Da qualche settimana a questa parte l'ascesa del Bitcoin, sul mercato delle criptovalute, si è interrotta dopo un forte rialzo primaverile che ne aveva riportato le quotazioni, per la prima volta da oltre un anno, da meno di 4.000 a quasi 14.000 dollari. E dopo una nuova correzione la principale moneta elettronica sta adesso continuando ad oscillare negli ultimi giorni intorno alla soglia psicologica dei 10.000.

Criptovalute: Bitcoin boom  fissa target e data

Se si è raffreddato il rally dei prezzi, ha fatto notare questa settimana in un nuovo report il sito Money Morning, non è però venuto meno l'ottimismo che regna tra i sostenitori delle cryptocurrencies, molti dei quali convinti che BTC sia pronto a ripartire e persino in grado di aggiungere tra non molto uno zero al suo rapporto di cambio con il biglietto verde: una previsione da prendere naturalmente con le pinze, tenendo però presente che essa proviene non soltanto dalla massa dei criptoentusiasti, molti dei quali a digiuno di nozioni di economia, ma anche da diversi veterani di Wall Street, che si spingono in alcuni casi fino a precisare la data entro cui sarà raggiunto il traguardo dei 100.000 dollari