Tutti coloro che sono interessati al mondo delle criptovalute, saranno sicuramente alla ricerca delle migliori app per tenere sempre tutto a portata di mano e sotto controllo.

Con questo s'intende proprio tutto, dall'acquistare le valute, allo stoccaggio fino al controllo dei prezzi e delle notizie generali per non restare mai indietro e perdere denaro.

Il mondo odierno e specialmente quello delle blockchain e valute digitali, si muove a una velocità tale che, se non gli si dedica la giusta quantità di tempo, si rimane subito indietro.

Questo non vuol dire perderci ore e ore tutti i giorni a meno di non voler diventare un luminare in materia, ma almeno quella mezz'ora per guardare i prezzi e leggere due notizie più importanti è il minimo.

Anche qui però, in un mercato così ampio e variegato, si può facilmente perdere la direzione e un solido appiglio dove andare a trovare tutte queste informazioni.

Per questa ragione mettere insieme qualche nome legato al mondo delle criptovalute e alle app che sono necessarie, non può che far felici molte persone.

Qui di seguito vi saranno solo alcune delle principali e più importanti da utilizzare durante un una normale vita criptomonetaria, ma nulla vieta d'integrarle con altre preferite.

In questo video The Crypto Gateway spiega come utilizzare il wallet Metamask.

App per comprare criptovalute

Avrebbe davvero poco senso iniziare da qualcosa che non siano le migliori app per comprare criptovalute visto che, generalmente, queste sono quelle che si scaricano per prime.

Certo, la fase in cui si raccolgono informazioni è altrettanto (se non più) importante, ma si sa che è difficile resistere alla tentazione di buttarsi subito in un mondo in grado di generare grandi profitti.

La prima app è sicuramente Binance, l'exchange per antonomasia il quale ha fondato il suo successo su un'interfaccia semplice e la garanzia di un prodotto sempre al top.

Essendo la piattaforma più importante e maggiormente capitalizzata al mondo, riesce davvero difficile consigliarne altre che possano competere con essa.

Ovviamente ci si potrebbe affidare anche alla semplicità di Crypto.Com o agli strumenti super professionali di FTX Pro, questo dipende unicamente dalle necessità del singolo individuo.

Il consiglio è quello di evitare sempre come la peste piccole realtà che promettono grandi benefici, tanto da risultare fin troppo belle per essere vere.

Se una cosa sembra offrire dei vantaggi incredibili è perché, probabilmente, sta dando più di quanto potrebbe per attrarre maggiori clienti, basando il suo modello di business su fondamenta fragili o, addirittura, sull'inganno.

La cosa migliore da fare è affidarsi alle app per criptovalute classiche, usate da tutti e dalla fiducia comprovata, in modo da non perdere i propri averi in truffe.

App per detenere criptovalute

Il secondo posto va sicuramente alle migliori app per detenere criptovalute, le quali funzionano proprio come dei portafogli classici ma piazzati in un contesto digitale.

In pratica qui si potranno depositare le cripto e detenerle senza pericoli, ma con vantaggi che gli exchange non possono permettersi d'offrire.

Tramite questi wallet si potrà avere accesso alla De-Fi, la finanza decentralizzata grazie alla quale mettere a rendita le cripto e ottenere ricavi davvero stellari.

Consigliare un unico portafogli però sarebbe davvero impossibile viste le dinamiche delle blockchain e il fatto che esistano ecosistemi differenti non interconnessi tra loro.

Per esempio, nel caso si vogliano avere token appartenenti alla rete Ethereum, Metamask è sicuramente il punto di riferimento a cui appoggiarsi senza dubbio alcuno.

Trustwallet invece è perfetto per chi si affida a Binance e vuole spostare le monete della Binance Smart Chain, essendo i due in stretta interconnessione tra loro.

Su Solana invece il discorso cambia completamente perché, se Metamask e Trustwallet possono ospitare più o meno le medesime monete, saranno invece inutili per Solana quale necessiterà di un Sollet o di altri wallet dedicati.

Stessa cosa anche per la chain di Terra o una delle tante altre che si possono trovare in giro quindi, prima d'iniziare a scaricare cose a caso, è bene informarsi su dove si potranno depositare i propri averi.

App per seguire i grafici delle criptovalute

Prima d'andare a operare in un settore che non si conosce e buttarsi su criptovalute di non chiara entità, sarebbe bene andare a dare un'occhiata all'andamento dei prezzi.

Certo, anche le varie app degli exchange offrono solitamente un grafico in tempo reale che si può settare su lassi di tempo differente, ma è un servizio solitamente più difficile da fruite per via dello schermo piccolo e limitato alle coin listate sull'exchange stesso.

Per questa ragione si può andare a cercare qualcosa di un po' più dedicato e professionale, per avere sempre il meglio del meglio disponibile e non perdersi in cose inutili. 

Tra questi svetta sicuramente Tradingview, il punto di riferimento massimo per tutti i traders del mondo la quale offre funzioni avanzatissime e aiuti visivi per anticipare l'andamento del mercato.

