Nel 2018 vedremo il Bitcoin riprendere la sua corsa dopo i guadagni sensazionali dello scorso anno? Oppure altre monete digitali come Ethereum o Ripple riusciranno a metterne in discussione la supremazia nel mercato delle criptovalute, magari superando il più noto rivale in termini di valore di mercato?

Un mercato più maturo

Di sicuro per adesso c’è che sull'onda del successo di queste ultime settimane di alcune delle principali altcoins, il bitcoin pesa adesso meno in termini relativi. Tanto che la sua capitalizzazione, che rappresentava appena un mese fa oltre il 50% del valore complessivo di tutte le criptovalute disponibili, è scesa adesso sotto il 33% (230 miliardi di dollari su un totale di circa 710 miliardi).

Il mercato insomma si sta facendo più complesso. Segno per molti analisti che i guadagni della valuta creata da Satoshi Nakamoto sono stati solo la punta di un iceberg di gran lunga più imponente e meno passeggero di quanto apparisse finora.  Non è un caso ad esempio se IG, broker numero uno al mondo sui CFD (Contratti per differenza), ha progressivamente migliorato la sua offerta di criptovalute e mette a disposizione oltre al Bitcoin anche Ethereum, Ripple e Litecoin.