Anticipato al 6 settembre l'inizio del deposito fondi su Bakkt Warehause, azienda che darà la possibilità di scambiare futures fisici del Bitcoin.

-4% nel giro di poche ore

Questa notizia ha fatto crollare del -4% l'oro digitale, perdendo liquidità e volumi da parte degli investitori i quali si sono precipitati a confluire una parte dei loro capitali sui futures fisici.

Ma il Bitcoin ancora continua a rimbalzare su supporti di lungo periodo, mensili, che garantiscono ancora una barriera stabile su ulteriori ribassi: a cadere infatti è stato il supporto dei 10000$ che ha proiettato il prezzo sul supporto dinamico della wedge di medio periodo che confluisce con i 9450$.

Ancora sull'area di supporto mensile

Ragionando sul movimento ancora non si trova una prova tangibile di ulteriori crolli, poichè questa volatilità odierna è scaturita da una notizia che a volumi normali e a periodi diversi sarebbe stata riassorbita immediatamente.

La presenza di un ciclo mensile che sta terminando proprio sull'area di supporto ci fa preludere una presenza di un nuovo ciclo che potrebbe dare continuazione al trend di lungo periodo.

Quindi rimane il target di breve sui 12000$ confluente con l'88% del ritracciamento di Fibonacci dell'ultima gamba ribassista di breve periodo e completamento di un pattern arminico, un Bat pattern, in formazione.

Inoltre, da non sottovalutare, l'arrivo imminente della settimana di ripresa volumi di settembre che potrebbe metter fine a questa attesa estenuante e a questa volatilità atipica del Bitcoin, portando una nuova ventata di freschezza sul mercato delle criptovalute.