Dopo aver raggiunto il 3 aprile un nuovo massimo annuale sopra 0,1 dollari, il prezzo di Cardano (ADA) ha iniziato una fase correttiva che è tutt'ora in atto.

Nell'ultimo mese il valore della criptovaluta è sceso di circa il 40% e la sua capitalizzazione di mercato è passata da 2.3 a 1.6 miliardi di dollari.

La seduta di ieri si è chiusa in calo del 4.72%; le contrattazioni si sono aperte a 0.0701 e chiuse a 0.0668 dollari (dati di Binance).

Sebbene la volatilità dell'ultimo periodo si sia attestata a livelli elevati, il mercato non è ancora riuscito a frenare le vendite e a riconquistare terreno.

Il quadro tecnico è ancora favorevole ai compratori, ma la pressione dei venditori è più che mai elevata e il supporto a 0.060 dollari è l'ultimo baluardo utile per evitare l'inversione di trend.

Per l'apertura di nuove posizioni in acquisto è ora necessario attendere la formazione di potenziali pattern di inversione su grafico giornaliero, associati al recupero di quota 0.075 dollari.

I prossimi supporti segnalati sono posizionati a 0.060, 0.045 0.036, 0.030 e 0.025; mentre troviamo resistenze a 0.080, 0.090 dollari.

Per chi volesse acquistare Cardano

Segnale di acquisto scattato il 24 dicembre con la chiusura superiore a 0.045 dollari; possibili ora nuovi ingressi sui pullback con stop loss a 0.060 dollari. Target il retest dei livelli già raggiunti ed in estensione 0.1140.

Per chi detiene attualmente Cardano

Mantenere le posizioni