La Goldman Sachs ospiterà una Bitcoin Call il prossimo 27 maggio del 2020 per i suoi clienti. A riportarlo è Nick Chong, sul sito bitcoinist.com, citando un'immagine dell'evento che è stata condivisa nella giornata di ieri da Mike Dudas di The Block

Call Goldman Sachs su economia USA, inflazione, oro e Bitcoin

L'evento, nello specifico, verte sull'outlook dell'economia USA e sulle implicazioni delle attuali politiche sull'inflazione, sull'oro e, appunto, sul Bitcoin (BTC). Non è chiaro cosa diranno esattamente gli esperti della Goldman Sachs sul Bitcoin, ma molti nello spazio crittografico hanno già preso la notizia come un segnale positivo. 

In altre parole, il fatto che BTC sia incluso nella call di Goldman Sachs significa che l'oro digitale sta riscontrando un notevole interesse da parte clienti di quella che è una delle più grandi banche d'affari del mondo.

Un evento sul Bitcoin non significa essere rialzisti sull'oro digitale

Parlare dell'oro digitale, in ogni caso, non vuol dire che Goldman Sachs sarà rialzista su Bitcoin durante la call. Al riguardo il redattore bitcoinist.com ricorda che Sharmin Mosszvar-Rahmani, Chief Investment Officer di Investment Strategy Group presso Goldman Sachs, ha precedentemente espresso opinioni ribassiste sull'efficacia del Bitcoin (BTC) come investimento. In un rapporto pubblicato nel 2018, infatti, l'esperto ha affermato che le criptovalute non soddisfano nessuno dei tre ruoli tradizionali di una valuta.

27 maggio del 2020, la view di GS cambierà su BTC?

Vedremo allora se mercoledì prossimo, 27 maggio del 2020, da parte di Goldman Sachs ci sarà un cambio di visione sul Bitcoin dopo che, per esempio, il miliardario Paul Tudor Jones ha svelato che i BTC fanno parte del suo portafoglio di investimenti.