Bitcoin ed Ether hanno raggiunto i massimi storici nelle scorse ore; secondo alcuni analisti ciò è dovuto anche ad un tentativo di copertura dell'inflazione che sta avvenendo in tantissimi paesi.

Bitcoin, il token digitale più grande del mondo, è balzato fino al 3,6% a $ 68.513, mentre Ether ha registrato un progresso più modesto a circa $ 4.840. Il valore totale dei token digitali tracciati da CoinGecko ha raggiunto circa 3,1 trilioni di dollari.

Bitcoin è aumentato di oltre il 130% quest'anno ed Ether del 550%, anche se per i critici la volatilità inerente ai token digitali danneggia tantissimo la loro pretesa di essere una riserva di valore alternativa, magari, all'oro.

Il motivo dell'aumento di valore di Bitcoin e altre criptovalute

Il desiderio di trovare una copertura contro l'inflazione potrebbe aver fatto aumentare il valore delle criptovalute, secondo Chris Weston, capo della ricerca presso Pepperstone Financial Pty.

La Federal Reserve in un rapporto ha avvertito gli investitori di considerare sempre che i prezzi degli asset sono vulnerabili e volatili.

Comunque questo nuovo record sta dimostrando che le monete digitali stanno ottenendo una maggiore accettazione da parte da parte del mainstream, anche da parte degli investitori istituzionali.

Bitcoin sempre più in alto dopo il blocco cinese: merito di Elon Musk?

Il token di Bitcoin è sceso sotto i $ 30.000 a giugno, a causa del consumo elevato di energia del mining e la repressione della criptovaluta da parte della Cina. Si è poi ripreso in parte con il passare del tempo.

Un'altra teoria che spiegherebbe il record raggiunto da Bitcoin è l'onnipresente Elon Musk, l'uomo più ricco del mondo. L'imprenditore sarebbe intenzionato a vendere il 10% di della sua partecipazione in Tesla Inc.

E cosa farebbe Musk con i proventi? Ha affermato che acquisterebbe personalmente Bitcoin, Ether e Dogecoin.

Secondo Michael Saylor, amministratore delegato di MicroStrategy Inc. la conversione del bilancio di Tesla in Bitcoin "offrirebbe diversificazione, protezione dall'inflazione e più rialzo per tutti gli investitori in modo efficiente dal punto di vista fiscale".

Il mercato poco più che decennale delle risorse digitali è quasi quadruplicato rispetto al suo valore di fine anno 2020. 

Moltissime persone vengono attratte dall'economia delle criptovalute a causa dei cosiddetti servizi finanziari decentralizzati e per i token non fungibili, che consentono oggetti da collezione digitali come oggetti d'arte online.

Bitcoin raggiunge un nuovo record: le varie motivazioni

Nelle prime ore di martedì 9 novembre, la più grande criptovaluta del mondo ha superato il suo precedente picco di $ 67.700. Bitcoin è salito a un massimo record di $ 68.519. Anche ethereum è salito a $ 4.837.

Gli analisti hanno motivato questa corsa all'investimento con i timori riguardanti l'inflazione. Questo potrebbe essere stato un fattore chiave dell'aumento del valore di Bitcoin.

"La maggior parte degli analisti attribuisce gli attuali massimi storici alle banche centrali che mantengono tassi bassi, rendendo le criptovalute una popolare copertura contro l'inflazione", commenta Nicklas Nilsson, analista tematico di GlobalData e autore di un recente rapporto di ricerca tematico sulla blockchain.

“I bassi tassi di interesse sono generalmente visti come un supporto per gli asset più rischiosi. Tuttavia, ci sono una miriade di fattori che possono spiegare questo aumento. Una combinazione di forti dinamiche di approvvigionamento e carenze, recupero della rete mineraria, attività di rete relativamente bassa, crescente interesse globale e investimenti istituzionali nello spazio crittografico e nella tecnologia blockchain sottostante hanno contribuito alla capitalizzazione di mercato delle criptovalute che si avvicina ai 3 trilioni di dollari"

L'aumento può anche essere attribuito a un recente aggiornamento del sistema Ethereum e il fondatore di Square Jack Dorsey afferma di voler rendere il bitcoin "la valuta nativa di Internet".

Gli organismi di vigilanza sulla sicurezza negli Stati Uniti e in Australia hanno dato il via libera anche agli Exchange Traded Fund (ETF), o almeno non hanno ostacolato il loro lancio.

Gli appassionati di criptovaluta sono ottimisti sul fatto che tutti questi fattori contribuiranno a spingere il valore del bitcoin oltre i suoi attuali livelli record.

"Bitcoin manterrà la sua forza ed è probabile che questa settimana aumenti ancora, raggiungendo forse nuovi massimi storici, poiché questo attuale 'decollo' genera ulteriore interesse e slancio, attirando ancora più investitori al dettaglio", afferma Nigel Green, CEO di Financial società di consulenza deVere Group.

Biden approva la tassa sulla criptovaluta proprio nel momento in cui Bitcoin raggiunge il suo nuovo record

Mentre il bitcoin ha raggiunto un nuovo livello record, la Casa Bianca è pronta a introdurre una controversa tassa sulle criptovalute.

Venerdì scorso, infatti, il Congresso ha approvato il tanto pubblicizzato pacchetto infrastrutturale da 1,2 trilioni di dollari, segnando uno dei primi grandi successi del presidente Joe Biden.

Il disegno di legge, tuttavia, include regolamenti che richiedono ai broker di segnalare all'Internal Revenue Service (IRS) le informazioni sui trader che effettuano transazioni superiori a $ 10.000.

Questo tentativo si sta facendo per cercare di colmare il divario di 600 miliardi di dollari di tasse non pagate che il paese ha subito nel 2019.

"Nonostante costituiscano una porzione relativamente piccola del reddito d'impresa oggi, è probabile che le transazioni di criptovaluta aumenteranno di importanza nel prossimo decennio, specialmente in presenza di un ampio regime di rendicontazione dei conti finanziari", ha scritto il Tesoro degli Stati Uniti nel rapporto che delinea e descrive le proposte di tassazione delle criptovalute.

A luglio questa proposta è stata aggiunta alla versione del disegno di legge del Senato. La decisione è stata presa dopo che il Joint Committee on Taxation ha stimato che così facendo si risparmierebbero 28 miliardi di dollari di costi infrastrutturali nel prossimo decennio, secondo The Verge .

Ora tocca al presidente Biden firmare il disegno di legge. I fanatici delle criptovalute sono stati tutt'altro che ottimisti riguardo a questo tipo di regolamentazione, proprio perché quello che gli investitori di criptovalute più odiano è il controllo centralizzato del denaro digitale. 

Le tante critiche arrivate a questa decisione di tassare le criptovalute, più che altro sono legate alla domanda: secondo il governo americano chi sono i broker tenuti al pagamento della tassa? Comprendono anche i minatori?

Ad agosto, il Tesoro ha dichiarato che non avrebbe preso di mira i minatori, una promessa che la comunità delle criptovalute si aspetta che adesso mantenga.

Diversi legislatori simpatizzanti delle criptovalute hanno criticato la tassa e hanno tentato di introdurre emendamenti che la rendessero almeno più chiara nella spiegazione. Questi emendamenti, però, sono stati tutti bocciati.