Il Bitcoin in quadro giornaliero denota una alquanto pronunciata componente erratica nella dinamica recente, con brevi traiettorie, di solo temporaneo allontanamento ora sopra ora sotto il contingente baricentro (area 3650 Dollari su Bitfinex, 3580 Dollari su Coinbase).

La configurazione grafica disegnata dal 22 gennaio attribuisce all’intercettazione al rialzo di 3690 su Bitfinex (3620 su Coinbase) la rimozione dell’ipotesi ribassista collegata al segnale ribassista che era intervenuto il 7 gennaio scorso, commentato nel relativo report, e della traiettoria ad essa collegata; comparirebbe insomma un tentativo rialzista (con stop e ripristino della precedente ipotesi ribassista appena sotto 3460  - su Bitfinex - o 3420  - su Coinbase), da monitorare strettamente nella sua continuità - vista la citata indole erratica - sin tanto il Bitcoin non riesca ad emergere convintamente sopra 3900 (Bitfinex) o 3800 (Coinbase).

Una reiterata incapacità di riaprire l’ipotesi rialzista con l’evento sopra descritto, dunque, mantiene in corso di validità l’ipotesi di debolezza e traiettoria collegate al già commentato segnale ribassista inaugurato il 7 gennaio scorso.

Bitcoin: grafico giornaliero,  Trend/segnale in corso  − fonte grafico: Tradingview