I trader sul Bitcoin vogliono per BTC una corsa al toro supersonica. Nel frattempo, il Comandante in capo Donald Trump vuole vincere le prossime elezioni presidenziali di novembre negli Stati Uniti. Con la conseguenza che entrambi hanno un solo mezzo per ottenere ciò che vogliono: un sacco di soldi

Perché Donald Trump è il maggior catalizzatore per il trend bullish dell'oro digitale

Questo è quanto, tra l'altro, riporta Yashu Gola, sul sito bitcoinist.com, citando la view di Charles Edwards, il co-fondatore di Capriole Investments. In altre parole Donald Trump, per puntare al suo secondo mandato, deve continuare a varare ingenti pacchetti di stimolo all'economia che potrebbero agevolare proprio il rally del Bitcoin. E sebbene il tycoon newyorkese non ami il Bitcoin, in realtà proprio Donald Trump potrebbe essere il maggior catalizzatore per il trend bullish dell'oro digitale.

La view di Charles Edwards sul Bitcoin e sul tycoon newyorkese

Secondo Charles Edwards, infatti, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump potrebbe finire per avvantaggiare proprio il Bitcoin (BTC) mentre sta tentando disperatamente di essere rieletto a novembre visto che al momento, rispetto allo sfidante democratico Biden, è molto indietro nei sondaggi.

Federal Reserve e criptovalute, il Quantitative Easing ed il Bitcoin vanno di pari passo

Non a caso, per quel che riguarda i pacchetti di stimolo, il Quantitative Easing ed il Bitcoin vanno di pari passo. La decisione della Federal Reserve di iniettare $ 2,6 trilioni nell'economia degli Stati Uniti attraverso l'acquisto di titoli del Tesoro e garantiti da ipoteca, infatti, ha aiutato la criptovaluta regina a recuperare tutte le perdite registrate nello scorso mese di marzo.