Chi non ha mai sentito parlare di Dogecoin, una delle criptovalute più chiacchierate degli ultimi mesi che è finita sulla bocca di tutti per essere stata nominata da Elon Musk.

Il suo prezzo sul mercato poi, è letteralmente schizzato alle stelle garantendo ai possessori dei ritorni economici da capogiro, creando vere e proprie fortune.

Se questo successo sia meritato o meno però, è stato per lungo tempo oggetto di feroci dibattiti, con gli schieramenti a dirne di cotte e di crude.

Effettivamente non si può certo negare che questa moneta sia controversa e che non meriti anche lo scetticismo che le ruota intorno, ma questo aspetto merita un'analisi più approfondita.

Perché Dogecoin sia una delle criptovalute più chiacchierate, è una cosa che si capisce solo analizzandone i fondamentali e tutti quegli aspetti tecnici che l'accompagnano.

Solo una volta conosciuto fino in fondo cosa fa, perché esiste e come funziona questa moneta è possibile davvero investire o meno in essa con una certa cognizione di causa.

Tutti coloro che si buttano a caso in questo mercato, rischiano solamente di finire preda di manipolazioni, pubblicità ingannevole o vere e proprie truffe.

Il mercato delle criptovalute è spietato (oltre che poco regolamentato) quindi è bene evitare di fare mosse azzardate e spinte solo da voci.

In questo video, The Crypto Gateway mostra come creare una shitcoin da zero in pochissimi secondi. Il sistema utilizzato da molti per ingannare le persone.

Cos'è Dogecoin

Dogecoin è una Meme coin, vale a dire una delle criptovalute nate come scherzo e fatte per far ridere gli utenti, prendendo in giro la serietà di Bitcoin.

Questo non dev'essere visto come un modo per ridicolizzare il concetto di cripto in generale, solo quello di creare un progetto che non si vuole prendere troppo sul serio.

Per questa ragione il simbolo è un cane, poiché si cercava un qualcosa che avesse una "faccia" simpatica e amichevole che ne simboleggiasse lo spirito.

Quindi è tutto qui? Si, fondamentalmente non esistono altri fini per la quale questa moneta è stata creata, cosa vera tutt'ora al momento della scrittura di quest'articolo.

Dogecoin è uno scherzo e tale sarebbe dovuta rimanere, se non fosse che ha iniziato a ricevere le attenzioni da parte di persone famose, le quali hanno accresciuto la sua popolarità.

Quindi, a un primo riscontro superficiale, si capisce fin da subito che si sia venuta a creare una situazione di fiducia non basata su effettivi parametri tangibili.

Gli stessi sviluppatori di questa moneta si sono trovati di fronte a un successo certamente non preventivato ma, molto probabilmente, nemmeno sperato viste le premesse.

A cosa serve Dogecoin

Dogecoin è una criptovaluta che può essere usata come tutte e altre come forma di pagamento, ma limitata ai sistemi e le piattaforme che decidano di accettarla.

Il che significa che ha un suo valore monetario ma, a meno che grandi nomi non inizino a farsi avanti e prezzare i loro beni in Doge, difficilmente la si potrà spendere.

Gli unici luoghi dove effettivamente è utilizzabile sono Twitter e Reddit, ma unicamente come metodo per dare delle mance ai creatori di contenuti.

Su nessuna di queste piattaforme si può utilizzare Dogecoin per comprare dei beni o accedere a dei servizi, il che chiude un cerchio molto piccolo legato alle sue funzioni.

Doge è nata per fare ridere e nulla più, cosa che rimane vera tutt'ora al momento della scrittura dell'articolo, indipendentemente dal suo valore di mercato.

Di recente Elon Musk ha detto di voler integrare Doge come forma di pagamento per parte del merchandising di Tesla, cosa che ha fatto alzare nuovamente il suo prezzo.

Questo potrebbe sembrare un buon prospetto per questa Meme coin, non fosse che proprio Musk ha detto di possedere discrete quantità di Doge e ha dimostrato di farle pubblicità.

Questo cosa significa? Che se il possessore di un asset si accorge che può manipolarne il prezzo con un semplice Tweet, allora non è difficile pensare che lo faccia solo per profitto personale piuttosto che per fiducia nel progetto.

Questa ovviamente è una speculazione poiché, sebbene molto plausibile, non sia effettivamente dimostrabile, ma lascia capire quanto fragile sia il progetto Doge.

Il valore di Dogecoin

Parlando della moneta stessa e non tanto del progetto in generale, bisogna anche qui aprire una parentesi che non farà piacere agli investitori di Dogecoin.

Bitcoin è prezioso perché è raro, infatti ne saranno emessi un numero massimo di 21 milioni, limitati dal codice stesso e dalle regole della blockchain sulla quale gira.

