Il mese di gennaio è generalmente ribassista per il prezzo dei Bitcoin (BTC), ma per il 2020, invece, questa tendenza è stata invertita visto che l'oro digitale ha fatto registrare il miglior inizio d'anno dal 2012 a questa parte. Questo è quanto, tra l'altro, ha riportato Martin Young su bitcoinist.com nel porre l'accento sul fatto che molti trader ed analisti tecnici puntano per il 2021 al raggiungimento, da parte del Bitcoin (BTC), di quotazioni attorno alla soglia dei 100.000 contro il dollaro americano.

Bitcoin a gennaio, pessimi rendimenti negli ultimi anni

A gennaio il 2015 è stato il peggior anno per il Bitcoin (BTC) con una perdita secca del 27%, con a seguire il 2018 con un -21,5%. Pure nel 2019 a gennaio l'oro digitale non ha brillato con una discesa del 10%, mentre nel corrente mese, da qui e fino a fine gennaio 2020, presto al rialzo i 9.000 dollari potrebbero tornare in gioco secondo il redattore di bitcoinist.com.