Uno dei problemi del trading tradizionale è sempre stata la psicologia di ogni trader che approccia i mercati per la prima volta. Spesso si è avventati, poco costanti e si tende al gioco d'azzardo più che a un attenta gestione strategica e del nostro capitale.

Questo problema, che non di rado è stata una tragedia per molti speculatori che hanno letteralmente perso tutto, è più comune di quello che si crede. Specialmente nel trading di criptovalute.

Perché?

Semplice, l'alta volatilità del settore e l'idea di arricchirsi velocemente sono un veleno per i meno esperti, riuscendo a mettere in ginocchio anche i trader più navigati, indulgendo in false promesse e aspettative sbagliate.

Oggi analizziamo quelle che da sempre sono le 3 emozioni da tenere più sotto controllo quando si opera in finanza, specialmente se abbiamo a che fare con asset come le crypto, che negli ultimi mesi hanno fatto tremare moltissimi investitori.

Tra ribassi sostenuti ed eccessi di volatilità, possiamo ammettere senza problemi che sapere come gestire la propria emotività con le crypto può fare la differenza nel breve e lungo periodo, soprattutto in termini di profitti!

Teneteli a mente e imparate a gestire questi 3 flagelli dei crypto traders.

Paura? Il mondo delle criptovalute spaventa

Molti utenti del web, tra community crypto e trader neofiti, puntano il dito contro coloro che perdono denaro esagerando con gli investimenti in criptovalute.

Purtroppo siamo tutti umani e, senza un adeguato controllo della nostra persona, risulta difficile essere immuni dalla cosiddetta FOMO (Fear of missing out) durante la nostra operatività nel mercato.

Questa non è altro che la paura che accomuna alcuni investitori di non riuscire a entrare a mercato nel momento giusto, magari rischiando di perdere un'ottima opportunità, o la paura di chiudere operazioni in perdita, mettendoci così ancora di più a rischio.

Un flagello che colpisce migliaia di trader in critpovalute tutti i giorni.

FOMO: ecco come gestire la paura nel crypto trading

Non è facile contenere la paura di perdere denaro o un ottimo ingresso nel mercato delle criptovalute, da sempre altamente volatile, ma bisogna per questo esercitarsi parecchio.

Operiamo in demo, studiamo il mercato, cerchiamo di creare un trading plan definendo una strategia che tenga conto della nostra propensione al rischio.

Così facendo, grazie al tempo e all'esperienza, tutto diventerà più automatico e, seppure non sempre semplice, impareremo a gestire la nostra paura, consapevoli che nel mercato ci sono sempre opportunità da cogliere.

Bisogna solo non bruciare il nostro capitale per paura di qualche perdita e occasione mancata.

Avidità, nemica N.2 nel crypto trading

Tutti possediamo il desiderio di arricchirci. Pochi di noi (forse nessuno) è esente da questo intimo quanto palese desiderio e gli esperti del marketing lo sanno bene.

Accade spesso di lasciarsi ingannare da progetti "pompati" dalla pubblicità di ottimi ritorni o da grandi iniziative mai davvero pronte al decollo, eppure molti di noi, accecati dalle promesse di enormi profitti cadiamo nella rete.

Molti sono stati attratti da falsi progetti, finendo solo con un pugno di mosche!

Non si diventa milionari dall'oggi al domani, chi opera in finanza lo sa, tanto meno con le criptovalute. Abbiamo sempre bisogno di grande studio e pazienza.

Cattivo money management, evitatela esercitandovi

Non lasciatevi accecare dalle promesse di cui il Web3 abbonda.

Fatevi sempre domande, informatevi con altri trader nelle community e cercate di scavare a fondo: le criptovalute sono troppo rischiose per i creduloni accecati dalla logica del guadagno immediato e voi non volete esserlo, ve lo assicuro.

Abbiate un'ottima gestione del rischio, esercitatevi nelle diverse tecniche di money management e non lasciate che qualche investimento sbagliato vi porti via il 50%, o peggio, del vostro intero capitale.

Va bene volersi lanciare in qualche progetto ambizioso e, se dovesse andare male, almeno avrete perso solo una parte dei vostri fondi. No?

Rabbia e rancore: l'esperienza nasce dagli errori

Dalla seconda emozione negativa, spesso silente, passiamo a quella più rumorosa: la rabbia.

Non serve a nulla dare la colpa agli altri, ma quante volte ci è sfuggita la mano a causa di una cattiva gestione della rabbia?

Purtroppo non molti capiscono che prendersela con una pagina web che ha solo dato "pareri finanziari", oppure con una nostra decisione finita male, non serve a nulla. Anzi spesso piò essere catastrofico nel trading di criptovalute!

Serve disciplina e non averla può crearci non pochi problemi, riflettete sulle false promesse e prendete le vostre decisioni in modo autonomo e maturo, sempre!

Leggi anche:"Criptovalute, 5 lezioni dal primo crac italiano"

Investire in criptovalute: serve disciplina

Mai dare la colpa agli altri. Una lezione che spesso viene insegnata duramente all'interno del mondo delle crypto, ma che ha il valore dell'oro!

Non lasciatevi prendere dai momenti di sconforto, non perdetevi d'animo se il vostro portafoglio è in rosso, preoccupatevi solo di mantenere la vostra lucidità per il prossimo trade.

Non dimenticate mai che ci sono moltissime occasioni con le criptovalute, ma non dovete bruciare il vostro capitale.

Sbagliare e avere delle perdite è normale: non fatevi ingannare da chi vi dice il contrario!