Il bitcoin al giro di boa di metà gennaio esibisce un apprezzamento intorno al 20% in riferimento all’inizio del 2020. Un esordio d’anno così frizzante non si vedeva dal 2012.

Da un punto di vista grafico, l’attenzione verte sulla capacità o meno di lasciarsi definitivamente alle spalle la fase di arretramento che nella seconda metà del 2019 ha finito per ridimensionarne le quotazioni di quasi la metà.

Quadro mensile

Entrando nella lettura operativa con il metodo Candle Model, in ricognizione del più ampio quadro − quello rappresentato con candele mensili, nel riquadro a sinistra di figura ─ la discesa del secondo semestre del 2019 ha fiaccato ma non smantellato il Trend/Segnale rialzista strategico, inaugurato venerdì 10 febbraio 2109 secondo la view Candle Model, a 3650 Dollari, quando è entrato in servizio il Modello rialzista di StopTrend (con il contributo delle candele mensili di dicembre 2018 e gennaio 2019), coadiuvato da uno stop protettivo attestato a 3100 Dollari.

Tale Trend/Segnale rimane tuttora in servizio, con un presidio protettivo che resta formalmente confinato al suo livello iniziale, 3650 Dollari: i cospicui movimenti visti durante il 2019  hanno assegnato comprensibile rilievo all’aspetto di money management del segnale medesimo, per esempio gestendone una parte con le evidenze del sottostante quadro settimanale.

Quadro settimanale

La ricognizione del quadro espresso con candele settimanali, in ricognizione del Trend/Segnale tattico, ha visto ─ da ultimo − la formazione di una configurazione di un Modello di InverTrend rialzista (area celeste nell’immagine principale) il 22 dicembre 2019, a 7510 Dollari, con stop attestato a 6420 Dollari.