La società IOHK (Input and Output Hong Kong), creatrice della blockchain di Cardano (ADA), ha ufficialmente rilasciato ieri la nuova versione 1.4 di Cardano; l'annuncio è stato dato via twitter e attraverso il blog di Cardano.

Il nuovo update è stato definito come l'aggiornamento maggiormente significativo dell'ecosistema Cardano rilasciato fino a oggi.

La nuova versione 1.4 di Cardano è stata completamente rivista, con significativi miglioramenti delle prestazioni e funzionalità del software. L'aggiornamento non vedrà solo potenti miglioramenti fin da subito, ma getterà le basi per realizzare gli obiettivi futuri.

Le novità dell'aggiornamento riguardano:

  • l'ottimizzazione della quantità di spazio richiesta su disco per memorizzare la blockchain; attualmente, un utente che memorizza l'intera blockchain Cardano deve archiviare circa 1,5 milioni di file e questo numero aumenta con ogni nuovo blocco prodotto. Con l'aggiornamento, gli utenti dovranno solo memorizzare 200 file per ospitare l'intera blockchain Cardano. 
  • la nuova rete test (testnet)
  • Daedalus (un portafoglio che consente di memorizzare ADA online) ora sarà utilizzabile anche su Linux.

Il nuovo aggiornamento getta le basi per il processo di decentralizzazione della rete, che si completerà nel primo trimestre del 2019 con l'uscita del prossimo upgrade denominato "Shelly".

Per restare sempre aggiornato sul mondo delle cryptovalute, iscriviti al nostro canale telegram gratuito cliccando qui.