Ovviamente moltissime di queste sono generate da sofisticati calcoli matematici, i quali è bene conoscere almeno nella teoria per poter capire come usare lo strumento.

In seconda posizione c'è la splendida app di CoinMarketCap sulla quale sono listate praticamente tutte le criptovalute del mondo e con il prezzo in tempo reale di ognuna di esse.

Il bello qui è che, oltre al valore della moneta, vengono riportate anche una lunga serie d'informazioni come la blockchain su cui poggia, la storia e gli obiettivi del progetto alle spalle.

Sicuramente non è abbastanza per decidere se l'investimento sia buono o meno, ma almeno offre una traccia importate su cui basarsi come punto di partenza per una maggiore e più dettagliata esplorazione.

In ultimo, se si vuole qualcosa di semplice e immediato senza andare nel dettaglio di CMC o nella professionalità di Tradingview, allora vale sicuramente la pena scaricare e installare Crypto Market Cap.

Pur essendo molto simile alla precedente nel nome non ha davvero molto da spartire con essa ed è possibile accorgersene fin dal primo sguardo una volta aperta.

Qui non si potrà fare analisi tecnica o avere informazioni approfondite ma, per uno sguardo giornaliero ai prezzi, è difficile trovare qualcosa di meglio.

Le migliori app per notizie sulle criptovalute

Quando si vuole installare un app per cercare notizie sulle criptovalute, ci si trova di fronte a un bel dilemma in quanto il mercato italiano non è esattamente fiorente e Trend online non ha ancora lanciato la sua applicazione personale.

Il vero problema è che, essendo una lingua poco parlata, quella del bel paese non attira molti investimenti in qualcosa di localizzato, ancor meno su una nicchia come le cripto.

Per questa ragione è bene affidarsi a giornali online come questo oppure armarsi di spirito d'avventura linguistica e buttarsi sull'inglese, da sempre patria degli aggiornamenti più repentini su questioni di rilevanza globale.

Un luogo dove però si riescono comunque a trovare articoli in Italiano abbastanza aggiornati è sicuramente Investing.Com, la quale riesce a tenere bene il passo con le novità.

Il consiglio è comunque d'integrarla con altre che si rivolgono al mercato americano o inglese, dove opinionisti e guru delle cripto fanno a gara a chi sparerà la prossima predizione azzeccata.

Un'altra ottima opzione è poi quella di usare Google Discover, quella schermata che appare facendo lo swipe verso destra dalla home dei telefoni Android

Qui si possono sempre trovare notizie aggiornate legate ai propri interessi che aiutano sicuramente a non perdere mai il passo rispetto a un mondo in costante mutamento.

App per mettere a rendita le criptovalute

Questa sarebbe di per se una dicitura non è propriamente corretta in quanto non si tratta di app per dispositivi mobili ma di web app per mettere a rendita le criptovalute.

Tutto questo settore viene chiamato De-Fi o finanza decentralizzata se lo si preferisce per esteso, ed è una cosa assolutamente nuova e nata grazie alle infinite possibilità delle blockchain.

In pratica, depositando qui i propri averi in smart contract, si potranno ottenere interessantissime percentuali annue in grado di raggiungere anche cifre a multipli zeri.

Per farlo occorre mettere le proprie criptovalute nei wallet digitali e collegarsi alla piattaforma De-Fi attraverso il sito internet, aderendo poi al contratto che si ritiene più profittevole.

Una delle migliori De-Fi in assoluto per la sua comprovata sicurezza e la facilità d'uso è sicuramente Pancakeswap, la quale opera sulla Binance Smart Chain e che offre ottime percentuali.

I costi per le transazioni qui sono davvero molto bassi, il che facilita l'ingresso anche a coloro che non hanno ingenti capitali da mettere a rendita.

Un'altra da tenere in grande considerazione è Sushi, la quale opera su blockchain Ethereum ed è il punto di riferimento per tutti i token ERC-20.

Il problema di questa sta nel fatto che, la rete Eth, abbia dei costi davvero proibitivi anche per transazioni minuscole, tanto da raggiungere le centinaia di Euro.

Va da se che, nel caso si abbia un budget da stanziare non troppo importante, utilizzare Sushi causerebbe delle perdite grazie al prezzo del gas su questa chain.

Esistono poi altri ecosistemi e web app di grandissima importanza come Uniswap, Serum, Curve e chi più ne ha più ne metta, ma si basano sempre sul medesimo concetto di funzionamento, quale scegliere dipende unicamente da quali criptovalute si posseggono.

Ogni chain ha le sue, quindi ogni De-Fi si specializzerà su quelle che girano sul suo stesso sistema, almeno fino a quando non si costruiranno ponti tra di esse.

La cosa importante è fare molta attenzione a chi si va a dare i propri soldi, in quanto esistono truffe come i rugpull pensati proprio per fregare chi ha poca o nessuna esperienza nel settore.

In pratica alcune piattaforme di dubbia natura promettono rendite incredibili, salvo poi scappare col denaro per non farlo vedere mai più agli utenti.

Prima di lasciare le proprie monete in giro è bene documentarsi sull'afidabilità del sistema scelto, in modo da evitare problemi.