Bitcoin, e con esso tutto per il mercato delle criptovalute, fanno un altro piccolo passo in avanti nel loro percorso di sdoganamento come classe d'investimento credibile guadagnando nuovo spazio sulle piazze finanziarie che contano.

Criptovaluta Bitcoin: CME prepara options su derivati di BTC 

Il Chicago Mercantile Exchange (CME), la più grande borsa al mondo per gli scambi di derivati, ha infatti annunciato oggi che, a partire dal primo trimestre del prossimo anno, offrirà ai clienti delle options su contratti future che hanno come sottostante la cryptocurrency.

BTC: dopo i futures, arrivano nuovi strumenti

Nel suo comunicato la società americana, che è stata la prima a lanciare prodotti derivati di BTC alla fine del 2017 in competizione con il Chicago Board Options Exchange (CBOE), spiega che il lancio dei nuovi prodotti ha per obiettivo mettere a disposizione dei clienti “strumenti aggiuntivi" per chi vuole investire sulla capostipite delle nuove monete elettroniche veicolate dalla Blockchain.

Bitcoin e opzioni, il commento di CME

“Basandoci sulla crescente domanda dei clienti e sulla robusta crescita dei nostri mercati di derivati di Bitcoin," ha chiarito Tim McCourt, global head of equity index and alternative investment products presso CME, "crediamo che il lancio di options offrirà ai nostri clienti ulteriore flessibilità per fare trading e coprirsi dai rischi legati al prezzo di Bitcoin. Questi nuovi prodotti sono progettati per aiutare istituzioni e trader professionisti a gestire l'esposizione al mercato spot del Bitcoin, così come a coprirsi dai rischi legati alle posizioni in derivati di Bitcoin in un ambiente di borsa regolato.”