Il che significa una quantità molto minore di una unità per ogni singola persona sulla faccia del pianeta, rendendolo un asset incredibilmente prezioso.

Esistono anche criptovalute che, come Doge, non hanno un numero massimo di monete creabili, andando avanti verso l'infinito e oltre.

Una di queste è Ethereum, la seconda cripto per capitalizzazione la quale ha dimostrato da tempo il suo valore e che ha conquistato la fiducia di tutti.

Ma, il prezzo unitario altissimo e la sua fama, derivano dal fatto che venga immessa sul mercato lentamente, nell'ordine di pochissime unità al giorno.

Dogecoin invece è minata a palate, con un numero di monete circolanti assolutamente enorme se comparato a quelle delle altre principali criptovalute.

A questo va aggiunto che Eth abbia un sistema pensato per contenere o addirittura invertire l'inflazione, andando a mantenere un numero di monete sul mercato abbastanza ridotto.

Doge, essendo creata per far ridere ma senza scopo di lucro, non ha mai implementato nulla di simile, lasciando se stessa preda dell'inflazione galoppante.

Questo sembra non aver impattato il suo prezzo nel tempo, il quale è salito di molto, ma prima o poi  questa debolezza farà vedere i suoi effetti.

Perché comprare Dogecoin

Arrivati a questo punto, fatte tutte le premesse del caso che scoraggiano l'investitore amante di Dogecoin, è giunto il momento di parlare delle ragioni che possono spingere a comprare questa tra tutte le criptovalute.

Oggettivamente parlando, non è davvero semplice trovare un motivo che possa spingere una persona a voler mettere i propri soldi su una moneta scherzo piuttosto che su una con un uso concreto.

Il mondo criptomonetario nasce per rivoluzionare la finanza, non certo per piazzare cani sulle monete e far ridere la gente che passa di li per caso.

Tutti i segnali spingono a tenersi alla larga da Doge con tutte le proprie forze, poiché è difficile capire come possa aumentare di valore in futuro.

A questo va aggiunto che ha già raggiunto una posizione di mercato nella top 10 delle criptovalute, dove più avanti restano soltanto progetti consolidati e che appare improbabile superare.

Insomma, la conclusione più ragionevole è pensare che Dogecoin abbia già fatto la sua sfuriata data dal marketing e sia pronta per ritornare a cuccia, ma resta comunque uno spiraglio aperto.

Fino a che uno degli uomini più ricchi e influenti sul pianeta continuerà a sponsorizzarla (o manipolarla), allora nulla sembra davvero impossibile per la Meme coin.

Il futuro di Dogecoin

Passando poi alla speculazione più pura e priva di qualsiasi prova fisica, si potrebbe fantasticare andando a dipingere i due scenari più probabili per Dogecoin.

Il primo (che appare anche più plausibile) è che a un certo punto il mercato crescerà e smetterà di dare attenzioni a chi non le merita, facendo un po' di pulizia.

Le parole di Musk potrebbero perdere poi il loro effetto in modo progressivo, riducendoli a semplici deliri casuali lanciati sui social per fare rumore.

Ma, in un mondo in cui tutto può succedere tanto da fare arrivare criptovalute inutili nella top 10, non si può fare un pensierino anche alla seconda strada percorribile.

Potrebbe anche succedere che, una moneta che ha raccolto miliardi di capitalizzazione, decida d'evolversi in qualcosa di diverso e non fatto per lo humor.

Che uno degli asset più prominenti e chiacchierati del mondo cripto venga trasformato e cambi il suo volto, meritandosi uno spazietto nell'olimpo.

Come o chi possa far accadere questo piccolo grande miracolo può essere frutto d'ogni tipo di speculazione ma, se dalle parole pubblicitarie si passasse ai fatti, sicuramente non mancherebbero dei capitali per procedere.

Dogecoin è nata come uno scherzo e, come tale, è arrivata ad assumere un ruolo incredibilmente importante senza sapere bene come sia successo.

Questo di per se è già un piccolo miracolo, ma non vuol dire che sia anche l'ultimo della sua vita ormai abbastanza lunga e piena di colpi di scena.

Al momento della scrittura di quest'articolo resta una Meme coin senza valori fondamentali e con un futuro che appare segnato, ma a volte le apparenze ingannano.

Ovviamente trattarlo come un investimento è pura follia, in quanto le probabilità che fallisca sono molto superiori a quelle che mantenga la sua posizione.

Ma, per chi ama fare piccole scommesse, avere una piccola percentuale di Dogecoin nel portafoglio potrebbe essere interessante, purché non si prenda questo come un consiglio finanziario.