Dopo un flash crash fino a testare l'area dei 5.300 contro il dollaro, livello che individua il punto più basso del 2018, il Bitcoin (BTC) in queste ore sta abbozzando una reazione in direzione dei $ 5.600, ma indicatori tecnici come l'indice di forza relativa (RSI) ed il MACD, che continuano a divergere significativamente verso il basso, lasciano aperta la strada a nuovi possibili affondi

Prezzi Bitcoin, non ancora scongiurato il test in area $ 5.000

Questo è quanto, tra l'altro, riporta John Lee Quigley su blokt.com nel precisare come, in caso di una nuova sezione ribassista, l'oro digitale potrebbe andare prima a rompere il supporto a $ 5.200, e poi potrebbe anche andare a testare in tempi brevi il livello dei 5.000 contro il biglietto verde.

Capitalizzazione criptovalute poco sopra i $ 175 miliardi

Il flash crash delle ultime 48 ore ha portato la capitalizzazione complessiva, sul mercato delle criptovalute, ad attestarsi poco sopra il livello dei $ 175 miliardi dopo oltre 200 miliardi di dollari rilevati ad inizio settimana. Sono stati quindi bruciati quasi 30 miliardi di dollari di capitalizzazione anche perché a pagare dazio ancor più del Bitcoin è stato il Bitcoin Cash (BCH) dopo una fork che, contrariamente alle attese, ha contribuito a far crollare il mercato anziché, come molti speravano, innescare quel rally di fine anno che sembra ormai essere in tutto e per tutto un miraggio.