I prezzi del Bitcoin (BTC), per lungo tempo rispetto a quella che è di norma la volatilità media dell'oro digitale, sono rimasti ingabbiati tra i 6.300 ed i 6.400 contro il dollaro americano. Da questo punto di vista per BTC lo scorso mese di ottobre del 2018, non a caso, è stato caratterizzato da un livello di volatilità sorprendente in quanto bassissimo, ma non mancano analisti ed esperti del mondo crittografico che sono pronti a scommettere che si tratti di una quiete prima della tempesta, ovverosia il preludio ad una fase importante di sconvolgimento dei prezzi del Bitcoin (sequi qui le quotazioni in tempo reale).

Quotazioni BTC, arriva un forte movimento direzionale?

Secondo l'analista Jesse Colombo l'uscita del Bitcoin dalla fase di stallo dei prezzi potrebbe essere imminente, ma ci sono dubbi sulla direzione. L'esperto, in particolare, prevede che sia più probabile una forte discesa, ma nello stesso tempo non ha escluso a priori un possibile punto di partenza per un potente passo in avanti