Sono stati ben 4, sul mercato delle criptovalute, i tentativi del Bitcoin (BTC) di superare, senza successo, la soglia psicologica dei 10.000 dollari. Ed ora, dopo questi tentativi falliti, i trader sulle criptovalute guardano verso il basso, e precisamente ad un possibile crollo in area $ 6.000-7000 in accordo con quanto è stato riportato da Horus Hughes sul sito cointelegraph.com.

Supporto fondamentale Bitcoin a breve termine, passa a $ 8.800

Dal 20 maggio scorso, infatti, il prezzo del Bitcoin (BTC) è sceso di quasi il 10%, con la conseguenza che l'attenzione dei trader su criptovalute, piuttosto che sulla rottura dei 10.000 dollari, si è ora spostata sul mantenimento, per le quotazioni dell'oro digitale, del supporto chiave che è posizionato a $ 8.800.

Prezzi BTC, il rischio di una rivisitazione dei prezzi in area $ 7.400- $ 6.500

Alla rottura di tale supporto, come sopra accennato, i trader su asset digitali si chiedono se il Bitcoin (BTC) possa scendere sensibilmente fino ad una rivisitazione dei prezzi in area $ 7.400- $ 6.500. Nel dettaglio, l'area dei 6.500 dollari, da parte dei trader, è stata presa di mira citando, a livello grafico sul Bitcoin (BTC), la formazione di un modello inverso di testa e spalle

Oro digitale, i consigli per i trader avversi al rischio 

Allo stato attuale, precisa altresì Horus Hughes, il prezzo del Bitcoin (BTC) rimane in una tendenza rialzista fino a quando il prezzo non chiude al di sotto del canale ascendente delimitato dal supporto chiave sopra citato.

Ma nello stesso tempo, per l'ascesa dei prezzi, i trader avversi al rischio potrebbero aprire posizioni long sul Bitcoin (BTC) solo sopra $ 9.250, o addirittura attendere che l'asset digitale chiuda sopra $ 9.500 dove passa la media mobile a 200 giorni.