In questo weekend sul mercato delle criptovalute, e comunque al momento, né i venditori, né i compratori hanno preso il controllo. Questo è quanto, tra l'altro, ha riportato Denys Serhiichuk, su u.today, nel fornire l'analisi tecnica sulle tre criptovalute a maggiore capitalizzazione, ovverosia sul Bitcoin (BTC), su Ethereum (ETH) e su Ripple (XRP).

Analisi tecnica Bitcoin, al momento non si possono escludere nuovi affondi

Dopo due giorni passati tra $ 8,500- $ 9.200, il Bitcoin (BTC) ha iniziato a crescere, raggiungendo non solo $ 9.500, ma anche i $ 9.900. Successivamente, il Bitcoin (BTC) ha testato per due volte i 10.000 dollari senza riuscire a superarli, e con il primo test, tra l'altro, i prezzi dell'oro digitale sono crollati fino a $ 8.100 per poi recuperare agevolmente la soglia dei $ 9.000. 

Secondo Denys Serhiichuk gli acquirenti devono permettere di superare il livello di $ 9.713 affinché BTC continui la sua crescita, mentre al ribasso, con l'eventuale rottura del supporto a 8.924 $, i prezzi potrebbero sprofondare fino a $ 8.400 ed eventualmente, di nuovo, a 8.100 dollari.

Ethereum, alle porte il test sulla resistenza dei 207 dollari?

Per quel che riguarda Ethereum (ETH), come scenario principale, i trader possono aspettarsi che ETH salga verso il primo livello di resistenza a $ 207 nei prossimi giorni. E questo perché, ha altresì rilevato Denys Serhiichuk, il Relative Strength Index (RSI), pur continuando ad aumentare a conferma del potenziale rialzista di breve termine, non ha ancora raggiunto la zona di ipervenduto.

Ripple nel breve termine, occhio alla resistenza dei $ 0,2050

Su Ripple (XRP), la terza maggiore criptovaluta per capitalizzazione, il potenziale di crescita è simile a quello di Ethereum (ETH) nel breve termine. Secondo il redattore di u.today, infatti, sono alte le probabilità che i prezzi vadano a violare il livello di resistenza dei $ 0,2050.