Mentre è ancora in atto il dibattito se Bitcoin abbia raggiunto il suo picco massimo e la bolla sia pronta a scoppiare oppure no, una cosa è certa: quella di Bitcoin potrebbe essere una bolla completamente diversa da quelle fino ad ora.

Le bolle del passato

Gli episodi di euforia speculativa visti nel passato sono sempre stati isolati, come la mania dei tulipani nel diciatssettesimo secolo, o la bolla Dot Com di inizio millennio, oppure l'oro.

Bitcoin invece è sopravvissuto a ben tre crolli dai suoi picchi (con un drawdown superiore all'80%) in meno di 10 anni.

Il ribasso visto nelle ultime settimane dopo il test di nuovi massimi assoluti a 40.000 dollari, non ha ancora scalfito l'uptrend.

Bitcoin come Prometeo

Man Group, il più grande hedge fund al mondo quotato in borsa, paragona Bitcoin al Prometeo della mitologia greca, il cui fegato veniva dilaniato ogni giorno da un'aquila gigante per poi ricrescere durante la notte.

Ogni volta che una bolla di Bitcoin scoppia, un'altra ricresce per sostituirla, hanno scritto gli analisti di Man Group in una nota del 12 gennaio. Questa stessa frequenza rende la narrativa di Bitcoin un po' atipica rispetto alle grandi bolle del passato.

Bitcoin potrebbe continuare a crescere

A supporto di questa tesi ci sono queste ragioni:

  1. a differenza del passato, l'ascesa del prezzo di Bitcoin non è stata accompagnata dal clamore mediatico delle ICO (Initial Coin Offering), offerte pubbliche di acquisto, spesso borderline, utilizzate per la raccolta di risorse finanziare svincolate da regolamentazione e per finanziare progetti di dubbia efficacia (in altri termine delle vere e proprie truffe);
  2. il mercato delle cripto-valute è radicalmente mutato negli ultimi 3 anni, è più maturo ed integrato nel sistema finanziario globale al punto da attirare anche grandi società come Paypal, gigante dei pagamenti elettronici Paypal;
  3. l'infrastruttura tecnologica e di negoziazione è notevolmente migliorata dal 2017 ad oggi;
  4. la nascita a partire dal 2017 del mercato istituzionale di strumenti derivati su valute digitali al CME ha permesso ai future su Bitcoin di diventare lo strumento derivato più liquido al mondo;
  5. l'afflusso di capitali verso Bitcoin è alimentato anche dal mercato delle opzioni su attraverso le quali i miners hanno la possibilità di finanziare operazioni di espansione e rinnovamento della loro infrastruttura tecnica oppure per ridurre i rischi o per assumere posizioni speculative;
  6. il passaggio da criptovalute a moneta fiat è stato facilitato dallo sviluppo delle stablecoins, valute digitale ancorate con un cambio fisso ad una valuta fiat scambiata sul mercato FOREX, come il dollaro o l'euro;
  7. lo sviluppo del mercato dei prestiti su blockchain grazie all'ingresso di nuovi operatori istituzionali ha dato la possibilità di ottenere credito a basso costo.

(Claudia Cervi)