Il Bitcoin (BTC) sembra essere finito nella sabbie mobili; la regina delle criptovalute sta scambiando intorno ad area 3.500 dollari ormai da parecchie sedute, tenendo così sulle spine gli investitori.

La sessione domenicale si è chiusa in negativo dell'1,75%, con le contrattazioni che si sono aperte a 3.564,3 e chiuse a 3.501,7 dollari (dati di Bitfinex).

Da sette sessioni le forze in campo sono in perfetto equilibrio, con il mercato che si muove lateralmente e in un range molto ristretto, ovvero tra 3.422 e 3.581 dollari; nonostante la bassa volatilità, il rischio di aggiornare i minimi di dicembre rimane ancora elevato.

Il quadro tecnico è debole e per riportare fiducia fra i compratori, il mercato dovrà fornire un segnale di forza al di sopra del pivot point a 3.500 dollari; tuttavia per nuovi ingressi long servirà attendere una chiusura sopra quota 4.600 dollari.

Le prossime resistenze segnalate sono a 4.000, 4.500, 4.900, 5.750, 6.200, 6.800, 7.000, mentre a livelli più bassi troviamo supporti a 3.500, 3.000, 2.800 (minore) e 2.500 dollari.

Per chi volesse acquistare Bitcoin

Attendere il breakout di 4.600 dollari, se confermato in chiusura; stop loss a 3.400 e primo target a 5.750 ed in estensione 6.200 dollari.

Per chi detiene attualmente Bitcoin

Le posizioni sono state liquidate poiché il mercato ha rotto al ribasso il supporto a 7.150 dollari (4 agosto)

Per chi volesse vendere Bitcoin

Il trend è ancora short dal 4 agosto. Possibili entrate short di breve sui rimbalzi fino a 4.450; stop loss a 4.500 dollari e target il retest dei livelli già raggiunti ed in estensione 3.000 dollari.