Dopo gli strepitosi rialzi degli ultimi giorni, tutto il comparto crypto oggi è sotto la morsa pesante dei venditori.

Bitcoin (BTC) al momento della scrittura mostra un parziale di -7,85% e tiene in ansia gli investitori.

Nonostante un massimo raggiunto a 8.352,3 dollari, anche nella sessione di ieri la regina delle criptovalute ha mostrato evidenti difficoltà; le contrattazioni si sono aperte a 8.132,5 e chiuse a 7.859,7 dollari, in calo del 3.40% (dati di Bitfinex).

Una fase correttiva era pronosticabile e anche fisiologica visto che nel mese di Maggio le quotazioni di Bitcoin sono passate da 5.600 ad oltre 8.000 dollari.

Per stoppare le vendite e riprendere la corsa rialzista, il mercato deve ora reagire sul supporto a 7.400 dollari; ulteriori difese sono posizionate a 7.000 e 6.800 dollari.

Il quadro tecnico rimane positivo e solo una chiusura al di sotto dei 6.200 dollari decreterebbe un stop agli acquisti.

Le prossime resistenze segnalate sono a 8.000, 8.500 e 9.000 dollari mentre a livelli più bassi troviamo supporti a 7.000, 6.800, 6.200, 5.750, 5.300, 4.900, 4.500, 4.200, 4.00 3.700, 3.500, 3.000, 2.800 (minore) e 2.500 dollari.

Per chi volesse acquistare Bitcoin

Segnale scattato con il recupero di quota 4.200 dollari (23 febbraio); stop loss ora a 6.200 e prossimi target a 7.400 (già raggiunto), 8.000 (già raggiunto), 8.500 e 9.000 dollari.

Per chi detiene attualmente Bitcoin

Mantenere le posizioni

Per chi volesse vendere Bitcoin

Attendere il breakout di quota 6.200 dollari, confermato in chiusura; stop loss a 6.800 dollari e primo target a 5.750 dollari ed in estensione 5.300 dollari.