Da qualche settimana il sentiment rialzista e l'esuberanza degli investitori stanno tornando a circondare Bitcoin e tutto il resto del comparto crypto.

Negli ultimi mesi la regina delle criptovalute è risorta dalle ceneri, incrementando il proprio valore del 150% dai minimi di Dicembre 2018.

Il prezzo di Bitcoin ha raggiunto gli 8.000 dollari e c'è chi è pronto a scommettere che supererà di gran lunga i 20.000 dollari toccati nel 2017.

Perchè la nuova corsa rialzista potrebbe superare quella a cui abbiamo assistito 2 anni fà?

Maggiore diffusione e conoscenza del settore

Innanzitutto quando Bitcoin è esploso fra l'opinione pubblica nel 2017, la stragrande maggioranza delle persone non aveva mai sentito parlare della criptovaluta creata da Satoshi Nakamoto.

I passati rialzi erano stati dettati più dalla novità che dalla conoscenza o dalla consapevolezza delle potenzialità della nuova tecnologia.

Ad oggi la blockchain sta trovando applicazione in moltissimi settori, sia finanziari che non finanziari; la sua implementazione nella vita quotidiana delle persone sembra destinata sempre più ad aumentare e moltissime aziende inoltre stanno iniziando ad accettare Bitcoin come metodo di pagamento.

In breve bitcoin sta diventando uno strumento con un sottostante legato effettivamente all’economia reale.

Tantissimi prodotti finanziari

Nel 2017 chi voleva investire in Bitcoin poteva solamente acquistare la criptovaluta e speculare sul suo aumento di valore (investitori cassettisti).