Creare un portafoglio d'investimento significa selezionare strumenti finanziari adatti al proprio piano di profittabilità e alle proprie tempistiche di guadagno: queste condizioni tendono ad essere molto diverse se si sceglie di investire nel breve o nel lungo periodo, in base al proprio capitale d'investimento ed al proprio piano di rischio-guadagno.

Molte persone che investono nelle criptovalute non tengono in considerazioni aspetti fondamentali di questo mercato e a volte si limitano ad investire solamente in Bitcoin o su criptovalute ad alta capitalizzazione o per il semplice motivo della fama che rappresentano.

Il problema che spesso si ha investendo nel mercato digitale è proprio la barriera tecnologica: nella chat telegram (se volete iscrivervi cliccate qui) si sono sempre sollevate discussioni relative a dove investire, che tipo di progetto o solamente sull'evoluzione fondamentale e tecnica di una determinata criptovaluta.

Come si inizia a creare un portafoglio d'invesitmento in criptovalute

Se vuoi approfondire questa tematica clicca sul video qui sotto: 

 

Principalmente dobbiamo considerare il nostro capitale, quanto possiamo rischiare (di solito si calcola una percentuale di rischio, quindi la perdita massima cui possiamo arrivare senza rimanere senza denaro da investire) e il tempo di mantenimento dell'investimento.  

  • La prima cosa da fare è studiare il progetto di ogni singola criptovaluta e selezionare quella che sia più adatta al proprio piano d'investimento: se il progetto di Ethereum sul lungo periodo non coincide con il mio piano d'investimento, perchè, facendo un ipotesi, non mi convincono i suoi aggiornamento, non includo questa cripto all'interno del mio portafoglio.