Il Bitcoin (BTC) sul mercato delle criptovalute è stato scambiato in un range sempre più ristretto, negli ultimi due mesi, con gli analisti del mercato digitale che affermano che una nuova ondata di casi di coronavirus e di misure di emergenza potrebbero di nuovo incidere negativamente, come nel marzo scorso, sulle quotazioni della criptomoneta più capitalizzata

Bitcoin tra $ 8.500 e $ 10.200 da fine aprile del 2020

Questo è quanto, tra l'altro, riportano Bradley Keoun ed Omkar Godbole, sul sito coindesk.com, nell'evidenziare come il Bitcoin sia rimasto ingabbiato tra $ 8.500 e $ 10.200 dalla fine di aprile del 2020, e come per i trader su BTC quello attuale potrebbe non essere davvero il momento migliore per pensare di sgattaiolare via per le vacanze

La view di Pantera Capital e di Bitwise Asset Management sull'oro digitale

In particolare, grandi investitori in criptovaluta, tra cui Pantera Capital e Bitwise Asset Management, affermano che i prezzi dei Bitcoin (BTC) potrebbero beneficiare della prossima ondata di pacchetti di stimolo governativi e delle banche centrali, che potrebbero essere necessari per prevenire profonde ricadute economiche

Lo tsunami di denaro fiat farà decollare i prezzi di BTC? Il target è a $ 115.000?

E questo anche perché, a causa della sua offerta limitata di 21 milioni di token, il Bitcoin (BTC) è spesso pubblicizzato come una copertura contro l'inflazione, del tutto simile all'oro fisico.

Non a caso secondo Pantera Capital, prendendo a riferimento il cosiddetto modello stock-to-flow, il Bitcoin (BTC) entro il mese di agosto del 2021 potrebbe salire fino a 115.000 dollari proprio ed anche in ragione dello tsunami di valuta fiat stampata dalle banche centrali per arginare la recessione economica causata dal lockdown per il coronavirus.