Ci sarebbe una fake news dietro l'incredibile ondata di acquisti che sta interessando la criptovaluta Bitcoin SV, una delle ormai numerose costole del Bitcoin originario, che sta suscitando da ieri un vespaio di polemiche nella comunità blockchain per un rialzo di oltre il 100% tra ieri e oggi da imputare, a quanto pare, a false informazioni sull'identità di Satoshi Nakamoto, il fantomatico creatore della prima criptovaluta.

Bitcoin SV (BSV): quotazione +100% in 24 ore, +300% in 10 giorni

Nel giro delle ultime 24 ore BSV, questa la sigla sotto cui il token digitale viene scambiato sulle piattaforme cripto, è salito da un prezzo di poco superiore ai 100 dollari fino a toccare questa mattina una quotazione di 250 dollari, ovvero un nuovo picco record per la cryptocurrency che è nata a novembre scorso come una hard fork di Bitcoin Cash, a sua volta una derivazione della moneta capostipite: dopo un parziale ritracciamento, alle 11 di questa mattina BSV veniva fotografato sul sito CoinMarketCap a quota 228 dollari, a distanza siderale dai poco più di 55 dollari registrati appena due settimane fa.

Bitcoin SV nella top 10 delle criptovalute

In questo modo peraltro BSV, protagonista da un impressionante rally del 300% solo negli ultimi dieci giorni, si è proiettata in ottava posizione tra le principali criptovalute per valore di mercato, con una capitalizzazione di quasi 4 miliardi di dollari che la colloca alle spalle soltanto di Bitcoin, Ethereum (ETH), Ripple (XRP), Bitcoin Cash (BCH), EOS, Litecoin (LTC) e Binance Coin (BNB): un rapido ingresso nell'olimpo delle cosiddette Altcoins che sta però generando anche molti dubbi.