Tra le criptovalute commercializzate regolarmente sul mercato, Monero (XMR) offre una caratteristica che la distingue dal resto. Per gli operatori del mondo delle criptovalute, è noto che questa valuta digitale offre un sistema di transazione non rintracciabile con completo anonimato dell'utente.

Sin dal suo inizio nel 2014, gli sviluppatori di Monero hanno prestato la massima attenzione all'anonimato di ogni transazione possibile. Nel cripto-mondo, la parola "non rintracciabile" è sinonimo di "invulnerabile" o "sicuro" e questa moneta, è diventata una delle principali altcoin attualmente disponibili sul mercato. Mentre le transazioni effettuate utilizzando la criptovaluta più popolare Bitcoin possono essere monitorate abbastanza facilmente, Monero offre un ricorso alternativo agli investitori.

Tuttavia, molto recentemente, sono stati segnalati alcuni problemi relativi al fattore di anonimato. Secondo alcuni esperti, questi problemi possono prendere attivamente in considerazione il rischio di compromettere la natura apparentemente "non rintracciabile" delle transazioni, rendendolo infine vulnerabile all'hacking e ad altre attività dannose. 

Come Monero Sfrutta la resistenza ASIC

La visione di Monero è chiara e coerente, ma hanno visto aumentare su altre valute digitali importanti la centralizzazione e la mancanza di privacy nella blockchain. Di conseguenza, hanno creato una moneta privata che oscurava i dati sulle transazioni degli utenti e resisteva alle attività di estrazione su larga scala. L'impianto di mining classico è una serie di unità di elaborazione grafica o GPU, ma in questo ultimo periodo le unità ASIC hanno quasi completamente sostituito le piattaforme tradizionali.