cosa offre ciascun exchange, tenendo presente che se si è interessati a una moneta digitale presente su una piattaforma che non accetta monete fiat, si dovrà effettuare l'operazione in due passaggi: acquistare prima dei bitcoin o degli ethereum con monete fiat dove consentito, e poi convertirli sul nostro Exchange nella moneta desiderata. 

Come scegliere un Bitcoin Exchange

Scegliere un buon exchange non è difficile, basta tenere in considerazione alcuni aspetti, prima di procedere con l’eventuale apertura del conto: tipologia di offerta, commissioni applicate, modalità di versamento richiesto, licenza regolare. Ve li elenchiamo di seguito nel dettaglio.

Offerta: Punto da tenere in considerazione è ovviamente quello dell'offerta: bisogna sempre verificare su ogni exchange quante e quali coppie di monete sono disponibili per le negoziazioni di Bitcoin (USD, Euro o altre criptovalute).

Commissioni: deve, inoltre, essere essere preferito un operatore che dia una visibilità piena sui costi. Patrick Gray, fondatore di HashChain Technology, ha ad esempio consigliato di prestare attenzione alle commissioni "nascoste", che possono essere legate al trading, ma anche ai depositi e costi di ritiro dei fondi.

Modalità di versamento: è buona abitudine controllare la metodologia di versamento richiesto sull'exchange, verificando in particolare se accetta pagamenti con mezzi a vostra disposizione, come carte di credito o di debito, bonifici, conto Paypal.

Licenza ad operare: ciascuna piattaforma di trading deve poter esibire sul proprio sito il numero della licenza ad operare, ricevuta dalla autorità di controllo preposta. Le principali autorità di rilascio di concessione ad operare sui mercati finanziari sono quelle suindicate.

Aprire un conto su un exchange è come aprire un conto presso una banca, anche se molto più semplice. Nel farlo, bisognerà però sempre preliminarmente adottare alcuni accorgimenti per rendere più sicuro il proprio investimento, perché il gran numero di siti nati negli ultimi anni potrebbe dirottare i meno esperti su exchange poco affidabili.

SUGGERIMENTO: non utilizzare exchange con sedi in Paesi dove le politiche di protezione degli utenti sono scarse, preferendo quelli americani ed europei.

Cosa occorre prima di iniziare a fare trading con BTC

Prima di tradare Bitcoin o altre criptovalute, è necessario preparare alcuni elementi che serviranno durante la procedura di apertura conto e anche successivamente:
- un indirizzo email, preferibilmente creato ad hoc;
- i documenti d’identità per le verifiche di registrazione;
- i dati bancari per il versamento.

Conclusa correttamente la fase di registrazione, si potrà iniziare ad operare secondo le tempistiche di attivazione dell’account previste dalla piattaforma scelta.
Gli indirizzi di posta elettronica e le password non andranno inoltre mai salvate sul pc o sulle chiavi online che tutti i browser mettono a disposizione.

SUGGERIMENTO: l'avvertimento è in ogni caso quello di rivolgersi anzitutto a una piattaforma che usa la cosiddetta two-step authentication durante il login, una password e un codice a breve scadenza che si riceve tramite app su cellulare; è bene inoltre utilizzare delle chiavette USB criptate nelle quali saranno conservati tutti i dati e i documenti sensibili, che non devono essere ceduti a terze parti.

Ecco dunque un parziale elenco dei più noti e affidabili Exchange.

Coinbase Pro

Uno degli Exchange più noti in assoluto è Coinbase, piattaforma nata nel 2012 in California e fondata da Brian Armstrong e Fred Ehrsam. In pochi anni, la società è cresciuta fino a un milione di utenti e  ha anche stretto partnership con importanti leader mondiali come Overstock, Dell, Expedia, Dish Network, Time Inc., per l'accettazione di pagamenti con bitcoin.Sul sito, che consente di comprare e vendere un numero limitato di criptovalute (Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e Litecoin) le tempistiche di accredito del denaro sono diverse, con la carta è quasi istantaneo mentre con il bonifico bancario ci vogliono all’incirca 3/4 giorni lavorativi.

Coinbase Pro è la sezione dedicata al trading, di facile utilizzo per chiunque voglia cimentarsi nella produzione di grafici, apertura e chiusura delle posizioni. Non supporta molte criptovalute, ma quelle più importanti dello scenario crittografico. Grande fattore di forza del sito è la sicurezza dei fondi. Gli stessi vengono separati dal patrimonio societario e affidati a portafogli offline distribuiti in tutto il mondo. Si aggiunge anche un’assicurazione: la Lloy’d of London che copre fino a un massimo di 250.000 dollari per account.

Qui un link per maggiori informazioni e per la procedura di creazione di un account su Coinbase. 

GDAX

Nell'orbita della precedente è GDAX, altra piattaforma per lo scambio di criptovalute appartenente alla società Coinbase. L'exchange, nato nel maggio del 2016, consente di fare trading su varie coppie di valuta digitale (Bitcoin, Bitcoin Cash, Litecoin e Ethereum), con la differenza principale che GDAX utilizza un'interfaccia grafica professionale dedicata principalmente a coloro che hanno già una discreta esperienza di trading: si potranno ad esempio impostare ordini di stop, limite o mercato. Come Coinbase, anche GDAX è una piattaforma che garantisce standard di sicurezza elevati, dal momento che utilizza una combinazione di server di archiviazione sia online che offline. Risulta particolarmente adatto agli utenti che sono molto attivi con il trading.

Inoltre, copre anch'esso eventuali rischi di frode disponendo di una riserva monetaria digitale superiore al valore delle valute digitali acquistate sull’exchange: questa polizza assicurativa nei confronti dell’investitore, si attiva nell’evenienza in cui GDAX e non sia in grado di garantire il mantenimento degli standard a seguito di una violazione o frode.

Qui un link per maggiori informazioni e per la procedura di creazione di un account su GDAX. 

Kraken

Gode di buona fama nei giudizi dei media indipendenti Kraken, altra piattaforma di riferimento che garantisce ai suoi utenti elevati standard di sicurezza e una gestione degli ordini di alto professionale (prevede ad esempio lo stop-loss). La società, che è attiva dal 2011 ed è oggi il maggiore Exchange per gli scambi di Bitcoin in termini di volume e liquidità in euro, ha tra i vantaggi una elevata liquidità e commissioni basse e operazioni a margine, mentre tra i contro segnalati ci sono ad esempio occasionali problemi di uptime. 

Kraken garantisce standard di sicurezza elevati adottando una serie di misure sofisticate per prevenire il furto di denaro o informazioni, prevede anch'esso una volta effettuata la registrazione all’interno del broker la possibilità di attivare l’autenticazione a due fattori. Facile e immediata la procedura di creazione del nuovo profilo, veloce la verifica dei documenti, non elevati i costi commissionali non elevati con bonifico SEPA in fase di prelievo (le commissioni sono viceversa un pò elevate se si utilizza l’EUR Bank Wire Deposit).

Le coppie che ad oggi è possibile comprare contro le principali valute fiat o altcoin sono: Bitcoin (XBT), Ethereum (ETH), Bitcoin Cash (BCH), Ethereum Classic (ETC), Augur (REP), Tether (USDT), Monero (XMR), Ripple (XRP), Tezos (XTZ).

Qui un link per maggiori informazioni e per la procedura di creazione di un account su Kraken. 

Bitpanda

Bitpanda è una start-up austriaca nata nell’ottobre del 2014, specializzata nella vendita e nell'acquisto di Bitcoin e altre criptovalute. Essendo una piattaforma completamente automatizzata, funziona in modo efficiente e la sua caratteristica principale sta nell’elaborare e confermare i pagamenti, nel più breve tempo possibile. 

Creare un account su www.bitpanda.com è molto semplice e veloce e le criptovalute supportate dalla piattaforma per l'acquisto e la vendita sono Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Litecoin, Dash e Ripple. Da tenere presente è però che ha costi commissionali leggermente più alti (2%) rispetto ad alcuni competitor come Coinbase (1.5%), e che la procedura per mettere la sicurezza dell'account non è così intuitiva come su altri wallet o exchange. L'autenticazione a due fattori come quella via SMS o email, deve essere attivata tramite delle procedure all'interno di Bitpanda.

Qui un link per maggiori informazioni e  per la procedura di creazione di un account su Bitpanda.